La Scuola va al Massimo. Con i giovani

La Scuola va al Massimo. Con i giovani

23 Dic 2005

Concerti, spettacoli di danza e azioni didattiche mirate per ogni target di studenti e per i giovani under 28, una nuova strategia intrapresa dal Teatro Massimo per la scuola e i giovani che mira alla creazione di un nuovo pubblico. Avviata da un mese, oggi registra l’adesione di diecimila studenti delle scuole di tutti gli ordini e grado della città e hinterland. Il progetto La scuola va al Massimo proseguirà anche nel 2006 con delle attività di guida all’ascolto articolate in diverse tappe, che prevedono incontri musicali con gli ensemble da camera, il coro e il corpo di ballo del Teatro Massimo, visite guidate al Teatro e ai laboratori scenografici di Brancaccio, con il coinvolgimento degli Studenti dell’Accademia di Belle Arti. Il flusso di giovani toccherà punte fino a cinquantamila presenze nell’arco di tutta la stagione. L’iniziativa prevede anche, in collaborazione con gli Amici del Teatro, degli incontri dedicati alle forme della musica e alle Opere in cartellone. Le iniziative verranno presentate venerdì 23 dicembre alle ore 10 in sala Stemmi con un concerto del Coro del Teatro diretto dal maestro Paolo Vero: un concerto come quelli che vengono normalmente presentati alle scuole di mattina per il progetto di formazione all'ascolto. Il concerto prevede una selezione di brani tratti da West side story di Bernstein e Insalata mista op. 68 di R. Genèe, proposto con una divertentissima azione di mimo che esalta la valenza didattica del brano scelto rendendolo giocoso e divertente come deve essere la musica per potere affascinare e rapire l'attenzione dei giovani. La particolarità del concerto è quella di avere voluto come pubblico di bambini un pubblico “speciale” composto dalle due formazioni giovanili del Teatro I Piccoli danzatori e il Coro di Voci bianche che saranno protagonisti a sua volta del Concerto di Natale la sera del 23 dicembre alle 20.30. Il concerto rappresenta un brillante esempio della formula scelta nel progetto di formazione all’ascolto avviato dal Teatro. La scuola va al Massimo è il segnale che il Teatro Massimo intende rivolgere alle nuove generazioni di giovani artisti del Teatro, dando ai giovani il ruolo di protagonisti. In questo senso è orientata la politica dei prezzi che quest’anno ha privilegiato gli studenti under 28 con un abbattimento del 50% per l’acquisto sia degli abbonamenti che biglietti. I Piccoli danzatori e il Coro di voci bianche infatti sono la fucina nella quale i futuri talenti possono studiare all'interno del teatro, esibendosi anche nel grande palcoscenico, dove ogni loro performance è un punto di arrivo del lavoro svolto e un punto di partenza per le loro ulteriori tappe di studio. Palermo, 21 dicembre 2005 L’Ufficio Stampa