Il Teatro Massimo apre la selezione per il nuovo direttore operativo

Il Teatro Massimo apre la selezione per il nuovo direttore operativo

8 Mar 2016

Il Teatro Massimo apre la selezione per il nuovo direttore operativo
Domande entro sabato, incarico di 3 anni, contratto da dirigente di aziende industriali

PALERMO. Contratto da dirigente di aziende industriali, incarico di tre anni, specifica esperienza nel settore delle fondazioni lirico-sinfoniche o in enti analoghi volti alla diffusione della cultura musicale e dello spettacolo. La Fondazione Teatro Massimo, in conformità al regolamento approvato dal Consiglio di indirizzo nella seduta del 22 gennaio scorso, avvia la procedura per manifestazioni d’interesse al fine di acquisire la disponibilità di candidati interessati e in possesso dei requisiti di legge a ricoprire il ruolo di direttore operativo.
La domanda, corredata dal curriculum, dovrà pervenire entro le 12 di sabato 12 marzo alla Fondazione Teatro Massimo, al seguente indirizzo: Fondazione Teatro Massimo, piazza Verdi, 90138 Palermo, con di plico raccomandato. Tutte le domande saranno esaminate da una commissione di selezione nominata dal sovrintendente e composta da tre esperti del settore, di cui uno interno alla Fondazione. La Commissione esaminerà le domande pervenute e selezionerà almeno tre concorrenti da sottoporre al sovrintendente. Ove il numero dei partecipanti fosse inferiore a tre, verranno sottoposti al sovrintendente i partecipanti.
Il direttore operativo dovrà assumersi le responsabilità e i compiti connessi al coordinamento di tutte le direzioni della Fondazione e delle sue attività gestionali, con particolare riferimento al controllo di gestione e alla gestione delle risorse umane e finanziarie. Avrà anche il compito di curare i rapporti istituzionali inerenti i compiti e le funzioni affidate. Tra i requisiti di accesso il godimento dei diritti civili e politici; il diploma di laurea; l’avere svolto per almeno tre anni compiti di direzione, amministrazione e gestione delle risorse umane, economiche e finanziarie presso strutture complesse, enti o aziende, sia pubbliche che private; la conoscenza scritta e parlata della lingua inglese.