Utopia Pirata

Utopia Pirata

UTOPIA PIRATA 

Primo incontro/laboratorio dedicato ai giovani su Arte e Politica

In occasione della produzione dell’opera Il pirata di Vincenzo Bellini, in scena dal 15 al 20 ottobre, il Teatro Massimo avvia un percorso di approfondimento sulle relazioni e le riflessioni che uniscono il mondo dell’Arte e quello della Politica destinato agli under 35.

Sentiamo il bisogno infatti, in un momento storico in cui le giovani generazioni si stanno facendo sentire su temi di attualità politica globale, di ricavare ulteriori spazi per le voci e le istanze delle ragazze e dei ragazzi della nostra comunità e di farlo proprio qui, in Teatro.

Dopo aver assistito insieme alla Prova Generale di giovedì 14 ottobre, lunedì 18 ottobre alle 17.30, sul palcoscenico del Teatro Massimo di Palermo, tra le scenografie e gli allestimenti dell’opera in scena dialogheremo e ci confronteremo con registi, scenografi, musicisti e attivisti politici, per riflettere sull’attualità dei temi proposti dall’opera e il significato che assumono nella società e nell’arte contemporanea.

Cosa succede oggi in mare? Da quante e quali prospettive possiamo approcciare la figura del pirata? Quali sono le frontiere liquide e quale etica governa la legge del mare? Proveremo ad andare all’assalto di questi temi per connettere passato, presente e futuro ovvero la storia, l’attualità e il mito, per preparare e costruire con coraggio un avvenire comune e condiviso.

Programma

14 Ottobre h.18.00, Sala Grande - Prova Generale de “Il pirata”

18 Ottobre h.17.30, Sala Grande e palcoscenico -  Incontro/laboratorio su Arte e Politica
Intervengono:
I Teatri Alchemici (Ugo Giacomazzi e Luigi Di Gangi, registi)
Camillo Palmeri (docente)
Luca Casarini e Giuseppe Marsala (Mediterranea Saving Humans)

Come partecipare

Candidatevi inviando una mail all’indirizzo entro l’11 ottobre, raccontandoci, senza risparmiarvi, chi siete e perché vorreste partecipare. I partecipanti selezionati saranno contattati via mail.