Sala gremita da centinaia di under 35 per l’opera di Henze diretta da Emma Dante

Sala gremita da centinaia di under 35 per l’opera di Henze diretta da Emma Dante

16 Gen 2015

Domenica il Teatro Massimo si riempie di ragazzi per l’antegenerale di Gisela! E parte un pacchetto promozionale: 3 spettacoli a partire da 80 euro

Sala gremita da centinaia di under 35 per l’opera di Henze diretta da Emma Dante
 
L’iniziativa con l’associazione Giovani per il Teatro Massimo: posto unico a 10 euro
 
PALERMO. Un Teatro Massimo pieno di giovani, quello che domenica alle 17.30 accoglierà la prova antigenerale di “Gisela!” di Hans Werner Henze, l’opera con la regia di Emma Dante che mercoledì 21 inaugurerà in prima nazionale la stagione del Teatro. Centinaia di ragazzi, tutti under 35, affolleranno la platea, i palchi, il loggione, grazie all’iniziativa avviata in collaborazione con l’associazione Giovani per il Teatro Massimo. Molti saranno in abiti scuri e sneakers, richiesto a tutti un accessorio rosso. Posto unico a 10 euro in biglietteria, assegnato secondo l’ordine di arrivo.
Prova identica alla generale, con costumi, scene e luci, con la sola differenza che nell’antigenerale lo spettacolo si può fermare – ma succede molto di rado - a richiesta del direttore d’orchestra o del regista.
 
“Un’importante iniziativa– dice il sovrintendente della Fondazione Teatro Massimo, Francesco Giambrone – per avvicinare i giovani all’opera, particolarmente stimolante in occasione di uno spettacolo di grande impatto visivo e con una regista che parla il linguaggio del contemporaneo”.
 
“Chi pensa che la lirica sia formale o polverosa si sbaglia di grosso – dice Walter Vitale, presidente dell’associazione Giovani per il Teatro Massimo -  chi viene si accorge di quanto l’atmosfera sia elettrizzante e lontana da certi stereotipi. Nei nostri due anni d’attività abbiamo portato oltre cinquemila under 35 al Teatro Massimo, servendoci soprattutto dei social network. I cantanti poi danno sempre il meglio, consapevoli di essere accolti da un pubblico appassionato che non giudica in modo spietato”.
 
Ma il Teatro lancia per la prima volta un’altra iniziativa rivolta ad allargare il proprio pubblico e a dare modo a tutti di avvicinarsi all’opera: un pacchetto promozionale che consente di assistere a tre opere a partire da 80 euro. Un pacchetto che comprende tre spettacoli di grande appeal: Gisela!, Orphée et Eurydice e Le Toréador/Cavalleria rusticana (due opere di un atto, una dopo l’altra).
Si va dagli 80 euro (anziché 120) del turno C (primo cast e infrasettimanale) ai 165 euro (anziché 240) per il turno F (secondo cast serale) fino ai 185 (anziché 270) per il Turno Prime.

“Abbiamo promosso a dicembre il cartellone Il Massimo per tutti – aggiunge Giambrone – che si è chiuso con oltre 22 mila partecipanti, ma vogliamo continuare a essere il Massimo per tutti anche nel corso della nostra  stagione. Il nostro non è solo uno slogan ma una precisa idea di rapporto con la città”.
 
L’evento dei Giovani per il Teatro Massimo comincerà alle 16.30, con l’accoglienza al pubblico nel foyer dove verrà distribuita la spilla dell’evento e allestito uno spazio per foto-ricordo. Al termine dello spettacolo, invece, nel foyer andrà in scena un flash-mob con la presenza di alcuni attori della compagnia di Emma Dante e i Giovani dell’associazione.

Gisela! è stata composta nel 2010 e rappresentata per la prima volta alla Ruhrtriennale il 25 settembre del 2010 e due mesi dopo alla Semperoper di Dresda (ripresa nel 2012). Una storia ambientata a Napoli che rivela l’amore del compositore tedesco per l’Italia - dove scelse di vivere - e che sulla falsariga dell’eterna storia di una giovane donna contesa tra due pretendenti (un tedesco e un napoletano) affronta il conflitto tra Nord e Sud.
 
Palermo, 16 gennaio 2015
Laura Anello, responsabile delle Relazioni con la stampa