Go to the Teatro Massimo Archive homepage
11 luglio 2006, ore 21.15
Hollywood dreams

Direttore Arthur Fagen
Armonica Robert Bonfiglio

Orchestra e coro del Teatro Massimo


Programma

Carl Orff
Carmina burana (O fortuna)

Tradizionale
Shenendoah

Rodgers & Hammerstein
The sound of music

Harry Mancini
The Pink Panther

Leroy Anderson
The Syncopated Clock

Irving Berlin
Suite

Stephen Foster
Suite (arr. Robert Bonfiglio)

John Philip Sousa
Stars and Stripes for ever

Lalo Schifrin/Danny Elfman
Mission: Impossible

John Williams
Raiders of the Lost Ark
Adventures on the Earth (da E. T. The Extra-Terrestrial)
Wondrous World (da Harry Potter and the Sorcerer’s Stone)
Double Trouble (da Harry Potter and the Prisoner of Azkaban)
Star Wars

Robert Bonfiglio
Elvis at the Movies



Note

Se molta dell’identità musicale popolare degli Stati Uniti è legata al nome di autori “storici” come John Philip Sousa (Stars and Stripes for ever), Stephen Foster (Oh Susanna, Jeannie With the Light Brown Hair, Beautiful Dreamer, My Old Kentucky Home), Leroy Anderson (The Syncopated Clock, Blue Tango, Sleigh Ride, The Late Show) e Irving Berlin autore di musical, canzoni e musiche per film (Ziegfield Follies, Annie get your gun, God Bless America, White Christmas), è proprio dai film, dai classici di ieri e dai recenti successi, che provengono moltissime delle musiche scritte in America ma conosciute e riconosciute in tutto il mondo.
Musiche che rievocano altrettante icone del grande cinema hollywoodiano: Julie Andrews governante dei sette ragazzi von Trapp nel sentimentale The sound of music di Robert Wise (1965), Peter Sellers disastroso ispettore di polizia francese alla ricerca di un favoloso diamante rubato in The Pink Panther di Blake Edwards (1964), fino agli epici eroi delle Star Wars di George Lucas, all’alieno smarrito sulla terra in E. T. e all’archeologo-avventuriero Indiana Jones di Steven Spilberg e alle recentissime, stregonesche avventure di Harry Potter.