PIERO BELLUGI CHIUDE LA STAGIONE DEL TEATRO MASSIMO

PIERO BELLUGI CHIUDE LA STAGIONE DEL TEATRO MASSIMO

27 Mag 2004

Sabato 29 maggio, alle ore 17, al Teatro Massimo, si chiude la stagione di concerti e recital. Sul podio il Maestro Piero Bellugi, violino Salvatore Greco, violoncello Kristi Curb, Orchestra della Fondazione Teatro Massimo. Il programma del concerto è il seguente: Ouverture tragica op.81; Doppio Concerto per violino, violoncello e orchestra in la minore op.102; Terza Sinfonia op.90 in fa maggiore di Johannes Brahms. Piero Bellugi, nato a Firenze, si è diplomato inizialmente in violino e viola presso il Conservatorio della sua città. Successivamente si è dedicato agli studi di composizione e direzione d’orchestra sotto la guida di Luigi Dallapiccola, Igor Makevitch e Leonard Bernstein. Nel corso della sua lunga e straordinaria carriera internazionale è stato applaudito alla guida delle più importanti orchestre in centinaia di concerti, da Parigi a Berlino, Budapest, Vienna, Tel-Aviv, Praga, Madrid, Lisbona, Riga, Nord e Sud America, Sud Africa, Russia e Cuba, nonché nei Festival di Ottawa, Parigi, Aix-en-Provence, Bregenz, Praga, Maggio Musicale Fiorentino e in tutti i principali enti e teatri italiani, quali il Teatro Verdi di Trieste, la Fenice di Venezia, l’Orchestra Haydn di Bolzano, la Scala e i Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra Nazionale della Rai, il Regio di Torino, il Comunale di Bologna, il Comunale di Firenze e l’Orchestra della Toscana, l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, l’Orchestra Regionale del Lazio, il San Carlo e l’Orchestra Scarlatti di Napoli, il Lirico di Cagliari, il Teatro Massimo e l’Orchestra Sinfonica Siciliana di Palermo, collaborando con artisti quali Salvatore Accardo, Vladimir Aškenazy, Pierre Fournier, Zino Francescatti, Severino Gazzelloni, Arthur Grumiaux, Mstislav Rostropovič, Anton Rubinštein, Isaac Stern e Uto Ughi. Nel teatro musicale il suo repertorio spazia da Monteverdi a Schönberg e Penderecki, che ha diretto nei teatri di Vienna, Milano, San Francisco, Chicago, Parigi, Bruxelles, Roma, Firenze, Napoli, Palermo, Venezia, Trieste. E’ stato direttore stabile di orchestre sinfoniche quali quella della Rai di Torino, di Oakland e di Portland e ha tenuto a battesimo molte composizioni di autori del nostro tempo fra i quali Berio, Bussotti, Lucani, Gentilucci, Giani-Luporini, Messiaen, Milhaud, Nono, Penderecki, Petrassi, Prosperi, Sciarrino, Tutino. Tiene regolarmente corsi e e seminari presso l’Accademia Chigiana di Siena, nei Conservatori di Firenze, Roma e Torino, all’University of California a Berkeley al New England Conservatory di Boston, alla Scuola di musica di Fiesole e attualmente a Firenze. Salvatore Greco ha compiuto i suoi studi sotto la guida del Maestro Di Janni presso il Conservatorio di Musica di Palermo, dove si è diplomato nel 1984. Successivamente ha proseguito i suoi studi sotto la guida di Eugene Sarbu a Londra e Paolo Borciani a Milano. Nel 1985 ha vinto una borsa di studio presso l’Indiana University di Bloomington che gli ha consentito di collaborare con artisti quali Yuval Yaron, Franco Gulli, Rotislav Dubinsky, Joseph Gingold. Ha al suo attivo una vasta attività concertistica in Europa e negli Stati Uniti e la partecipazione a Festival internazionali quali quelli di Friburgo, Taormina e Tanglewood. Vincitore di numerosi concorsi, ha registrato per la Rai e per la Bloomington Station. Dal 1991 è Primo violino presso il Teatro Massimo di Palermo. Kristi Curb, nata negli Stati Uniti, si è diplomata nel 1995 presso il Royal Northern College of Music a Manchester, specializzandosi poi sotto la guida di artisti quali Lev Aronson, Leonard Rose, Mstislav Rostropovic, Lynn Harrel e Ralph Kirshbaum. Ha al suo attivo numerose esibizioni come solista nel corso di importanti festival internazionali tra cui il Verbier Festival & Academy in Svizzera, l’Aix en musique Festival in Francia, l’International Cello Festival a Manchester e quello del Los Angeles Philarmonic Institute. Nel 1993 ha vinto il prestigioso premio Muriel Taylor International Scholarship a Londra. Dal 1998 ricopre il ruolo di Primo violoncello nell’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo.
L'ufficio stampa
Palermo 27 maggio 2004