STÉPHANE DENÈVE AL TEATRO MASSIMO

STÉPHANE DENÈVE AL TEATRO MASSIMO

5 Nov 2004

Domenica 7 novembre, alle ore 21, nuovo appuntamento con l’Orchestra del Teatro Massimo: sul podio il maestro Stéphane Denève, pianista Marisa Tanzini. Il programma della serata è il seguente: Pelléas et Mélisande, suite per orchestra Op.80 di Gabriel Fauré; Variations symphoniques per pianoforte e orchestra di César-Auguste Franck; La tragédie de Salomé per orchestra Op.50 di Florent Schmitt. Stéphane Denève Diplomato presso il Conservatorio di Parigi, dove nel 1995 gli è stato conferito il Primo premio, ha intrapreso la sua carriera come assistente di Sir George Solti nella produzione del Castello di Barbablù con l’Orchestre de Paris nel 1995 e in quella del Don Giovanni presso l’Opéra di Parigi nel 1996. È stato inoltre collaboratore di Georges Prêtre per Turandot all’Opéra di Parigi nel 1997 e di Seiji Ozawa per Les dialogues des Carmélites al Saito Kinen Festival del 1998. Durante gli ultimi anni ha consolidato la collaborazione con orchestre quali l’Orchestre National de Bordeaux-Aquitaine, l’Orchestre Philharmonique de Strasbourg e l’Orchestre National d’Ile de France. Nel dicembre 1997 ha debuttato in Germania con Die Zauberflöte presso la Deutsche Oper am Rhein di Dusseldorf. Tra le orchestre con cui ha collaborato nel corso delle ultime stagioni citiamo la Royal Stockholm Philharmonic, la Sydney Symphony, la Filarmonica di San Pietroburgo, l’Orchestre de Paris, l’Orchestre National de France, la Suisse Romande Orchestra, la Gothenburg Symphony Orchestra, la Dusseldorf Symphony, la Liège Philharmonic, la Luxembourg Philharmonic e l’Orchestre National du Capitole de Toulouse. Nel corso della stagione 2001-02, oltre ad avere debuttato con la National Symphony Orchestra a Washington, ha diretto rappresentazioni de Les dialogues des Carmélites, Così fan tutte, Die Zauberflöte, La bohème e Don Quichotte presso l’Opéra di Parigi, oltre a Traviata all’Opera di Colonia, Faust a Salisburgo, Peter Grimes all’Opéra di Montpellier, Pelléas et Mélisande, Erwartung e Il castello di Barbablù all’Opera di Cincinnati, dove è tornato più volte. Di recente si è esibito con la Saint Louis Symphony, la Cincinnati Symphony, la Houston Symphony, la Toronto Symphony, la Bournemouth Symphony Orchestra, la Rotterdam Philharmonic, la New Japan Philharmonic. All’inizio del 2004 è ritornato all’Opéra di Parigi per una nuova produzione di Peter Grimes, debuttando poco dopo alla Royal Opera House Covent Garden sul podio di Così fan tutte. Marisa Tanzini Nata a Palermo, ha studiato pianoforte e composizione presso il Conservatorio della sua città, diplomandosi giovanissima con il massimo dei voti, la lode e un encomio speciale. Dopo avere ottenuto il Primo premio al concorso dell’Accademia Musicale Napoletana, ha vinto all’età di diciassette anni il Premio pianistico nazionale italiano. In seguito ha frequentato i corsi di perfezionamento del Conservatorio di Mosca distinguendosi per le sue doti tecniche ed interpretative e collaborando con le più prestigiose istituzioni musicali di Mosca e San Pietroburgo. Svolge una intensa attività concertistica in Europa, Sud America, Giappone e Stati Uniti ed è regolarmente invitata ad esibirsi per istituzioni quali il Berliner Festwochen, il Festival pianistico internazionale di Bergamo e Brescia, la Primavera di Praga, il Festival di Ravello, il Festival di Spoleto, il Festival di Charleston, il Ludwigsburger Festspiel, il Festival De Falla, il Festival internazionale di San Pietroburgo e le Settimane Internazionali di Sofia. Ha suonato all’Auditorio Nacional de Madrid, al Palau de la Musica di Valencia, al Megaron di Atene, alla Salle Pleyel di Parigi, al Teatro Massimo di Palermo e presso i teatri di Bologna, Trieste e Genova. Tra le orchestre con cui ha collaborato ricordiamo la Filarmonica di Dresda, la Westdeutsche Rundfunk, la Nordeutsche Rundfunk, la Berliner Sinphoniker Orchester Rundfunk, la RIAS Berlin, la Guerznich Orchester, la Weimar Staatskapelle, l’Orchestra Sinfonica Nazionale d’Irlanda, la Yomiyuri Nippon Symphonic Orchestra, l’Orchestra Sinfonica di Città del Messico, nonché le Orchestre della Radiotelevisione Belga, di Atene, della Rai di Roma, Napoli, Milano e Torino, l’Orchestra Sinfonica Siciliana e l’Orchestra Regionale della Toscana.
L’Ufficio Stampa
Palermo, 5 novembre 2004