Al Teatro Massimo, domenica 3 aprile, un'operina per i più piccoli tratta da

Al Teatro Massimo, domenica 3 aprile, un'operina per i più piccoli tratta da "La Cenerentola" di Gioachino Rossini

2 Apr 2022

In scena al Teatro Massimo, domenica 3 aprile, un’operina per i più piccoli tratta da “La Cenerentola” di Gioachino Rossini.

“CenerentoQua CenerentoLa” è uno spettacolo musicale e sensoriale rivolto a bambini da 0 a 4 anni, a educatori e genitori che sarà in scena al Teatro Massimo (Sala Onu) domenica 3 aprile alle 9:30 e in replica alle 10:30 e alle 16:30. Tratto da La Cenerentola di Gioachino Rossini, con la regia di Sara Zanobbio e la drammaturgia musicale di Anna Pedrazzini, lo spettacolo è interpretato da Paolo Camporesi alla fisarmonica e dall’attrice Francesca Tripaldi. Insieme guideranno i piccoli in un percorso che coinvolge tutti i sensi e li avvicina all’Opera attraverso colori, forme, materiali e linguaggi pensati a loro misura, perché non è mai troppo presto per fare esperienza della musica e del suo linguaggio sonoro. Scene e costumi sono dei Cantieri del Teatro Sociale di Como.

“CenerentoQua CenerentoLa” racconta di una bambina alle prese con la gelosia e la rivalità fraterna. Quando era figlia unica aveva tanti giochi e una stanza solo per lei. Poi arrivano non una ma due sorelle che le contendono i giochi, l’attenzione e l’affetto paterno e in lei nasce il timore di non poter conquistare l’amore esclusivo e la stima dei genitori. Ma Cenerentola è una sognatrice e nella solitudine impara a scoprire grandi avventure nelle piccole cose, sa guardare e ascoltare e ama il ritmo. Percuote, scuote e trova incredibili musiche ovunque e sarà proprio la musica che la spronerà al cambiamento. Grazie alla musica svanisce anche la rivalità e Cenerentola riscopre l’amore per il padre e le sorelle: quattro note singole unite per sempre in una meravigliosa quartina.

Durata 45 minuti

Biglietti: intero 10 €;  ridotto bambini 4 €

Scarica il comunicato stampa al link

Ufficio Stampa
Fondazione Teatro Massimo
Giovannella Brancato