La stagione 2012 del Teatro Massimo presenta un dittico di opere di Ravel: l’heure espagnole e l’enfant et les sortilèges

La stagione 2012 del Teatro Massimo presenta un dittico di opere di Ravel: l’heure espagnole e l’enfant et les sortilèges

9 Ott 2012

Nuovo allestimento firmato dal disegnatore Altan con la regia e coreografia di Luciano Cannito

 

 

Palermo, Teatro Massimo, dal 16 al 21 ottobre 2012

 

Ancora una nuova produzione sul palcoscenico del Teatro Massimo: il raffinato dittico di atti unici di Maurice Ravel, “L'heure espagnole” e “L'Enfant et les sortilèges” (16-21 ottobre) affidato per le scene e i costumi alla matita di un disegnatore celeberrimo come Altan, autore di personaggi come Trino (per “Linus”), la cagnolina rossa a pois bianchi Pimpa (“Corriere dei piccoli”), il metalmeccanico Cipputi e numerosissime vignette satiriche per “la Repubblica” che per la prima volta è impegnato in un ampio progetto per il teatro lirico. La regia è invece di Luciano Cannito che firmerà naturalmente anche i movimenti coreografici previsti in queste due piccole opere-gioiello affidate musicalmente ad Yves Abel. Orchestra, Coro, Coro di Voci Bianche e Corpo di ballo sono quelli del Teatro Massimo.

 

 

Nel primo dei due atti unici, “L'heure e spagnole” si narrano gli amorosi incontri segreti di Conception, moglie dell'orologiaio Torquemada, organizzati quando questi è fuori casa per lavoro; nel secondo, “L'Enfant et les sortilèges”, (deliziosa favola su libretto di Colette) ci si immerge invece nella surreale fantasia di un bambino che – rimproverato dalla madre per non aver fatto i compiti – comincia a fare i capricci gettando per terra suppellettili e “torturando” i suoi animali domestici; sfinito si addormenta e gli oggetti rotti e gli animali gli si presentano in sogno, lamentandosi per il suo comportamento e meditando vendetta. Impaurito il bambino chiede perdono e le creature del sogno lo riportano nel mondo reale.

L'idea dello spettacolo di Altan e Cannito si basa – per la prima opera – sulla presenza ossessiva e ingombrante degli orologi, mentre - per la seconda – su una successione vorticosa di oggetti e figure animate che daranno vita ai vari quadri che, in rapida successione, compongono il mondo fantastico del bambino dispettoso, in un delicato e divertente gioco di maschere e travestimenti.

 

 

“Le due opere di questo dittico – scrive Altan - sono molto diverse fra loro come spirito e ambientazione. 'L'Enfant et les sortilèges', magico e surreale, mi è sembrata più vicina all'immaginario delle cose che faccio, in altro ambito, per i bambini. Ho cercato così di ‘illustrare’ l'opera (che dà indicazioni precisissime su personaggi e oggetti), restando più vicino possibile al mio segno abituale. 'L'heure e spagnole' invece mi ha riportato verso l'atmosfera più giocosa e ironica di quello che disegno per gli adulti”.

 

 

“L'Enfant et les sortilèges” sarà proposto anche nell’ambito della rassegna “La Scuola va al Massimo” nei giorni 17, 18, 19 e 20 ottobre alle ore 11.30 (per informazioni e prenotazioni tel. 0916053265).

 

 

Costo dei biglietti: da euro 15 a euro 125, in vendita presso il botteghino del Teatro (aperto da martedì a domenica ore 10 - 15, tel. 0916053580 / fax 091322949 / ), sul sito www.teatromassimo.it o nelle prevendite autorizzate in tutta Italia del circuito Amit-Vivaticket. Informazioni e prevendita 800 907080 (tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 17). Teatro Massimo – piazza Verdi 1 – 90138 Palermo

Segui il Teatro Massimo su Facebook, Twitter e Youtube.

Per ulteriori informazioni e fotografie, contattare l'ufficio stampa via email.

 

Palermo, 25 settembre 2012 (f.t.)

 

16-21 ottobre

Maurice Ravel

L'heure espagnole

Commedia musicale in un atto su libretto di Franc-Nohain

Concepcion Marina Comparato / Annie Vavrille

Gonzalve Enea Scala / Filippo Adami

Torquemada Aldo Orsolini

Ramiro Alessandro Luongo / Roberto Abbondanza

Don Inigo Gomez Andrea Concetti / Paolo Battaglia

 

Maurice Ravel

L'enfant et les sortilèges

Fantaisie lyrique in due parti

Libretto di Sidonie-Gabrielle Colette

L’Enfant Marina Comparato / Manuela Custer

Maman, La Tasse chinoise, La Libellule Sonia Prina / Chiara Fracasso

La Bergère, La Chatte, L’Ecureuil, Un Pâtre Cristina Melin / Giovanna Donadini

Le Feu, La Princesse, Le Rossignol Maria Grazia Schiavo / Ilaria Del Prete

La Chauve-Souris, La Chouette, Une Pastourelle Maria Chiara Pavone / Veronica Lima

Le Fauteuil, Un Arbre Andrea Concetti / Paolo Battaglia

L’Horloge comtoise, Le Chat, Alessandro Luongo / Roberto Abbondanza

La Théière, Le Petit Vieillard, La Rainette Enea Scala / Filippo Adami

 

Direttore Yves Abel

Regia e coreografia Luciano Cannito

Scene e costumi Altan

Collaboratore alle scene Pietro Perotti

Collaboratore ai costumi Elena Cicorella

Luci Vinicio Cheli

 

Orchestra, Coro, Coro di voci bianche e Corpo di Ballo del Teatro Massimo

 

Nuovo allestimento

 

martedì 16 ottobre ore 20.30 Turno Prime

mercoledì 17 ottobre ore 11.30 La Scuola va al Massimo (solo L'Enfant)

mercoledì 17 ottobre ore 18.30 Turno S2 

giovedì 18 ottobre ore 11.30 La Scuola va al Massimo (solo L'Enfant)

giovedì 18 ottobre ore 18.30 Turno B 

venerdì 19 ottobre ore 11.30 La Scuola va al Massimo (solo L'Enfant)

venerdì 19 ottobre ore 20.30 Turno F

sabato 20 ottobre ore 11.30 La Scuola va al Massimo (solo L'Enfant)

sabato 20 ottobre, ore 18.30 Turno C

domenica 21 ottobre ore 17.30 Turno D