Vai all'Archivio del Teatro Massimo
 
17, 19, 20, 22, 23, 24 febbraio 2008
Igor Stravinskij
The Rake's Progress
Favola in tre atti
Libretto di Wystan Hugh Auden e Chester Kallman

Direttore Will Humburg
Regia Cesare Lievi
Scene Csaba Antal
Costumi Luigi Perego
Collaboratore alla regia Idelson Da Silva Costa
Luci Bruno Ciulli

Orchestra e Coro del Teatro Massimo
Maestro del Coro Miguel Fabían Martínez

Allestimento del Teatro Comunale di Modena
 

Personaggi e Interpreti
Trulove Daniel Borowski
Anne Carmela Remigio 17, 20, 22, 24 febbraio
Corinna Mologni 19, 23 febbraio
Tom Rakewell Giuseppe Filianoti 17, 20, 22, 24 febbraio
Andreas Wagner 19, 23 febbraio
Nick Shadow Giorgio Surjan 17, 20, 22, 24 febbraio
Franco Pomponi 19, 23 febbraio
Mother Goose Barbara Di Castri 17, 20, 22, 24 febbraio
Lorena Scarlata 19, 23 febbraio
Baba The Turk Julianne Young 17, 20, 22, 24 febbraio
Barbara Di Castri 19, 23 febbraio
Sellem Lorenzo Carola
Il guardiano del manicomio Antonio Barbagallo 17, 20, 23 febbraio
Gianfranco Giordano 19, 22, 24 febbraio
 

Orari e turni
Domenica 17 febbraio 2008 Turno Prime h 20.30
Martedì 19 febbraio 2008 Turno S3 h 18.30
Mercoledì 20 febbraio 2008 Turno B h 18.30
Venerdì 22 febbraio 2008 Turno C h 18.30
Sabato 23 febbraio 2008 Turno F h 20.30
Domenica 24 febbraio 2008 Turno D h 17.30
 

Durata

Primo atto - 45 minuti
Intervallo - 20 minuti
Secondo atto - 50 minuti
Intervallo - 20 minuti
Terzo atto - 55 minuti
Durata complessiva 3 ore e 10 minuti

 

Argomento

Atto I
Quadro primo
Tom Rakewell è un giovanotto che fin dall’adolescenza ha deciso di condurre una vita facile. La sua indole preoccupa Trulove, suo futuro suocero, che gli annuncia di aver trovato per lui un impiego in banca. Tom rifiuta: è convinto di poter vivere alla giornata e soddisfare tutti i suoi desideri; Anne, la dolce fidanzatina, non se la sente di contrariarlo. Appare Nick Shadow con la notizia della morte di uno zio sconosciuto e della designazione di Tom a erede di un enorme patrimonio. Questi si lascia indurre da Nick a partire immediatamente per Londra e scambia con la fidanzata un tenero addio. Prima del congedo, lo stesso Nick si rivolge al pubblico annunciando che “la carriera di un libertino” sta per cominciare.

Quadro secondo
Per iniziare Tom ad un vita gaudente, Shadow lo introduce nella casa di Mamma Goose, dove ragazze compiacenti e giovani crapuloni inneggiano all’amore. Tom subisce un severo interrogatorio sulle sue propensioni al libertinaggio; la sua sicurezza vien meno solo al ricordo di Anne. Mamma Goose lo reclama vantando il diritto di anzianità.

Quadro terzo
Anne è senza notizie di Tom e si sente abbandonata; percepisce però che Tom ha bisogno di lei e decide allora di andare a cercarlo a Londra.

Atto II
Quadro primo
Nel soggiorno della sua casa londinese, Tom si mostra annoiato della vita oziosa che sta conducendo e pensa con nostalgia ad Anne. Arriva Nick e con sottili argomenti lo induce a sposare Baba la Turca, una donna barbuta attrazione del Luna Park di St. Gilles. Le insinuazioni di Nick alludono alla vera libertà che si realizza sfidando il desiderio e la coscienza.

Quadro secondo
Anne ha trovato la casa di Tom ma non osa entrare. Preceduto da un corteo di servitori arriva Tom, commosso dalla presenza inaspettata di Anne. A richiamarlo alla realtà ci pensa però Baba la Turca che da una portantina si lamenta della sosta; Tom è costretto a confessare ad Anne che quella donna è sua moglie. Mentre Anne si allontana addolorata, Baba muove verso casa pavoneggiandosi fra una piccola folla di curiosi.

Quadro terzo
A casa di Tom, Baba chiacchiera, instancabile e intollerante; fra i due scoppia un litigio. Entra Nick Shadow con una macchina portentosa che pare abbia il potere di trasformare i sassi in pane. Tom si interessa della scoperta e acconsente a finanziarne il lancio per liberare il mondo dalla fame e dal dolore.

Atto III
Quadro primo
La casa di Tom è in rovina e un banditore, Sellem, vende il mobilio all’asta. Ritorna Anne e Baba le si rivolge consigliandole di rintracciare Tom per rimetterlo sulla buona strada.

Quadro secondo
Di notte in un cimitero, Nick reclama da Tom il compenso pattuito; ma non desidera denaro: vuole l’anima del compagno e la mette in palio in una partita a carte. Tom riesce a vincere con l’aiuto dell’amore di Anne. Nick sprofonda nella fossa ma riesce a togliere a Tom la ragione.

Quadro terzo
In manicomio, Tom prepara festeggiamenti a Venere. Arriva in visita Anne che, avvisata dal guardiano, deve fingersi Venere e chiamare il fidanzato col nome di Adone. entra anche Trulove che tenta di portarsi via la figlia ammonendola che “la favola è finita”. Tom sente la morte ormai vicina; invoca Orfeo e invita le ninfe e i pastori a piangere per Adone. Prima che il sipario cali, torna Nick e con tutti i personaggi intona la morale della favola: il denaro trova un lavoro a tutti gli oziosi.

 

Foto di scena

(Fare click sulle foto per ingrandirle)














Foto Franco Lannino ©Studio Camera