La traviata dal 21 al 29 febbraio Acquista online

Calendario
Martedì 21 febbraio, ore 20.30: Turno Prime
Mercoledì 22 febbraio, ore 18.30: Turno S2
Giovedì 23 febbraio, ore 18.30: Turno C
Sabato 25 febbraio, ore 20.30: Turno F
Domenica 26 febbraio, ore 17.30: Turno D
Mercoledì 29 febbraio, ore 18.30: Turno B



Melodramma in tre atti su libretto di Francesco Maria Piave dal dramma "La Dame aux camélias" di Alexandre Dumas figlio

Musica di Giuseppe Verdi
Allestimento della Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi

Direttore Carlo Rizzi [21, 23, 26, 29]
Roberto Polastri [22, 25]
Regia Henning Brockhaus
Scene Josef Svoboda
Costumi Giancarlo Colis
Coreografie Emma Scialfa
Luci Henning Brockhaus e
Fabrizio Gobbi
Assistente regia Valentina Escobar



Cast
Violetta Valéry Mariella Devia [21, 23, 26, 29]
Lana Kos [22 e 25]
Flora Bervoix Laura Cherici
Annina Patrizia Gentile
Alfredo Germont Stefan Pop
Giorgio Germont Simone Piazzola [21, 23, 26, 29]
Federico Longhi [22 e 25]
Gastone Bruno Lazzaretti
Il barone Douphol Giovanni Bellavia
Il marchese d'Obigny Armando Caforio
Il dottor Grenvil Manrico Signorini
Giuseppe Pietro Luppina [21, 23, 26]
Marco Palmeri [22, 25, 29]
Un domestico di Flora / Un commissario Giovanni Lo Re [21, 23, 26]
Gianfranco Giordano [22, 25, 29]

Orchestra, Coro e Corpo di ballo del Teatro Massimo
Maestro del Coro Andrea Faidutti
Foto dello spettacolo



Video dello spettacolo

Guarda gli altri video del Teatro



Argomento



Durata
Primo Atto 35 minuti
Intervallo 20 minuti
Secondo Atto 60 minuti
Intervallo 20 minuti
Terzo Atto 35 minuti



Appunti sull'opera
La traviata di Verdi porta in scena la più intensa analisi interiore e psicologica di tutto il teatro romantico. Il libretto è tratto da “La signora delle camelie” di Dumas figlio, ispirato a una storia vera.
L’opera, messa in scena per la prima volta alla Fenice nel 1853, narra il dramma della rinuncia all'amore da parte di Violetta che, da simbolo della lussuria finisce martire delle convenzioni sociali. In essa alcune fra le più celebri melodie verdiane che hanno fatto del ruolo della protagonista un'eroina immortale dell'intera storia del teatro d'opera.

La traviata torna sulle scene del Massimo nello storico allestimento dello scenografo ceco Josef Svoboda nel 1992 per lo Sferisterio di Macerata, vincitore di un premio Abbiati e divenuto celebre come la “Traviata degli specchi”. Lo spettacolo, firmato dal regista Henning Brockhaus, è caratterizzato dalla presenza sul fondale di uno specchio gigante inclinato, sul quale si riflettono le scene e gli artisti, regalando allo spettatore nuove prospettive di visione. Nel ruolo di Violetta uno dei soprani italiani più famosi di oggi, acclamata interprete dell'eroina verdiana in tutto il mondo: Mariella Devia.



Telethon all'opera
La prova antegenerale de La traviata (sabato 18 febbraio ore 18.30) sarà aperta al pubblico ed il ricavato dello spettacolo verrà interamente devoluto a Telethon per incrementare la raccolta di fondi a sostegno della ricerca scientifica per la cura delle malattie genetiche. I biglietti sono disponibili presso le agenzie BNL di Palermo, Trapani e Caltanissetta versando un contributo a favore di Telethon.
Archivio spettacoli stagione 2012


©2012 Fondazione Teatro Massimo piazza Verdi 90138 Palermo | p.iva 00262030828         Il Teatro Massimo è su        Vota il nostro sito su Google con


Credits
| Contatti | English Version |