Senso

Photographs



Opera in a prologue, two acts and an epilogue
Music by Marco Tutino
Libretto by Giuseppe Di Leva

New coproduction with the Warsaw Teatr Wielki Opera Narodowa and the Teatro Comunale di Bologna

Conductor
Pinchas Steinberg
Director, Scenes and Costumes Designs
Hugo de Ana
Coreographer Luigi Neri
Lighting Designs Vinicio Cheli



Cast
La contessa Livia Serpieri Nicola Beller Carbone
Paoletta Marrocu [22, 29]
Il conte Serpieri Giorgio Surian
Hans Brandon Jovanovich
Luciano Mastro [22, 29]
Roberto Dalibor Jenis
Angelo Veccia [22, 29]
Hauptmann Giovanni Furlanetto
Giustina Zuzana Markova

Teatro Massimo Orchestra and Chorus
Chorus Master Andrea Faidutti



Calendar
January 20 2011, 8.30 pm
22 gennaio 2011, 8.30 pm
23 gennaio 2011, 5.30 pm
28 gennaio 2011, 6.30 pm
29 gennaio 2011, 6.30 pm
30 gennaio 2011, 6.30 pm
Video



More videos from the Teatro Massimo



Synopsis



Running time
Part I 60 minutes
Interval 25 minutes
Part II 70 minutes



About the opera
A new opera, commissioned by the Teatro Massimo to the composer Marco Tutino, will open the 2011 Season. Senso is based on the 1883 novel by Camillo Boito made famous by Luchino Visconti and his world-renowned movie.


Il compositore e l’autore del libretto, Giuseppe Di Leva, si sono ispirati alla omonima novella di Camillo Boito, uscita nel 1883 e resa celebre dalla splendida trasposizione cinematografica di Luchino Visconti nel 1954. L’opera si svolge nei primi anni di vita dello Stato unitario italiano ed è intrisa di profondi dissidi, fra amore, interessi e tradimenti. Una scelta tematica che suggella l'anno di celebrazioni per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia. I conflitti storici, politici e sociali sono lo sfondo di un dramma in prima persona, quello di Livia Serpieri. In Senso si rispecchia un popolo in guerra, un popolo che cerca la sua liberazione; ma in primo piano, c'è sempre lei, Livia, vittima e carnefice della sua passione. Vuole sacrificarsi per amore, ma alla fine questo diventa Amore-Odio-Vendetta, vuole morire uccidendo... Che bella storia di melodramma! Hugo De Ana – che firma regia, scene e costumi – ha immaginato un sontuoso apparato scenico, basato su un caleidoscopio di riflessi che propongono un Risorgimento non didascalico ma immaginifico, in cui non mancano i riferimenti alla cinematografia di Visconti: “Diciamo che in questo spettacolo cercherò di giocare in maniera simbolica, dove teatro, opera, sogno, realtà ed irrealtà si mischiano in continuazione”.
Season 2011 Archive


©2011 Fondazione Teatro Massimo piazza Verdi 90138 Palermo | p.iva 00262030828         Visit the Teatro Massimo on
Credits | Contact us | Versione italiana |