Un fine settimana nel segno di Mozart

Un fine settimana nel segno di Mozart

2 Feb 2011

 

sabato 5 febbraio ore 18.30 - domenica 6 febbraio ore 18.30

 

 

La Stagione concertistica 2011 prosegue con due concerti nel prossimo fine settimana (sabato 5 e domenica 6, ore 18.30) dedicati principalmente al repertorio mozartiano.

Ospiti dell’Orchestra del Teatro Massimo saranno due solisti di fama internazionale impegnati anche come direttori.

 

Protagonista dell’appuntamento di sabato 5 febbraio (ore 18.30) l’oboista Hansjörg Schellenberger, già primo oboe dei Berliner Philharmoniker, che ha scelto un programma che comprende alcune delle più amate e celebri pagine del compositore di Salisburgo, in cui hanno particolare rilievo gli strumenti a fiato. Nel dettaglio saranno eseguiti: l’ouverture dall’opera “Così fan tutte”, la Sinfonia n. 38 in re maggiore K 504 “Praga”, il celebre Concerto per oboe in do maggiore K 314 e, in chiusura, la Sinfonia n. 40 in sol minore K 550.


 

 

Domenica pomeriggio (6 febbraio, ore 18.30) il podio sarà invece per un divo dell’archetto, il violinista Shlomo Mintz che invece eseguirà e dirigerà nella prima parte i concerti mozartiani K 216 e k 218, mentre nella seconda parte guiderà l’Orchestra del Teatro nella Sinfonia n. 9 D 944 “La Grande” di Schubert.

 

Due appuntamenti quindi da non perdere con il repertorio classico.

Hansjörg Schellenberger direttore e oboe solista
Nato a Monaco di Baviera nel 1948 e cresciuto vicino Regensburg, Hansjörg Schellenberger è considerato l’oboista più rappresentativo della contemporaneità. Già primo oboe dei Berliner Philharmoniker dal 1980 al 2001, ha insegnato dal 1985 al 1998 all’Accademia Chigiana di Siena. Fra i fondatori dell’Ensemble Wien-Berlin e fondatore del Berlin Haydn Ensemble, si è esibito con continuità con direttori come Herbert von Karajan, Carlo Maria Giulini, Riccardo Muti, Zubin Mehta e Claudio Abbado e ha sempre coltivato la direzione d’orchestra. Dopo aver diretto una serie di concerti con l’Orchestra di Padova e del Veneto, è stato invitato dall’Orquesta de la Comunidad de Madrid, dalla Jerusalem Symphony Orchestra, dall’Orquesta de Valencia, dall’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, dalla Camerata Salzburg, dalla Orchestra Nazionale Spagnola, dalla NHK Symphony Orchestra, dall’Orchestra Verdi, dalla Deutsche Rundfunkorchester e da molte altre compagini di prestigio. Dal 2000 insegna oboe alla Escuela Superior de Musica Reina Sofia di Madrid, dove tiene anche i corsi di musica d’insieme per strumenti a fiato. La sua discografia, assai nutrita, vanta oltre cinquanta CD per le maggiori etichette oltre che con la casa discografica che ha fondato dieci anni fa, Campanella Musica.

 

 

Shlomo Mintz direttore e violino solista
Considerato uno dei maggiori violinisti del nostro tempo, Shlomo Mintz è stimato per la sua impeccabile musicalità, versatilità stilistica e padronanza tecnica. Collabora regolarmente con le orchestre più celebri e i direttori più noti della scena internazionale, esibendosi in recital e concerti di musica da camera in tutto il mondo. Ha vinto numerosi premi di prestigio, quali quellodell’Accademia Musicale Chigiana di Siena, il Diapason d’Or, il Grand Prix du Disque, il Gramophone Award e l’Edison Award. Dal 2004 incide per AVIE Records diLondra. Nato a Mosca nel 1957, due anni dopo è emigrato con la famiglia in Israele dove ha iniziato a studiare con Ilona Feher. A undici anni ha debuttato con la Israel Philarmonic Orchestra; a sedici alla Carnegie Hall con la Pittsburgh Symphony Orchestra, quindi ha continuato gli studi con Dorothy DeLay alla Juilliard School of Music di New York. È impegnato nella direzione d’orchestra dall’età di diciotto anni. È inoltre Consigliere Musicale della Israel Chamber Orchestra, Consigliere Artistico e Principale Direttore Ospite della Maastricht Symphony Orchestra e Principale direttore ospite della Zagreb Philharmonic Orchestra per quattro anni dalla stagione 2008/09
Impegnato in corsi e masterclass, è tra i fondatori e i sostenitori del Keshet Eilon International Violin Mastercourse in Israele, un programma estivo di livello avanzato per giovani violinisti di talento che convergono da tutto il mondo a Kibbutz Eilon. È invitato nelle giurie di importanti concorsi internazionali di violino, come il Caikovskij di Mosca, la Queen Elisabeth International Music Competition di Bruxelles, la International Henryk Wieniawski Competition di Poznan e, dal 2002, è presidente di giuria della Sion Valais International Violin Competition.

 

 

Prossimo appuntamento con la stagione di concerti 2011 del Teatro Massimo è il 9 e il 13 marzo con due concerti dedicati a Gustav Mahler nel centenario della morte.

 

Costo dei biglietti: da euro 8 a euro 30 (esclusi diritti di prevendita).

Oltre alle consuete categorie che usufruiscono dei biglietti ridotti, per la Stagione concertistica 2011, gli studenti sotto i 25 anni possono acquistare i biglietti del settori 5, 6 e 7 con uno sconto del 50% sull’intero.

Riduzioni
Fino a 28 anni e oltre i 65, soci Uncalm, gruppi (minimo 20 persone per la stessa data). Per i disabili in sedia a rotelle e i loro accompagnatori sono disponibili 4 posti in platea al prezzo intero del settore 6. Studenti fino a 25 anni: sconto del 50% nei settori 5, 6 e 7. Abbonati opere e balletti 2011: biglietti ridotti alla Stagione di concerti 2011. Per tutte le riduzioni è necessario presentare un’attestazione e/o un documento di identità.
La disponibilità dei biglietti può essere costantemente verificata tramite la vendita online sul sito www.teatromassimo.it oppure tramite il call center nazionale al numero 800 90 70 80 (+39 06 48078400). È possibile acquistare i biglietti anche presso le rivendite autorizzate del circuito Amit-vivaticket www.vivaticket.it

La biglietteria del Teatro è aperta tutti i giorni tranne il lunedì dalle ore 10 alle ore 15.

 

Per ulteriori informazioni, fotografie, video e richieste di accredito rivolgersi al seguente indirizzo email: document.write('stampatm@teatromassimo.'+'it');">  (Floriana Tessitore).

 

 

Palermo, 2 febbraio 2011 f.t.

 

Floriana Tessitore
responsabile

ufficio stampa ed editoria
Teatro Massimo