La London Symphony Orchestra al Teatro Massimo

La London Symphony Orchestra al Teatro Massimo

16 Dic 2010

Un evento da non perdere nella stagione concertistica 2010 del Massimo: il concerto della London Symphony Orchestra diretto da Sir John Eliot Gardiner con la partecipazione della violinista Viktoria Mullova

domenica 19 dicembre 2010, ore 18

Attenzione: l’orario di inizio è anticipato alle ore 18 (non 18.30)

Appuntamento da non mancare nella Stagione concertistica 2010 del Teatro Massimo: protagonista una delle più importanti orchestre del mondo, la London Symphony, guidata per l’occasione da uno fra i più celebri ed eleganti direttori di oggi, Sir John Eliot Gardiner, per la prima volta a Palermo. Solista ospite una violinista d’eccezione come Viktoria Mullova, interprete del Concerto per violino e orchestra in Re maggiore Op. 61 di Ludwig van Beethoven, in questi giorni impegnata in una tournée europea con l’orchestra londinese che si concluderà il 21 dicembre nella sede ufficiale al Barbican Centre di Londra.

Il concerto, interamente dedicato a note pagine repertorio classico e romantico, si aprirà con l’ouverture dall’opera di Carl Maria von Weber “Der Freischütz” del 1821, mentre dopo il Concerto beethoveniano, la seconda parte sarà costituita dalla Sinfonia n. 4 in La maggiore Op. 90 “Italiana” di Felix Mendelssohn Bartholdy, partitura che risente delle ricerche del compositore sul passato musicale italiana. Ultimata a Berlino in seguito a una commissione della London Philharmonic Society, la Sinfonia n. 4 venne eseguita dall’orchestra della stessa società filarmonica sotto la direzione dell’autore il 13 maggio 1833.

Sir John Eliot Gardiner
Formatosi al King’s College di Cambridge, quindi al King’s College di Londra e a Parigi con Nadia Boulanger, Sir John Eliot Gardiner ha fondato a Cambridge il Monteverdi Choir; nel 1968 ha fondato la Monteverdi Orchestra e nel 1978 gli English Baroque Soloists, coi quali ha fortemente caratterizzato il movimento di riscoperta e divulgazione della musica rinascimentale e barocca degli ultimi trent’anni con innumerevoli concerti e incisioni discografiche. Continuando a svolgere una parallela e intensa attività di direttore ospite, nel 1990 Gardiner ha fondato l’Orchestre Révolutionnaire et Romantique, con la quale ha realizzato esecuzioni seminali del repertorio classico e romantico su strumenti originali (celebri la sua integrale beethoveniana delle sinfonie e dei concerti, e le recenti sinfonie di Brahms incise dal vivo alla Salle Pleyel di Parigi). Fra i suoi successi più acclamati l’interpretazione del Vespro della Beata Vergine di Monteverdi e della maggior parte delle cantate di Bach. Fra i suoi numerosi riconoscimenti, nel 1990 è stato insignito del titolo di Commander of the British Empire.
http://www.solideogloria.co.uk/

Viktoria Mullova
Dopo aver studiato violino al Conservatorio di Mosca, Viktoria Mullova si eè mposta all’attenzione internazionale vincendo nel 1980 il Concorso “Sibelius” e nel 1982 il Concorso “ÄŒajkovskij”. Da allora è stata sempre alla ribalta dei principali palcoscenici internazionali, vantando un repertorio che spazia dal barocco alla contemporaneità. La sua estesa discografia è parte del catalogo Philips e, dal 2005, dell’etichetta Onyx, con la quale ha ottenuto ampi riconoscimenti della critica. Suona lo Stradivari “Jules Falk” del 1723 e uno strumento di Guadagnini. È attualmente “Artist–in–Focus” della London Symphony Orchestra.
http://www.viktoriamullova.com/


London Symphony Orchestra
Fondata nel 1904, la London Symphony Orchestra, con sede dal 1982 presso il Barbican Center di Londra, è una delle compagini sinfoniche più acclamate a livello internazionale con una discografia estesa alle principali etichette nonché a un proprio marchio (LSO Live). L’elenco dei suoi direttori stabili è di per sé uno spaccato significativo di storia dell’interpretazione: Hans Richter (1904–1911), Edward Elgar (1911–1912), Arthur Nikisch (1912–1914), Thomas Beecham (1915–1916), Albert Coates (1919–1922), Willem Mengelberg (1930–1931), Hamilton Harty (1932–1935), Josef Krips (1950–1954), Pierre Monteux (1961–1964), Istvan Kertész (1965–1968), André Previn (1968–1979), Claudio Abbado (1979–1988), Michael Tilson Thomas (1987–1995), Colin Davis (1995–2006), Valery Gergiev (2007–). Da oltre vent’anni la LSO è impegnata in un articolato programma educativo e di divulgazione.
http://lso.co.uk/home/

La disponibilità dei biglietti può essere costantemente verificata tramite la vendita online sul sito www.teatromassimo.it oppure tramite il call center nazionale al numero 800 90 70 80 (+39 06 48078400). È possibile acquistare i biglietti anche presso le rivendite autorizzate del circuito Amit–vivaticket www.vivaticket.it

Il botteghino del Teatro è aperto tutti i giorni tranne il lunedì dalle ore 10 alle ore 15.

Costo dei biglietti: da euro 8 a euro 80 (esclusi diritti di prevendita). Oltre alle consuete categorie che usufruiscono dei biglietti ridotti, per la Stagione concertistica 2010, gli studenti sotto i 25 anni possono acquistare i biglietti del settori 5, 6 e 7 con uno sconto del 50% sull’intero.

Per ulteriori informazioni, fotografie, video e richieste di accredito rivolgersi al seguente indirizzo email: document.write('stampatm@teatromassimo.'+'it');"> oppure tel. 0916053504 – 0916053206 (Floriana Tessitore).


Palermo, 16 dicembre 2010 f.t.