Vai all'Archivio del Teatro Massimo
 
Teatro di Verdura
12 luglio 2008, ore 21.15
DANIEL HARDING
London Symphony Orchestra


Direttore Daniel Harding

Richard Strauss Don Juan poema sinfonico op. 20

Igor Stravinsky Suite n. 2 dal balletto “L’Oiseau de feu”
1. Introduction: l’Oiseau de feu et sa danse; variation de l’Oiseau de feu 2. Ronde des Princesses 3. Danse infernale de Kastchei 4. Berceuse 5. Finale di fuoco

Johannes Brahms Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 73
Allegro non troppo
Adagio non troppo
Allegretto grazioso, quasi andantino
Allegro con spirito


Il massimo della musica classica in Inghilterra visita Palermo: la mitica London Symphony Orchestra diretta da Daniel Harding – ex enfant prodige della bacchetta, allievo di Claudio Abbado e di Simon Rattle – considerato unanimemente fra i massimi interpreti del momento, per il primo dei loro due concerti in Italia.

Attualmente Daniel Harding è direttore ospite principale della London Symphony Orchestra, direttore musicale della Swedish Radio Symphony Orchestra e direttore principale della Mahler Chamber Orchestra. In precedenza ha assunto anche la carica di direttore principale della Trondheim Symphony in Norvegia, della Sweden’s Norrköping Symphony e della Deutsche Kammerphilharmonie Bremen. Ospite regolare delle maggiori orchestre del mondo come la Dresden Staatskapelle, i Berliner Philharmoniker, i Wiener Philharmoniker, la Royal Concertgebouw Orchestra, la Leipzig Gewandhausorchester e l’Orchestra Filarmonica della Scala, ha diretto inoltre la Bavarian Radio Orchestra, la Munich Philharmonic, l’Orchestre National de Lyon, la Oslo Philharmonic, la London Philharmonic, la Royal Stockholm Philharmonic, l’Orchestra di Santa Cecilia di Roma, la Rotterdam Philharmonic, e l’Orchestre des Champs-Elysées. Negli Stati Uniti si è esibito con la Philadelphia Orchestra, la Los Angeles Philharmonic e le Orchestre Sinfoniche di Chicago, Atlanta, Baltimora, Houston e Toronto. Per quanto concerne l’opera, ha recentemente diretto all Scala di Milano “Il Castello di Barbablu” di Bartok e “Il Prigioniero” di Luigi Dallapiccola, e ancora “The Turn of the Screw” e “Wozzeck” alla Royal Opera House Covent Garden di Londra; “Don Giovanni” e “Le nozze di Figaro” al Festival di Salisburgo; Idomeneo e Salome alla Scala. Da alcuni mesi Daniel Harding ha firmato un contratto in esclusiva con la Deutsche Grammophon: nel mese di maggio è stato pubblicato il primo cd di questa collaborazione con i Wiener Philharmoniker impegnati nella Sinfonia n°10 di Mahler.

La London Symphony Orchestra – che ha la propria sede nel Barbican Centre nella City di Londra – è considerata una delle orchestre più famose al mondo. Accanto all'attività concertistica la LSO è impegnata in innovativi programmi di istruzione musicale per gli studenti, in innumerevoli sedute di incisione per cd, cinema, radio e televisione, e in un intenso lavoro nel campo della tecnologia informatica applicata alla musica. La LSO Live è l’etichetta più famosa tra quelle di proprietà di un’orchestra ed è regolarmente fra le prime fra quelle di musica classica scaricate con iTunes. A più di un secolo dalla sua formazione, la LSO attrae nelle sue fila eccellenti musicisti, che coniugano la loro attività d'orchestra ad una fiorente carriera come solisti, in formazioni da camera o come insegnanti. Attualmente Direttore Principale è Valery Gergiev, Presidente Sir Colin Davis e Direttori Principali Associati Daniel Harding e Michael Tilson Thomas.


Foto di scena
(Fare click sulle foto per ingrandirle)




Foto Franco Lannino ©Studio Camera