Stagione 2009 al Teatro Massimo: undici opere, due balletti e una ricca stagione di concerti

Stagione 2009 al Teatro Massimo: undici opere, due balletti e una ricca stagione di concerti

25 Lug 2008

Si delinea così uno dei cartelloni più ricchi della produzione lirica italiana, in cui accanto ad alcuni classici del melodramma, si affiancano opere di più rara esecuzione, una delle quali in prima rappresentazione a Palermo. Gli spettacoli della Stagione 2009 propongono una visione multiforme dei rapporti sentimentali.
Dell’amore, costante di tutta la drammaturgia, verranno analizzati i tratti più ossessivi, violenti, contraddittori e tragici.

L’inaugurazione avrà luogo il 24 gennaio (repliche fino al 31) con un nuovo allestimento del Lohengrin di Richard Wagner, opera di grande impatto scenico e vocale, assente da oltre quarant’anni da Palermo e per la prima volta proposta nella versione originale in tedesco. Seguirà (21 febbraio – 1 marzo) un titolo molto amato dai melomani come Adriana Lecouvreur di Francesco Cilea. Il 16 aprile debutterà a Palermo Die tote Stadt, capolavoro del compositore austriaco Erich Wolfgang Korngold, opera del 1920 che proietta gli ultimi echi del tardo romanticismo in piena temperie espressionista mitteleuropea (repliche fino al 23 aprile). Dal 10 al 17 giugno invece l’umorismo venato di cinismo del Così fan tutte di Wolfgang Amadeus Mozart.
Prima di partire per la Finlandia, dove le compagini del Teatro saranno ospiti del prestigioso Festival operistico di Savonlinna, la lirica tornerà sul palcoscenico all’aperto del Teatro di Verdura (4–9 luglio) con la riproposta di Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni nel tradizionale abbinamento con Pagliacci di Ruggero Leoncavallo. L’allestimento sarà quello firmato da Lorenzo Mariani e Maurizio Balò che ha debuttato nel 2007 al Massimo, è andato in tournée in Giappone e ripartirà appunto per la Finlandia insieme con I Puritani.
Dal 19 al 27 settembre torna sulla scena del Teatro Massimo la commovente vicenda della  pucciniana Madama Butterfly. Quindi due titoli di Giuseppe Verdi, il più raro Simon Boccanegra (23–29 ottobre) e il celeberrimo Rigoletto (22 novembre – 2 dicembre).
Due saranno gli appuntamenti con il balletto classico: Romeo e Giulietta di Sergej Prokof’ev (15–21 maggio) e La bella addormentata su musica di Pëtr Il’ič ÄŒajkovskij (17–23 dicembre).
La Stagione sinfonico–corale, che si aprirà il 4 febbraio, vedrà alternarsi sul palcoscenico  e sul podio dell’Orchestra e del Coro del Teatro solisti e direttori di fama internazionale, impegnati tra l’altro nella realizzazione in forma di concerto del Faust di Charles Gounod (20–22 marzo).
Come è ormai tradizione, i dettagli sulla programmazione 2009 saranno resi noti in autunno, in coincidenza con la ripresa delle attività della Stagione 2008 che prevede ancora I Puritani di Vincenzo Bellini (21–28 settembre), Da una casa di morti di Leos Janáček (16–22 ottobre), il balletto Carmen di Luciano Cannito (4–6 novembre), Aida di Giuseppe Verdi (26 novembre – 7 dicembre) e Il lago dei cigni su musica di Pëtr Il’ič ÄŒajkovskij (18–23 dicembre).

Rinnovo abbonamenti ai Turni Prime, B, C, D, F: dal 7 ottobre al 6 novembre
Nuovi abbonamenti ai Turni Prime, B, C, D, F: dal 9 novembre al 16 dicembre
Nuovi abbonamenti ai Turni S1 e S2: dal 2 al 16 dicembre
Per ulteriori informazioni, utilizzare il seguente indirizzo email: document.write('stampatm@teatromassimo.'+'it');">

Palermo, 25 luglio 2008       

L’Ufficio Stampa