Leo Nucci al Teatro di Verdura

Leo Nucci al Teatro di Verdura

22 Lug 2003

LEO NUCCI AL TEATRO DI VERDURA Dopo la straordinario successo come Figaro nel “Barbiere di Siviglia” ritorna il famoso baritono proponendo l’esecuzione di celebri arie. Lo accompagnerà l’Orchestra Camerata Lombarda Dopo lo straordinario successo conseguito nel mese di febbraio al Teatro Massimo con Il barbiere di Siviglia, in cui recitava nel ruolo del titolo, il baritono Leo Nucci è di nuovo protagonista. Sul palcoscenico del Teatro di Verdura, per l’Estate del Massimo, giovedì 24 luglio 2003, alle ore 21, proporrà celebri romanze da camera, accompagnato dall’Orchestra Camerata Lombarda, diretta da Vito Lombardi, arrangiamenti e direzione musicale di Paolo Marcarini. Il programma è il seguente: P.P.Tosti Non t’amo più, “Ninon”; E.Morricone Fantasia per orchestra; A.Buzzi-Peccia “Lolita”; E.De Curtis “Voce ‘e notte”; N.Rota Fantasia per orchestra; R.Falvo “Dicitencello vuje”; R.Leoncavallo Aprile; S.Gastaldon “Musica proibita”; V.Bellini “Ah per sempre” da I puritani; W.A:Mozart “Aprite un po’ qugl’occhi”; Ouverture da Le nozze di Figaro; A.Thomas Brindisi da Hamlet; R.Leoncavallo “Zazà piccola zingara” da Zazà; G. Rossini, Tarantella; G. Rossini, Sinfonia “Largo al factotum” da Il barbiere di Siviglia. Leo Nucci è nato a Castiglione dei Pepoli. Ha studiato canto con Giuseppe Marchesi, perfezionandosi poi con Ottavio Bizzarri e successivamente con Mario Bigazzi. Ha debuttato nel 1967 presso il Teatro Sperimentale A. Belli di Spoleto nel ruolo di Figaro ne Il barbiere di Siviglia. Nel 1977, il debutto da solista alla Scala ancora come Figaro. Nel 1978 è stato chiamato alla Royal Opera House di Londra per cantare nella Luisa Miller. Da allora è stato ospite nei più importanti teatri del mondo collaborando con direttori come Herbert Von Karajan, Georg Solti, Riccardo Muti, Claudio Abbado, Lorin Maazel, Riccardo Chailly, James Levine, Zubin Mehta, Carlo Maria Giulini, Giuseppe Patanè. Nella stagione 2002/03 ha cantato Ernani, Simon Boccanegra e Rigoletto a Zurigo, Pagliacci a Vienna e Roma, Macbeth a Parigi e a Torino, Il barbiere di Siviglia e I puritani in Giappone, Il barbiere di Siviglia alla Scala, Nabucco a Verona, Rigoletto alla Scala, Nabucco, Don Carlos e La traviata all’Opera di Zurigo, Gianni Schicchi a Vienna, Rigoletto a Verona, I due Foscari alla Scala, Macbeth e Otello in Giappone. L’Orchestra Camerata Lombarda, nata per iniziativa di Leo Nucci e Paolo Marcarini, è impegnata in un lavoro di riscoperta di pagine poco eseguite ma anche di riedizioni di grandi successi. Conduce un’intensa attività a fianco di Leo Nucci, con il quale si è esibita in Italia e all’estero. Palermo 22 luglio 2003 L’Ufficio Stampa