Zizì Jeanmaire, la scomparsa di una grande artista

Zizì Jeanmaire, la scomparsa di una grande artista

17 Lug 2020

Il Teatro Massimo partecipa al cordoglio per la scomparsa di Zizi Jeanmaire, la più celebre ballerina francese, artista del music-hall parigino e moglie di Roland Petit, morta nella sua casa in Svizzera all’età di 96 anni. Di Zizi Jeanmaire la città di Palermo conserva il ricordo abbagliante della sua seducente fata Carabosse nella Bella addormentata, al Politeama Garibaldi a dicembre 1990 per la stagione del Teatro Massimo, che vide il debutto di Eleonora Abbagnato nel ruolo di Aurora bambina.

Il Sovrintendente del Teatro Massimo Francesco Giambrone ricorda con commozione: “un’artista grandissima, legata al nostro teatro dove in passato ha presentato insieme a Roland Petit spettacoli indimenticabili”.

Geniale coreografo e ballerino francese di origini italiane, Roland Petit, ha condiviso tutta la vita con Zizi Jeanmaire, fin dall’incontro a nove anni alla Scuola dell’Opéra. Per lei aveva costruito la coreografia della Bella addormentata di Cajkovskij, così come altri ruoli prima (la sua Carmen, in particolare). Intervistato da Francesco Giambrone, allora in veste di critico, diceva di Palermo: «Ho incontrato un pubblico straordinariamente caloroso che mi ha comunicato una grande emozione, e questo è segno che si tratta di gente che ama la danza. Di Palermo conserverò un ricordo molto intenso, soprattutto per la ricchezza del patrimonio artistico». E aggiungeva riguardo a Zizì: «Sono i grandi artisti quelli che non ci sono più. Quelli che entrano in scena e illuminano il teatro con la loro presenza. Io guardo Zizi su un palcoscenico da sola e resto col fiato mozzo in gola. Non è un fatto di tecnica e neppure un fatto legato alla sua fama. Non ci sono segreti. O forse sì: c’è un grande segreto. Ma non c’è nessun trucco». 

Ufficio Stampa 
Fondazione Teatro Massimo
Giovannella Brancato
document.write('stampa@teatromassimo.'+'it');">
---
Comunicato stampa al link
Fotografie al link