The Youth Orchestra to premiere at the Teatro Massimo with music by Šostakovič, Beethoven and Musorgskij

The Youth Orchestra to premiere at the Teatro Massimo with music by Šostakovič, Beethoven and Musorgskij

18 Jun 2021

Musiche di Šostakovič, Beethoven e Musorgskij per il concerto che domenica 20 giugno alle 20.00 vedrà in scena in Sala Grande, la Massimo Youth Orchestra, la più recente tra le formazioni giovanili del Teatro Massimo, diretta dal Maestro Michele De Luca. 

Composta da giovani musicisti tra i 16 e i 23 anni, l’Orchestra si esibisce domenica per la prima volta in presenza del pubblico dopo il debutto ufficiale in streaming nei mesi della pandemia.

In programma la gioiosa Ouverture festiva op. 96, di Dmitrij Šostakovič che prende le mosse da una fanfara di ottoni dove tutto parla di allegria, serenità, festa, fin dagli squilli di tromba con cui si apre. Composta nel 1947 in occasione del trentasettesimo anniversario della Rivoluzione d'ottobre, venne scelta per il suo carattere festoso anche per inaugurare i Giochi Olimpici di Mosca nel 1980. Oltre al ricco organico strumentale l’ouverture prevede anche una banda di ottoni che accentua il carattere di solenne festosità della composizione.

Si prosegue con l’Ouverture in fa minore op. 84  per le musiche di scena di Egmont, una delle più ispirate tra le composizioni di Ludwig van Beethoven, scritta nel 1809 per l’omonimo dramma storico del poeta da lui tanto ammirato Johann Wolfgang Goethe. Il carattere maestoso della composizione esprime tutto l’eroismo e il sacrificio del conte di Egmont, morto per difendere il suo paese, l’Olanda, schiacciata dalla repressione spagnola.

Chiudono il programma i grandiosi Quadri di un'esposizione che Modest Musorgskij compose nel 1874, ispirandosi ai quadri esposti all’Accademia di Belle Arti di San Pietroburgo in una grande mostra che celebrava l’amico Viktor Hartmann, architetto e pittore, prematuramente scomparso nel 1873. L’opera, resa celebre dalla versione per orchestra di Maurice Ravel, passa in rassegna dieci tra quadri e schizzi di Hartmann, collegati da una promenade ricorrente, concludendo con la grande porta di Kiev, un progetto architettonico mai realizzato.

I Biglietti da 15 a 5 euro sono in vendita presso la biglietteria del Teatro Massimo, online e tramite il call center.

Da sabato 19 giugno sono in vendita anche gli abbonamenti per la stagione estiva al Teatro di Verdura, che sarà inaugurata il 4 luglio dal concerto diretto da Omer Meir Wellber con il Coro e l’Orchestra del Teatro Massimo. In programma il Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 di Sergej Rachmaninov e la Cantata Aleksandr Nevskij per mezzosoprano, coro e orchestra, di Sergej Prokofiev accompagnata dalla proiezione delle scene del film omonimo di Sergej Ejzenstejn.

Comunicato stampa al link

Fotografie al link

Ufficio Stampa
Fondazione Teatro Massimo
Giovannella Brancato