I due foscari dal 25 novembre al 2 dicembre

Calendario
domenica 25 novembre, ore 20.30: Turno Prime
Martedì 27 novembre, ore 18.30: Turno C
Mercoledì 28 novembre, ore 18.30 Turno S1
Giovedì 29 novembre ore 18.30 Turno B
sabato 1 dicembre ore 20.30 Turno F
domenica 2 dicembre, ore 17.30: Turno D



Tragedia lirica in tre atti
Libretto di Francesco Maria Piave dalla tragedia The two Foscari di George Byron

Musica di Giuseppe Verdi
Allestimento dell'ABAO di Bilbao e del Teatro Verdi di Trieste

Direttore Stefano Ranzani
Regia Joseph Franconi Lee
Scene e costumi William Orlandi
Luci Roberto Venturi
Movimenti coreografici Raffaella Renzi
Assistente alla regia Davide Gilioli
Collaboratrice ai costumi Carla Ricotti



Cast
Francesco Foscari Leo Nucci [25, 27, 29/11, 2/12]
Claudio Sgura [28/11, 1/12]
Jacopo Foscari Piero Pretti [25, 27, 29/11, 2/12]
Sung Kyu Park [28/11, 1/12]
Lucrezia Contarini Lucrecia García [25, 27, 29/11, 2/12]
Monica Delli Carri [28/11, 1/12]
Jacopo Loredano Luiz-Ottavio Faria [28/11, 1/12]
Barbarigo Pietro Picone
La Pisana Adriana Calì
Fante del Consiglio Domenico Ghegghi / Pietro Luppina
Servo del Doge Giovanni Lo Re / Gianfranco Giordano

Orchestra e Coro del Teatro Massimo
Maestro del Coro Andrea Faidutti
Foto dello spettacolo



Video dello spettacolo

Guarda gli altri video del Teatro



Argomento



Durata
Prima parte 1 ora e 20 minuti
Intervallo 20 minuti
Seconda parte 30 minuti



Appunti sull'opera
I due Foscari di Giuseppe Verdi su libretto di Piave da un dramma di Byron narra una vicenda realmente accaduta nella Venezia di metà Quattrocento, luogo d’intrighi e inganni, dove anche gli affetti più cari e sinceri, come quelli tra padre e figlio (Francesco e Jacopo Foscari), sono soggetti alle dure leggi dello stato.
Verdi fa di Venezia un personaggio musicale, dandole forma e ritmi specifici e usando nell'orchestrazione inedite mescolanze cromatiche, lontane dagli accenti roboanti di altre opere contemporanee.

I due Foscari è un'opera che, dopo alcune rappresentazioni ottocentesche (l'ultima datata 1880), è scomparsa da Palermo. L'opera “debutta” nel 2012 al Massimo con il migliore dei protagonisti possibili, il baritono verdiano “doc” Leo Nucci e la bacchetta di Stefano Ranzani.
Lo spettacolo intenso e tradizionale porta la firma di Joseph Franconi Lee (regia) e William Orlandi (scene e costumi).
Archivio spettacoli stagione 2012


©2012 Fondazione Teatro Massimo piazza Verdi 90138 Palermo | p.iva 00262030828         Il Teatro Massimo è su        Vota il nostro sito su Google con


Credits
| Contatti | English Version |