L'elisir d'amore dal 12 al 19 giugno Acquista online

Calendario
Martedì 12 giugno ore 20.30 Turno Prime
Mercoledì 13 giugno ore 18.30 Turno S1
Venerdì 15 giugno ore 18.30 Turno B
Sabato 16 giugno ore 20.30 Turno F
Domenica 17 giugno ore 17.30 Turno D
Martedì 19 giugno ore 18.30 Turno C



Melodramma giocoso in due atti
Libretto di Felice Romani sul libretto di Eugène Scribe per Le philtre di Daniel-François-Esprit Auber

Musica di Gaetano Donizetti
Allestimento del Palau de les Arts Reina Sofía, Fundació de la Comunitat Valenciana - Valencia, España

Direttore
Paolo Arrivabeni
Regia Damiano Michieletto
Scene Paolo Fantin
Costumi Silvia Aymonino
Luci Alessandro Carletti

Assistente alla regia Eleonora Gravagnola
Assistente alle scene Gianluca Cataldo
Collaboratore alle luci Alessandro Santarelli



Cast
Adina Desirée Rancatore [12, 15, 17, 19]
Jessica Nuccio [13 e 16]
Nemorino Celso Albelo [12, 15, 17, 19]
Javier Tomé Fernandez [13 e 16]
Belcore Mario Cassi [12, 15, 17, 19]
Simone Del Savio [13 e 16]
Dulcamara Paolo Bordogna [12, 15, 17, 19]
Luciano Di Pasquale [13 e 16]
Giannetta Elena Borin

Orchestra e Coro del Teatro Massimo
Maestro del Coro Andrea Faidutti
Foto dello spettacolo



Video dello spettacolo

Guarda gli altri video del Teatro



Argomento



Durata
Prima parte 70 minuti
Intervallo 20 minuti
Seconda parte 60 minuti



Appunti sull'opera
L’elisir d’amore fu scritta in soli 14 giorni da Gaetano Donizetti e rappresenta una svolta nella storia dell’opera comica per la capacità di far ridere e anche commuovere. Capolavoro senza tempo né luogo, raccoglie successi sin dal debutto a Milano nel 1832. Ambientato in un anonimo villaggio, narra la vicenda del giovane Nemorino che, pur di conquistare l'amata ma distratta Adina, ricorre a un filtro/elisir d’amore venduto dal ciarlatano ambulante Dulcamara che altro non è che semplice vino rosso utile a sciogliere ogni timidezza.

L'elisir d'amore andrà in scena in un divertente allestimento che ha debuttato in Spagna nel 2011, firmato dal regista del momento, Damiano Michieletto, che tornerà a Palermo coi suoi collaboratori di fiducia, lo scenografo Paolo Fantin e la costumista Silvia Aymonino. Nella rilettura di Michieletto l'azione dell'“Elisir” ha luogo in uno stabilimento balneare: la scena è piena di sdraio e ombrelloni, un chiosco di bibite e gelati, e ragazze che fanno aerobica in costume.
I personaggi del libretto di Felice Romani non sono più “rustici” dell'Ottocento ma giovani stereotipati dei giorni nostri. Questo spettacolo è stato assai lodato dalla critica internazionale poiché nonostante l'attualizzazione riesce a mantenere intatti i caratteri drammatici del capolavoro di Donizetti.
Per il ritorno al Massimo di un'opera tanto ricca di celebri momenti musicali, non ultima l'aria del tenore “Una furtiva lagrima”, un cast di eccellenti specialisti in cui brillano i nomi della palermitana Desirée Rancatore (Adina) e del suo partner preferito Celso Albelo (Nemorino); sul podio Paolo Arrivabeni.
Archivio spettacoli stagione 2012


©2012 Fondazione Teatro Massimo piazza Verdi 90138 Palermo | p.iva 00262030828         Il Teatro Massimo è su        Vota il nostro sito su Google con


Credits
| Contatti | English Version |