Stagione sinfonico-corale 2013 del Teatro Massimo di Palermo: festeggiamenti per il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi

Stagione sinfonico-corale 2013 del Teatro Massimo di Palermo: festeggiamenti per il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi

11 Gen 2013

Inaugurazione il 30 gennaio con Daniel Oren sul podio di Orchestra e Coro del Massimo

 

 

Rinnovo abbonamenti dal 12 al 20 gennaio

Nuovi abbonamenti dal 22 al 27 gennaio

 

 

 

“La nuova Stagione sinfonico-corale del Teatro Massimo – afferma il Commissario Straordinario della Fondazione, il Prefetto Fabio Carapezza Guttuso – si propone di dare spazio paritario a Orchestra e Coro del Teatro. Tale idea ben si adatta alle celebrazioni del musicista “nazionale”, Giuseppe Verdi cui dedicheremo molti dei programmi concertistici. Il varo di questo segmento della programmazione 2013 coincide poi con la presentazione dei consulenti artistici che ho chiamato ad affiancarmi in questi mesi a Palermo, Eytan Pessen (pianista e direttore artistico della Semperoper di Dresda) e Lorenzo Amato (regista e direttore artistico della Stagione di Prosa del Teatro Verdi di Salerno), due esperti che sapranno condurre al meglio la programmazione attuale e costruire un percorso di qualità per il futuro del Teatro Massimo. Non dimentichiamoci che, fra poco più di una settimana, si inaugura la stagione operistica con uno degli spettacoli più attesi dall'intero mondo musicale internazionale, “Das Rheingold”, prologo del “Ring” di Richard Wagner, in una nuova produzione firmata dal regista Graham Vick. Durante questo primo mese di lavoro a Palermo ho cercato di ascoltare le esigenze interne ed esterne del Teatro, per mettere in luce tutte quelle realtà lavorative rimaste spesso in ombra ma anche ascoltando le voci di coloro che il Teatro lo vivono da fruitori e appassionati, come ad esempio l'Associazione Amici del Teatro Massimo con cui stiamo rinvigorendo i rapporti e la neonata Associazione dei Giovani per il Teatro Massimo che ci fa ben sperare sulla presenza di nuovo pubblico per il teatro d'opera”.

 

 

La nuova Stagione di Concerti del Teatro Massimo si inaugura il prossimo 30 gennaio e si caratterizza in primo luogo per l'ampio spazio dedicato alle pagine di Verdi (in coincidenza con il bicentenario dalla nascita). In particolare il primo semestre della Stagione sarà caratterizzato dal repertorio italiano, dal Settecento ai nostri giorni, con Vivaldi, Rossini, Verdi e Betta; invece nel secondo semestre, i programmi musicali abbracceranno il repertorio sinfonico europeo con Mozart, Beethoven, Cajkovskij, Stravinsky e Shostakovich.

Il concerto inaugurale della Stagione di Concerti (30 gennaio) segna il ritorno sul podio del Teatro Massimo di uno dei più noti direttori operistici dei nostri giorni, Daniel Oren; al suo fianco due celebri voci verdiane, Kristin Lewis e Fabio Sartori. L'omaggio a Verdi, è completato (14 e 17 maggio) con due appuntamenti diretti da un altro fra i più noti interpreti del repertorio italiano, Stefano Ranzani, alla guida anche questa volta di Orchestra e Coro del Massimo.

 

Le Quattro Stagioni di Vivaldi saranno invece protagoniste del concerto del 9 marzo con la direzione e l'intervento solistico di Federico Guglielmo, violinista di straordinaria versatilità nonché eccellente interprete del repertorio antico. Ancora repertorio italiano il 23 maggio con lo Stabat Mater di Rossini (altro compositore cui è dedicato molto spazio nella programmazione artistica 2013 del  Massimo) diretto da un suo fine interprete e conoscitore, Bruno Campanella, e la partecipazione di quattro solisti giovani ma assai affermati: Maria Grazia Schiavo, Dmitry Korchak, Ugo Guagliardo e soprattutto la palermitana Marianna Pizzolato che debutta al Massimo dopo aver raccolto il plauso dei maggiori palcoscenici del mondo. L'ultimo appuntamento del primo semestre (29 maggio), diretto da George Pehlivanian è con le musiche di uno dei più noti compositori dei nostri giorni, Marco Betta, che presenterà un brano in prima per Palermo “La nuit s'enfuit”.

 

A settembre si ricomincia con una sorta di piccolo “festival Cajkovskij” in due appuntamenti  diretto da Omer Meir Wellber, uno dei più talentuosi direttori delle nuove generazioni che a soli 30 anni ha già conquistato i più grandi teatri d'opera italiani ed esteri, e che in questi ultimi anni ha stabilito con il Teatro Massimo un rapporto preferenziale; al suo fianco si alterneranno due eccellenti virtuosi come il violinista Sergej Krylov (26 settembre) e il pianista Alexander Melnikov (29 settembre). Quindi il 20 ottobre il ritorno a Palermo di Julia Jones, bacchetta esperta del classicismo viennese, con un programma dedicato a Mozart e Beethoven e infine, chiusura di Stagione il 29 ottobre con Pietari Inkinen – già impegnato nel Ring di Wagner – e il violinista Mikhail Ovrutsky per il primo Concerto di Šostakovic e, nella seconda parte, un titolo paradigmatico del Novecento storico, impegnativo banco di prova per tutte le orchestre sinfoniche: Le Sacre du printemps di Igor Stravinsky, del quale nel 2013 si festeggia il centenario dalla prima esecuzione.

 

 

I concerti saranno infine parte integrante del Turno di abbonamenti S2, esclusivamente dedicato alle scuole composto da tre opere, un balletto e due concerti. Una scelta che sottende il desiderio di offrire una proposta culturale più ampia che si arricchisce all’insegna dell’eterogenea completezza di generi e contesti storico-stilistici: ai due estremi Nabucco di Verdi (27 marzo), in occasione del bicentenario della nascita del compositore italiano, e Lo Schiaccianoci di Cajkovskij (20 dicembre), quindi la prova generale dell’Aida di Verdi (10 aprile), quella del Barbiere di Siviglia di Rossini (15 settembre) e quelle di due concerti sinfonici: il primo dedicato a Pëtr Il’ic Cajkovskij (28 settembre, direttore Omer Meir Wellber), il secondo a Mozart e Beethoven (18 ottobre, direttore Julia Jones). Come sempre, le scuole abbonate, potranno richiedere il ciclo di guide all’ascolto preparatorie agli spettacoli.

 

 

 

Stagione di concerti 2013

Rinnovo degli abbonamenti dal 12 al 20 gennaio
Nuovi abbonamenti dal 22 al 27 gennaio

Costo degli abbonamenti da 110 a 220 euro ( per gli studenti da 70 a 110 euro).
Rinnovo esclusivamente presso la Biglietteria del Teatro Massimo; nuovi abbonamenti anche online

Biglietti dal 29 gennaio

 

Costo dei biglietti da euro 8 a euro 50, online, presso la Biglietteria del Teatro Massimo, i punti vendita autorizzati del circuito Amit-Vivaticket e attraverso il numero verde 800907080, per le chiamate dall’estero e dai cellulari tel. +39 0648078400 (costo dei biglietti da 8 a 50 euro). La prenotazione (effettuabile anche per telefono, email, fax 0916053391) decade automaticamente dopo 15 giorni e comunque tre giorni prima dello spettacolo.


Riduzioni fino a 28 anni e oltre i 65, soci Uncalm, gruppi (minimo 20 persone per la stessa data). Per i disabili in sedia a rotelle e i loro accompagnatori sono disponibili 4 posti in platea al prezzo intero del settore 6.
Studenti fino a 25 anni: sconto del 50%.
Abbonati Opere e Balletti 2013: abbonamenti e biglietti ridotti alla Stagione di Concerti 2013.
Per tutte le riduzioni è necessario presentare un’attestazione e/o un documento di identità.

Turno S2 Le prenotazioni si possono effettuare dal 28 gennaio al 28 febbraio via fax o email ai seguenti recapiti: fax 0916053342 /

 

Segui il Teatro Massimo su FacebookTwitter e Youtube.
Per ulteriori informazioni e fotografie, utilizzare l’indirizzo email: document.write('stampatm@teatromassimo.'+'it');">.

 

Palermo, 11 gennaio 2013 (f.t.) 

 

 

Stagione 2013 di Concerti

 

mercoledì 30 gennaio ore 20.30

Omaggio a Verdi I

Arie, cori e pagine sinfoniche dalle opere Nabucco, Macbeth, Il trovatore, Luisa Miller,

Simon Boccanegra, Aida, La forza del destino, I Lombardi alla prima Crociata, La traviata

Direttore Daniel Oren

Soprano Kristin Lewis

TenoreFabio Sartori

Orchestra e Coro del Teatro Massimo

 

 

sabato 9 marzo ore 18.30

A. Vivaldi Le quattro Stagioni

G. Rossini Sonate a quattro per archi n. 1, 3 e 6

Direttore e solista Federico Guglielmo

Orchestra del Teatro Massimo

 

 

martedì 14 maggio ore 20.30

Omaggio a Verdi II

Arie, cori e pagine sinfoniche dalle opere La traviata, Il trovatore, I Vespri siciliani,

La forza del destino, Don Carlo

Direttore Stefano Ranzani

Soprano Anna Pirozzi

Tenore Giorgio Berrugi

Baritono Dalibor Jenis

Orchestra e Coro del Teatro Massimo

 

 

venerdì 17 maggio ore 20.30

Omaggio a Verdi III

Arie, cori e pagine sinfoniche dalle opere Macbeth, Un ballo in maschera, Ernani, Otello

Direttore Stefano Ranzani

Soprano Tatiana Serjan

Tenore Aquiles Machado

Baritono Claudio Sgura

Orchestra e Coro del Teatro Massimo

 

giovedì 23 maggio ore 20.30

G. Rossini Stabat Mater

Direttore Bruno Campanella

Soprano Maria Grazia Schiavo

Tenore Dmitry Korchak

Mezzosoprano Marianna Pizzolato

Basso Ugo Guagliardo

Orchestra e Coro del Teatro Massimo

 

 

mercoledì 29 maggio ore 20.30

M. Betta La nuit s’enfuit per coro di voci bianche e orchestra prima esecuzione a Palermo, nuova commissione del Teatro Massimo

Direttore George Pehlivanian

Orchestra, Coro e coro di voci bianche del Teatro Massimo

 

 

giovedì 26 settembre ore 20.30

P. I. Cajkovskij Concerto per violino e orchestra in Re maggiore op. 35

P. I. Cajkovskij Sinfonia n. 5 in Mi minore op. 64

Direttore Omer Meir Wellber

Violino Sergej Krylov

Orchestra del Teatro Massimo

 

 

domenica 29 settembre ore 18.30

P. I. Cajkovskij Concerto per pianoforte e orchestra in Si bemolle minore n. 1 op. 23

P. I. Cajkovskij Sinfonia n. 6 in Si minore op. 74 “Patetica”

Direttore Omer Meir Wellber

pianoforte Alexander Melnikov

Orchestra del Teatro Massimo

 

 

domenica 20 ottobre ore 18.30

W.A. Mozart Sinfonia n. 36 K.v.425 in do maggiore “La Linz”

L.van Beethoven Sinfonia n. 7 in la maggiore op.92

Direttore Julia Jones

Orchestra del Teatro Massimo

 

 

martedì 29 ottobre ore 20.30

D. Shostakovich Concerto per violino e orchestra n. 1 op. 99

I. Stravinsky Le Sacre du Printemps

Direttore Pietari Inkinen

violino Mikhail Ovrutsky

Orchestra del Teatro Massimo

 

 

 

 

 

EYTAN PESSEN

Eytan Pessen è attualmente direttore artistico della Semperoper di Dresda. Dal 2007 al 2010 è stato consulente artistico del festival RUHR.2010. Fino al 2006 è stato direttore del Casting e dei Progetti artistici al Teatro di Stoccarda, più volte nominato “Teatro dell’anno”. Ha tenuto master class al Teatro di Francoforte, alla Theaterakademie a Monaco di Baviera, alla Scuola dell’Opera di Bologna, alla Meistersinger Akademie, alla Israeli Opera di Tel Aviv e all’Opera di San Francisco. Come maestro collaboratore ha tenuto concerti in tutto il mondo, recentemente anche al Festival Rheingau, alla Berlin Philharmonie, insieme ai Bochumer Symphoniker, al Festival Rossini Bad Wildbad, al teatro di Darmstadt e al festival di Miscolcz. Nato a Israele, si è formato all’Accademia Rubin di Tel Aviv, al Curtis Institute of Music di Philadelphia e alla Juilliard School in New York. È spesso membro della giuria di concorsi internazionali di canto.

 

 

LORENZO AMATO

Avvicinatosi alla professione registica sin da giovanissimo, comincia a svolgere l’attività di attore in teatro, cinema e televisione subito dopo il liceo. Protagonista di numerose serie televisive Rai e Mediaset, è stato diretto da registi storici come Nanni Loy, Carlo Lizzani e Serghej Bondarciuk. Dal 1996 lavora prevalentemente in teatro. Nel 2003 debutta come regista realizzando da allora numerosi spettacoli di prosa. Nel 2007 debutta nella regia lirica con La rondine di Puccini al Festival di Torre del Lago, nel 2010 ha firmato Il barbiere di Siviglia e Tosca, nel 2011 la prima assoluta di Mameli Ruggero Leoncavallo al Vittorio Emanuele di Messina, quindi Cavalleria Rusticana e Pagliacci, nel 2012 La bohème al Sam Carlo di Napoli, quindi Madama Butterfly a Salerno. Dal 2007 è Direttore artistico della Stagione di prosa del Teatro Municipale Giuseppe Verdi di Salerno. Diplomato in pianoforte al Conservatorio di Santa Cecilia e perfezionatosi all’Accademia Chigiana, si è laureato in Storia della Musica all’Università di Roma “La Sapienza”.