Respighi, Concerto al Teatro Massimo. Dirige il M° Conti

Respighi, Concerto al Teatro Massimo. Dirige il M° Conti

24 Feb 2003

MARZIO CONTI AL TEATRO MASSIMO Mercoledì 26 concerto dell’Orchestra del Teatro Massimo. Sul podio il M° Marzio Conti, solista Damiana Pinti, musiche di Ottorino Respighi Mercoledì 26 febbraio, alle ore 21, al Teatro Massimo, concerto dell’orchestra della Fondazione Teatro Massimo. Sul podio il M° Marzio Conti, solista Damiana Pinti. In programma musiche di Ottorino Respighi (Bologna 1879-Roma 1936): Aretusa, Poemetto di P.B. Shelley per mezzosoprano e orchestra; La pentola magica, Azione coreografica in due quadri; La Sensitiva, Poema lirico per mezzosoprano e orchestra. Primo tra i compositori italiani ad a far tesoro dell’esperienza europea del poema sinfonico, Respighi nelle sue opere trasse ispirazione dal paesaggio, dalla cultura, dai costumi del suo paese. I brani proposti mercoledì sera fanno parte del repertorio meno eseguito del compositore bolognese. In apertura il poemetto Aretusa (1905), il cui successo, al Comunale di Bologna il 15 marzo 1911, confermò i giudizi lusinghieri che il giovane Respighi stava raccogliendo in Germania. Seguirà La pentola magica (1920), balletto i cui temi popolari derivano dal soggiorno a San Pietroburgo, dove Respighi, fresco di studi si recò su invito di un impresario, per aiutarlo a formare l’orchestra delle stagioni italiane del teatro Imperiale. Sempre su testo di Shelley è il poemetto lirico La Sensitiva, del 1918. Direttore del Conservatorio romano di S.Cecilia, Respighi fu certamente il più amato da Mussolini tra i musicisti della sua generazione. Marzio Conti inizia la sua carriera come flautista ed è stato considerato come uno degli esponenti del flautismo italiano a livello internazionale. Lasciando la sua brillante carriera di solista e di didatta, si è dedicato a tempo pieno alla direzione d’orchestra ottenendo sempre maggiori consensi da parte del pubblico e della critica. Come direttore d’orchestra è stato allievo di Piero Bellugi. Ricopre attualmente la carica di direttore principale dell’Orchestra Filarmonica di Torino, dopo essere stato negli ultimi tre anni direttore ospite dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese che ha sede a L’Aquila. Collabora regolarmente con alcune delle maggiori orchestre italiane ed estere: Orchestra di Padova e del Veneto, Orchestra Haydn di Bolzano, Orchestra Sinfonica Siciliana, Orchestra del Teatro Massimo di Palermo,Orchestra da Camera di Mantova, i Virtuosi Italiani, i Filarmonici di Verona, Istituzione Sinfonica di Sanremo, National Symphony Orchestra of Ireland, Bournemouth Sinfonietta (England), Miami Symphony Orchestra (USA), Delaware Symphony Orchestra (USA) , Irish Chamber Orchestra, Busan Philharmonic Orchestra (Corea), Orchestra di Stato del Messico, SudWestRundfunkorchester (Germania), Orchestre de la Picardie (Francia). Ha diretto al Festival d’Ordino Barbara Hendricks in Spagna, ed è stato richiesto dalla stessa cantante per un importante tour italiano che li ha visti presenti con i Virtuosi Italiani in alcune delle maggiori stagioni concertistiche in Italia. In Francia oltre ad aver diretto l’Orchestre de la Picardie, ha riportato un grande successo il suo tour estivo che lo ha visto presente al Festival Saou-Mozart ed al Festival di St.Requier con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese. Sempre in Francia ha diretto il 25 giugno 2002 all’Auditorium di Lione il Requiem di Dvorak in occasione del centenario del Coro Lionese con l’Orchestra Filarmonica di Torino con grande successo di critica e di pubblico. Ha recentemente stretto, per i prossimi anni ,una collaborazione con la casa editrice di musica Ricordi per l’incisione della musica del Novecento Storico Italiano che verrà realizzata con le case discografiche Naxos e Chandos. Damiana Pinti, mezzosoprano, è nata a Roma. Ha cominciato giovanissima lo studio della chitarra classica diplomandosi presso il Conservatorio G.Verdi di Milano. Nel ’98 ha vinto il Concorso Belli di Spoleto cui ha fatto seguito il debutto nel ruolo di Charlotte nel Werther di Massenet. Ha interpretato poi Siebel in Faust e Zita in Gianni Schicchi. Quindi ha recitato in Così fan tutte di Mozart, Don Giovanni, Il barbiere di Siviglia a Cagliari, Satiricon. Attualmente è impegnata a Palermo ne Il barbiere di Siviglia, nei panni di Rosina. Palermo, 24 febbraio 2003L’Ufficio Stampa .