Vai all'Archivio del Teatro Massimo
 
14, 15, 16, 18 marzo 2008
I have a dream
Spettacolo di danza sui percorsi spirituali di uomini e donne del nostro tempo

Ideazione e regia Beppe Menegatti
Coreografia Luciano Cannito e Michele Merola
con interventi di Ileana Citaristi e Tadashi Endo
Direttore Marzio Conti
Scene Italo Grassi
Costumi Elena Mannini
Luci Bruno Ciulli
Consulente musicale Francesco Sodini
Assistenti alla coreografia Giuseppe Della Monica e Luigi Neri
Assistente alla scenografia Anna Bertolotti
Orchestra e Corpo di Ballo del Teatro Massimo

Nuovo allestimento

Prima rappresentazione assoluta
 

Interpreti
Danzatori ospiti
Carla Fracci, Luciana Savignano,
Sabrina Brazzo, Rossella Brescia,
Alessio Carbone, Giuseppe Picone,
Hans Vancol, Tadashi Endo,
Ileana Citaristi, Alisha Mohapatra, Subhalaxmi Samal,
Pragya Priyadarsini Pattanik, Rojalini Srichandan, Saswat Joshi

Voce solista
Rossana Casale
Soprano
Corinna Mologni

Musicisti ospiti
Andrea Ferigo (sitar), Gianni Iorio (bandoneón)Ermanno Dodaro (contrabbasso), Emiliano Begni (pianoforte), Fabrizio La Fauci (batteria), Francesco Consaga (sassofono)

Con la partecipazione straordinaria di Remo Girone
 

Orari e turni
Venerdì 14 marzo 2008 Turno Prime h 20.30
Sabato 15 marzo 2008 Turno B h 16.00
Sabato 15 marzo 2008 Turno F h 21.30
Domenica 16 marzo 2008 Turno D h 17.30
Martedì 18 marzo 2008 Turno S2 h 16.00
Martedì 18 marzo 2008 Turno C h 21.30
 

Durata
Lo spettacolo è in due atti con intervallo e ha una durata di circa 3 ore
 

Percorso tematico e musicale
PRIMA PARTE
Prologo I
Dmitrij Šostakovič, “Arrivo degli attori” da Amleto op. 116a.
Martin Luther King, I have a dream
Morton Gould, “Proclamation”, “Sermon” e “Protest”, da Spirituals per orchestra.
U2/Bono, “M.L.K.”, dall’album The Unforgettable Fire.
Don Lorenzo Milani, “I care” ancora
Anonimo / Caterina Bueno, Storia del grillo e della formica.
Giacomo Puccini, Crisantemi, elegia per quartetto d’archi.
Giacomo Puccini, “Sono andati?”, da La bohème.
Ernesto “Che” Guevara, All’altro lato del fiume
Heitor Villa-Lobos, Bachiana Brasileira n. 5, per voce e 8 violoncelli.
Jorge Drexler, “Al otro lado del río”, dall’album Eco 2.
Edith Stein, Ebrea, Carmelitana, Martire
Johann Sebastian Bach, “Aria”, dalla Suite BWV 1068.
Juri Camisasca, “Il carmelo di Echt” dall’omonimo album.
Francis Poulenc, “Salve Regina” da Dialogues des Carmélites.
Madre Teresa di Calcutta, Poni il tuo amore per Lui nella danza
Christoph Willibald Gluck, “Danza degli Spiriti Beati”, da Orfeo ed Euridice.
Ravi Shankar, “Raga Sindhi Bhairavi” e “Raga Adana”, dal Concerto per Sitar e Orchestra.
Thad Jones, A Child Is Born.

SECONDA PARTE
Prologo II
Dmitrij Šostakovič, “Arrivo degli attori” da Amleto op. 116a.
Anna Politkovskaya. Giornalisti e martiri
Dmitrij Šostakovič, “Introduzione: Adagio”, da The Lady and the Hooligan.
Dmitrij Šostakovič, “Canzone di Ofelia”, da Sette canzoni su versi di Aleksandr Blok op. 127.
Matsuo Bashō. Maestro degli haiku
Albert Ayler, “Goin’ Home”, dall’omonimo album.
Don Giuseppe Puglisi. “Ricorda che Gesù è un poeta”
Popolare siciliano, “Vitti ‘na crozza”.
Marco Betta, Pavana.*
Madri di Plaza de Mayo. Fino alla verità: siempre!
Carlos Gardel, “Volver”.
Astor Piazzolla, “Milonga: Moderato-Poesia-Meno mosso” dal
Concerto per bandoneon, archi e percussioni.
Aung San Suu Kyi. No Excuse. Sangue: Rosso Birmano
U2/Bono, “Walk On”, dall’album All That You Can’t Leave Behind.
Mahatma Gandhi. Ricordo
Wolfgang Amadeus Mozart, “Andante cantabile” dalla Sinfonia in do maggiore Kv 551 “Jupiter”.
Jan Palach. Torcia per la libertà
Francesco Guccini, “La primavera di Praga”, dall’album Due anni dopo.
Sergei Sergeevič Prokof’ev, frammenti da Romeo e Giulietta.
Krzystof Penderecki, frammenti da De natura sonoris n. 2.
Epilogo
Nino Rota, “Andante sostenuto”, dalla Sinfonia sopra una canzone d’amore.


* Opera commissionata per lo spettacolo
 

Foto di scena

(Fare click sulle foto per ingrandirle)























Foto Franco Lannino ©Studio Camera