I VESPRI SICILIANI AL TEATRO MASSIMO

I VESPRI SICILIANI AL TEATRO MASSIMO

24 Nov 2004

Venerdì 26 novembre, alle ore 20,30, si inaugura la stagione di Opere e Balletti del Teatro Massimo con I Vespri siciliani, dramma in cinque atti di Giuseppe Verdi su libretto di Charles Duveyrier e Augustin Eugène Scribe. Sul podio il maestro Ralf Weikert, regia di Nicolas Joel, scene di Ezio Frigerio, costumi di Franca Squarciapino, luci di Vinicio Cheli, Orchestra e Coro del Teatro Massimo. Durante la gestazione del Trovatore Verdi, nel 1852, si recò a Parigi per firmare un contratto con l’Opéra, per una nuova partitura da rappresentarsi due anni dopo. Grazie al prestigio ormai raggiunto, durante la fase della scelta del soggetto e della elaborazione del libretto gli fu sempre facile imporre il proprio parere minacciando lo scioglimento del contratto. Scribe suggerì al compositore di musicare un adattamento di un suo vecchio libretto Le duc d’Albe. L’azione passò dai Paesi Bassi alla Sicilia del 1282 integrandosi al soggetto, divulgatissimo in quegli anni, della Guerra del vespro siciliano, come suonava un saggio di Michele Amari che poneva l’accento sul carattere di insurrezione di massa della vicenda. L’impegno strutturale dell’opera costrinse Verdi a un lavoro fondamentale per le successive esperienze con uno studio profondo dell’effetto drammatico. La singolarità di quest’opera è la dimensione intimistica, racchiusa, quasi accorata. “Scribe – spiega il regista Joel – scrisse un libretto di puro esotismo, ma per Verdi aveva un significato diverso. Nei personaggi, che non sono dei blocchi monolitici, vi trovò delle verità psicologiche”. Questo allestimento esalta la compenetrazione tra intimismo e grandiosità, le scene sono delle citazioni architettoniche di Palermo. Lo spettacolo sarà replicato il 27 (20,30); 28(17,30); 30 novembre (18,30); l’1(18,30); 2 (18,30); 3 (18,30); 4 (Fuori Abbonamento 20,30); 5 (17,30); 7 (18,30) e 9 dicembre 18,30). Compongono il primo cast Roberto Frontali (Guido di Manforte 26, 28, 1, 3); Danilo Rigosa (Il Sire di Béthune 26, 28, 1,3,5), Alessandro Svab (Conte Vaudemont 26,28,1,3,5) Rubens Pelizzari (Arrigo 26, 28,1, 3),Orlin Anastassov (Giovanni da Procida 26, 28, 1, 3, 5), Doina Dimitriu (Elena 26, 28, 1,3,5), Sonia Zaramella (Ninetta 26, 28, 1,3,5), Iorio Zennaro (Danieli 26, 28, 1, 3, 5), Luca Casalin (Tebaldo 26, 28, 1, 3, 5), Alessandro Battiato (Roberto 26, 28, 1,3, 5), Aldo Orsolini (Manfredo 26, 28, 1,3,5). Del secondo cast fanno parte Alexandru Agache (Guido di Manforte 27, 30 , 2, 5); Manrico Signorini (Il Sire di Béthune 27, 30, 2,4, 7,9), Carlo Di Cristoforo (Conte Vaudemont 27, 30, 2, 4, 7, 9), Kaludi Kaludow (Arrigo 30, 4,7 e 9); Marco Spotti (Giovanni da Procida 27, 30, 2, 4, 7, 9); Amarilli Nizza (Elena 27, 30 , 2, 4, 7, 9); Giovanna Lanza (Ninetta 27, 30, 2, 4, 7, 9), Domenico Ghegghi (Danieli 27, 30, 2, 4, 7, 9); Fabio Zagarella (Tebaldo 27, 30, 2, 4, 7, 9); Bruno Iacullo (Roberto 27, 30 , 2,4 ,7, 9), Paolo Zizich (27, 30, 2, 4, 7, 9). Nel terzo cast Giancarlo Pasquetto (Guido di Manforte 4, 7, 9) e Janez Lotric (Arrigo 27, 2, 5). Prezzi 97-9 euro. Carta Giovani sconto 50 %. Info 800907080-800655858.
L'ufficio stampa
Palermo 24 novembre 2004