Senso

Fotografie



Opera in un prologo, due atti e un epilogo
Musica di Marco Tutino
Libretto di Giuseppe Di Leva
dal racconto di Camillo Boito

Nuova commissione del Teatro Massimo
Nuovo allestimento in coproduzione con il Teatr Wielki Opera Narodowa di Varsavia e il Teatro Comunale di Bologna

Direttore
Pinchas Steinberg
Regia, scene e costumi
Hugo de Ana
Luci Vinicio Cheli
Coreografie Luigi Neri
Assistente regia Filippo Tonon
Assistente alle scene Juan Guillermo Nova
Assistente ai costumi Cristina Aceti



Cast
La contessa Livia Serpieri Nicola Beller Carbone
Paoletta Marrocu [22, 29]
Il tenente Hans Büchner Brandon Jovanovich
Luciano Mastro [22, 29]
Il conte Serpieri Giorgio Surian
Paolo Battaglia [22, 29]
Il marchese Roberto Donà Dalibor Jenis
Giuseppe Altomare [22, 29]
Il comandante Hauptmann Giovanni Furlanetto
Giustina Zuzana Marková
L’avvocato Gino / Un gondoliere / Una voce da fuori / Un messo /
Il cocchiere /
Un ufficiale
Emanuele D’Aguanno

Orchestra, Coro e Corpo di ballo del Teatro Massimo
Maestro del Coro Andrea Faidutti



Calendario
20 gennaio 2011, 20.30, Turno Prime
22 gennaio 2011, 20.30, Turno F
23 gennaio 2011, 17.30, Turno D
28 gennaio 2011, 18.30, Turno B
29 gennaio 2011, 18.30, Turno S2
30 gennaio 2011, 18.30, Turno C
Video



Guarda gli altri video del Teatro



Argomento | Synopsis



Durata
Prima parte 60 minuti
Intervallo 25 minuti
Seconda parte 70 minuti



Appunti sull'opera
Il Teatro Massimo inaugura la Stagione 2011 con la prima rappresentazione assoluta di una nuova opera commissionata per l'occasione: Senso (20-30 gennaio) del compositore milanese Marco Tutino, fra i più rappresentati sulla scena teatrale contemporanea.
Il compositore e l’autore del libretto, Giuseppe Di Leva, si sono ispirati alla omonima novella di Camillo Boito, uscita nel 1883 e resa celebre dalla splendida trasposizione cinematografica di Luchino Visconti nel 1954. L’opera si svolge nei primi anni di vita dello Stato unitario italiano ed è intrisa di profondi dissidi, fra amore, interessi e tradimenti. Una scelta tematica che suggella l'anno di celebrazioni per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia.
I conflitti storici, politici e sociali sono lo sfondo di un dramma in prima persona, quello di Livia Serpieri. In Senso si rispecchia un popolo in guerra, un popolo che cerca la sua liberazione; ma in primo piano, c'è sempre lei, Livia, vittima e carnefice della sua passione. Vuole sacrificarsi per amore, ma alla fine questo diventa Amore-Odio-Vendetta, vuole morire uccidendo...
Che bella storia di melodramma!
Hugo De Ana – che firma regia, scene e costumi – ha immaginato un sontuoso apparato scenico, basato su un caleidoscopio di riflessi che propongono un Risorgimento non didascalico ma immaginifico, in cui non mancano i riferimenti alla cinematografia di Visconti: “Diciamo che in questo spettacolo cercherò di giocare in maniera simbolica, dove teatro, opera, sogno, realtà ed irrealtà si mischiano in continuazione”.

Archivio spettacoli stagione 2011


©2011 Fondazione Teatro Massimo piazza Verdi 90138 Palermo | p.iva 00262030828         Il Teatro Massimo è su        Vota il nostro sito su Google con


Credits
| Contatti | English Version |