La Scuola va al Massimo: Off Opera Traviata

La Scuola va al Massimo: Off Opera Traviata

20 Mar 2007


Oltre 600 studenti, cento per volta, provenienti da alcune scuole superiori di Palermo e provincia, concluderanno il loro percorso di studio intrapreso mesi fa intorno a La traviata di Giuseppe Verdi – con incontri coi protagonisti, presenza alle prove, lezioni esplicative – con Off Opera Traviata un racconto in parole, musica e immagini scritto e narrato da Francesco Micheli, cantato da Sabrina Vianello – soprano emergente di grande talento – e accompagnato al pianoforte dal maestro Danilo Lombardini. Lo spettacolo sarà allestito nella Sala degli Stemmi il 21, 22 e 23 marzo alle 10 e alle 11.30.
 
«Off Opera è un viaggio. Un viaggio lungo, a tappe, con l’intento di far uscire la Signora Opera dall’ovattata, lussuosa e claustrofobica dimora dove ormai ama soggiornare» – racconta Micheli – «Portarla a spasso, a prendere aria, in altri luoghi; farle vedere gente diversa, vecchi e nuovi amici, parenti … che so, la letteratura, la pop music, la storia, il cinema, la politica, il teatro… per scoprire che un tempo se la sono spassata questi qua, e per capire che forse non è finita la gloria di questa ex–imperatrice. Una bella cura fisioterapica per la nostra nonnina Melodramma e come al solito un’occasione per noi per conoscerla davvero, per apprezzarne l’eredita che, in fondo, è destinata a noi». Da La Signora delle Camelie a Pretty Woman, dalla vita privata del Maestro di Busseto alle drag queen, tutto pare urlare l’immortalità del mito di Violetta Valéry, la traviata. Storia immortale di amore, di passioni che sotto varie forme ha accompagnato generazioni sin dalla nascita. Tema eterno e di facile presa sul pubblico soprattutto giovane che si sentono coinvolte.
 
Con questa iniziativa, prosegue l’intensa attività del Teatro Massimo rivolta ai giovani che ha già coivolto più di 200 scuole di Palermo e provincia di ogni ordine e grado, e che utimamente ha visto la calorosa partecipazione di oltre 6000 studenti per Il Piccolo Mozart, spettacolo appositamente ideato e realizzato per il Teatro Massimo, con la partecipazione di orchestra coro e corpo di ballo della Fondazione, nonché un valent gruppo di cantanti e attori. Dopo Off opera Traviata l’attività continuerà in coincidenza del dittico Cavalleria rusticana e Pagliacci.
 
Nato a Bergamo nel 1972, Francesco Micheli ha studiato alla Civica Scuola d’Arte Drammatica “Paolo Grassi” di Milano, dove conosce Gabriele Vacis e Gigi Dall’Aglio con cui inizia a lavorare come aiuto regista. Debutta nella regia operistica nel 1997 con La Cantarina di Niccolò Piccinni per il Museo del Teatro alla Scala. Nel 1997 inizia un’intensa collaborazione con l’As.Li.Co. per il progetto Opera Domani e, a partire dalla stagione 1999–2000 col circuito regionale lombardo. Collabora col Festival Verdi per le celebrazioni nazionali al Teatro Regio di Parma, quindi con il Festival Opera Barga e il Maggio Musicale Fiorentino. Cercando di dare forma a un teatro lirico di ricerca, avvia una collaborazione con enti non teatrali in cui il repertorio classico si trovi a dialogare coi linguaggi del contemporaneo: dal Carcere di San Vittore a locali jazz milanesi fino all’inaugurazione dei Padiglioni Atrium di Giorgio Giugiaro per le Olimpiadi di Torino. Dal 2004 ad oggi, la fondazione I Teatri di Reggio Emilia gli dedica una rassegna speciale in una stagione sperimentale dal titolo Off Opera, durante i quali sono stati presentati oltre dieci spettacoli, lezioni, convegni e progetti televisivi speciali. Docente all’Accademia di Brera, collabora con la rete satellitare Sky Classica.
 
Per informazioni:
Per ulteriori informazioni, fotografie, video e richieste di accredito:
 
 
Palermo, 20 marzo 2007