Medea di Luigi Cherubini al Teatro Massimo

Medea di Luigi Cherubini al Teatro Massimo

17 Ott 2007

 Domenica 21 ottobre alle ore 20.30 (repliche sino a mercoledì 31 ottobre) va in scena per la prima volta a Palermo Medea, opera in tre atti di Luigi Cherubini (1760–1842), su libretto di François–Benoît Hoffmann dall’omonima tragedia di Euripide. Il mito di Medea è rimasto nei secoli emblema della follia scatenata dalla gelosia che, nella sua cecità, spinge la protagonista a sacrificare i propri figli. La visione moderna di Medea è stata codificata in particolare dalla voce e dall’intensa interpretazione di Maria Callas che oltre ad esserne stata protagonista nella trasposizione cinematografica di Pasolini, ha fatto riscoprire nella seconda metà del Novecento l’opera di Cherubini la cui prima versione italiana, curata da Carlo Zangarini, era andata in scena al Teatro alla Scala di Milano nel 1909 con Ester Mazzoleni.
 
Rappresentata per la prima volta al Théâtre de rue Feydeau di Parigi il 13 marzo 1797, con alcune fra le massime vedette dell’epoca nei ruoli principali, l’opera di Cherubini ottenne subito un caloroso successo e la musica di Cherubini fu definita “large, espressive, majesteuse e terrible”; un riconoscimento che gli attribuirono non soltanto i contemporanei quanto grandi compositori del tardo classicismo e del romanticismo come Weber, Beethoven, Schumann,Wagner e Brahms. Quest’ultimo la definì addirittura “la vetta suprema della musica drammatica”. Con quest’opera in realtà Cherubini si allontanava dagli schemi settecenteschi sia vocalmente che dal punto di vista orchestrale, aprendo la strada in modo rigoroso e fortemente espressivo ai temi e alle soluzioni formali del melodramma tragico ottocentesco. Nella musica prevale il senso tragico con l’uso di fosche tinte, ritmi incalzanti e ossessivi, una vocalità ora esasperata ora delicatissima e un’orchestrazione drammaticamente espressiva e densa, che prelude allo stile beethoveniano.
 
L’allestimento proposto al Teatro Massimo giunge dal Théâtre du Capitole di Tolosa e reca la firma del grande regista, scenografo e costumista greco naturalizzato francese Yannis Kokkos (ripreso da Giulio Ciabassi), che ha raccolto successi entusiastici in numerosi teatri europei, tra cui lo Châtelet di Parigi. “Medea” – dice il regista “è un essere estremamente enigmatico, inarrestabile ed è questa
una delle ragioni per cui il suo mito non invecchia. Possiamo provare a capirla con tutti gli strumenti conoscitivi, dalla psicoanalisi all’evocazione letteraria o storica, ma il suo mistero
resiste a ogni indagine. La lucidità e la follia si alternano in lei entro una dialettica impietosa finché,
nel Terzo atto, i due elementi giungono a confondersi. L’opera è stata composta in tempi difficili e, sulla scena, è necessario rendere anche questo aspetto. La Rivoluzione e il Terrore dilagavano in Francia: Cherubini ha vissuto questi anni di violenza in prima persona e la loro eco è presente nella partitura. È senza dubbio lo scatenarsi della storia che ha permesso, in seno ai personaggi e all’opera, lo scatenarsi della forma e della passione”.
 
La protagonista sarà Chiara Taigi, una delle poche cantanti in grado di affrontare oggi questo ruolo raro e difficilissimo che Anna Caterina Antonacci ha dovuto abbandonare, a causa di un forte affaticamento vocale dopo i primi giorni di prova, su consiglio di uno specialista che le ha prescritto un periodo di riposo.
Accanto a lei, nei ruoli principali, Agnes Zwierko (Neris), Daria Masiero (Glauce), Felipe Bou (Creonte) e Rubens Pellizzari (Giasone). Per alcune recite il cast sarà composto nell’ordine da: Chiara Taigi, Agnes Zwierko, Clara Polito, Felipe Bou, Sung Kyu Park.
L’Orchestra e il Coro del Teatro Massimo sono diretti da una grande bacchetta, il maestro Bruno Campanella.
Le luci sono di Guido Levi; maestro del coro Miguel Fabian Martinez.
 
Per ulteriori informazioni, fotografie, video e richieste di accredito rivolgersi a document.write('stampatm@teatromassimo.'+'it');%20"> oppure tel. 0916053504 – 0916053206.
 
Palermo, 17 ottobre 2007