Guschlbauer dirige l'Orchestra-

Guschlbauer dirige l'Orchestra-

28 Gen 2003

THEODOR GUSCHLBAUER AL TEATRO MASSIMO Mercoledì 29 gennaio il maestro austriaco dirigerà l’Orchestra del Teatro Massimo. Pianista, Gabriel Tacchino Mercoledì 29 gennaio, alle ore 21, al Teatro Massimo, conceerto dell’Orchestra della Fondazione Teatro Massimo. Sul podio, il M° Theodor Guschhlbauer, pianista Gabriel Tacchino. Il programma della serata prevede musiche di César Franck (Sinfonia in re minore), Camille Saint-Saens (Concerto n.2 per pianoforte e orchestra in sol minore op.22), Maurice Ravel (La Valse, poème chorégraphique). Nato a Vienna nel 1939, Theodor Guschlbauer ha studiato pianoforte, violoncello, composizione e direzione d’orchestra con Hans Swarowsky, Lovro von Matacˇic´ e Herbert von Karajan. La sua carriera internazionale, iniziata con il debutto alla Wiener Volksoper nel 1964, è proseguita in breve tempo con autorevoli e frequenti presenze nei maggiori teatri e sale da concerto d’Europa. Dal 1969 al 1975 è stato direttore stabile dell’Opéra di Lione in Francia, ricoprendo in seguito l’incarico di Generalmusikdirektor del Teatro dell’Opera e della Brucknerorchester a Linz. Dal 1983 al 1997 è stato Direttore artistico e stabile della Filarmonica di Strasburgo e, in seguito, dell’Orchestra Filarmonica della Renania. Nel corso della sua carriera ha collaborato con le orchestre di Vienna, Berlino, Amsterdam, Londra, Ginevra, Parigi, Torino e Roma, oltre che con le principali compagini degli Stati Uniti e del Giappone. Il suo repertorio include numerose opere liriche che ha diretto nei teatri di Amburgo, Vienna, Parigi, Firenze, Lisbona, Ginevra e Zurigo e in occasione di importanti festival internazionali tra cui quelli di Salisburgo, Praga, Lucerna, Bregenz, Wexford e Savonlinna, nonché al Festival delle Fiandre e al Maggio Musicale Fiorentino. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti alla carriera e per la sua attività artistica, tra cui il Premio Mozart della Fondazione Goethe di Basilea, la Croce d’Onore per le Scienze e le Arti della Repubblica Austriaca e la Legion d’Onore della Repubblica Francese. L’Ufficio StampaPalermo, 28 gennaio 2003