Linda Messina

Linda Messina

Nasce a Piazza Armerina. Si forma all’Accademia Nazionale di Danza di Roma e alla Scuola di ballo del Teatro alla Scala. Fa parte del Corpo di ballo dell’Opéra National du Rhin sotto la direzione di Bertrand d’At.
Dopo varie esperienze all’estero ritorna in Italia nel 2011 ed entra a far parte del Corpo di ballo del Maggio Musicale Fiorentino Maggiodanza sotto la direzione di Francesco Ventriglia, interpretando primi ruoli e ruoli solistici in coreografie di Balanchine (Four temperaments), Kylián (Sei Danze), Foniadakis, Cayetano Soto (Uneven), Poliakov (Sylphide), Ventriglia, Susanne Linke (Notte trasfigurata). Nel 2015 lavora presso il Teatro dell’Opera di Roma con Il lago dei cigni di Bart e con Montero allo Staatstheater Nurnberg Ballet, dove arricchisce il suo repertorio contemporaneo con coreografi come Inger, Minus 16 di Ohad Naharin e Forsythe. È poi solista con il Royal New Zealand Ballet sotto la direzione di Ventriglia, ballando Giselle di Stiefel, In the Middle di Forsythe, La bella addormentata, Paquita, Selon Désir di Foniadakis che debutta al Royal Ballet di Londra, Carmen e Arlesienne di Petit, Cacti, episode 31 di Ekman, Romeo e Giulietta di Ventriglia e Sogno di una notte di mezza estate di Scarlett in tournée a Hong Kong. Di recente è stata ospite dell’Opéra di Lione per Carmen e Arlesienne di Petit. Nel 2018 è stata interprete di Kitry in Don Chisciotte al Teatro Massimo di Palermo, della figlia in Pink Floyd di Micha van Hoecke, di Maria in Annonciation di Preljocaj, del passo a 4 dei contadini di Giselle, Carmen suite di Alonso, Bolero di Longo, la fata confetto ne Lo schiaccianoci di Lienz Chang. Nell’estate 2019 è stata ospite al festival della Taranta come ballerina e maître nelle coreografie di Davide Bombana. Nel 2020 al Teatro Massimo ricordiamo Chamber Symphony di Lucinda Child (primo ruolo) e Giulietta in Romeo e Giulietta di Davide Bombana.