Gianluca Cascioli al Massimo

Gianluca Cascioli al Massimo

16 Dic 2002

Lunedì 18 novembre 2002, alle ore 21, al teatro Massimo, recital del pianista Gianluca Cascioli. Nella prima parte del recital sarà proposta la Fantasia op.17 di Robert Schumann. Dopo l'intervallo il giovane pianista proporrà musiche di Frederyc Chopin: Polonais, op,. 40, n.1, Nocturne, op.9, n.1, Nocturne, op. 15, n.2 Grande Valse Brillante, op.18, Valse op. 34, n2; Valse op.64, n.1; Berceuse op.57; I Impronta, op.29; Fantasie-Impromptu, op.66; II Scherzo, op.31. Gianluca Cascioli è nato a Torino nel 1979, ha studiato pianoforte con Franco Scala e ha seguito i corsi di composizione e di musica elettronica presso i conservatori di Torino e di Milano. Nel 1994 ha ottenuto il primo premio al Concorso pianistico internazionale Umberto Micheli, la cui giuria, presieduta da Luciano Berio, era composta da Maurizio Pollini e altre eminenti personalitàNel corso della sua intensa carriera internazionale ha suonato conimportanti orchestre quali i Berliner Philharmoniker, la Boston Symphony Orchestra, la London Philharmonic Orchestra, la Royal Philharmonic Orchestra, la Philharmonia Orchestra, l'Orchestra Filarmonica della Scala, l'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, l'Orchestra del Mozarteum di Salisburgo, e con direttori quali Claudio Abbado, Roberto Abbado, Mstislav Rostropovic, Myung Whun Chung, Yuri Termirkanov, Riccardo Muti, Peter Rundel, Daniel Harding, Daniele Gatti. Dal novembre 2000, in occasione di una tournée giapponese, ha avuto inizio la collaborazione con i Berliner Philharmoniker e Claudio Abbado, con cui nel febbraio 2001 ha proposto i concerti per pianoforte e orchestra di Beethoven a Roma e a Vienna. Nel 1999 ha debuttato negli Stati Uniti con la St. Paul Chamber Orchestra diretta da Roberto Abbado. In seguito è stato invitato a suonare con le orchestre sinfoniche di Boston, San Francisco, Baltimora, Houston e Saint Louis. Nell'aprile 2001 ha debuttato a Chicago in recital, mentre nel febbraio 2002 ha suonato con la Chicago Symphony sotto la direzione di Daniele Gatti. Nell'ottobre del 2002 ha compiuto una tournée con la Chamber Orchestra of Europe sotto la direzione di Paavo Berglund, eseguendo il Concerto n. 2 di Mendelssohn. Il repertorio pianistico di Gianluca Cascioli spazia da Bach a Beethoven, da Schumann e Weber a Ligeti e Boulez, ma la sua poliedrica attività si estende anche alla direzione d'orchestra e alla composizione. Le sue composizioni sono state presentate in prestigiose occasioni: nel 2000, in Giappone, egli stesso ha suonato le Variazioni per piano; nel 2001, a Falconara, per la rassegna Vivere la Musica, ha suonato insieme al violinista Stefano Mollo la sua prima Sonata per violino e pianoforte ispirata a liriche di Ungaretti, in un concerto registrato da Rai-Radio Tre; nel 2002, sempre a Falconara, il Quartetto Casorati ha eseguito il Quartetto per archi in fa diesis minore. Tra le altre sue composizioni figurano un Quartetto per flauto, violino, violoncello e pianoforte, un Quintetto per pianoforte, 2 violini, viola e violoncello, una Sonata per due pianoforti e una Sinfonia in 4 movimenti. Attualmente è impegnato nella composizione di un Quintetto per pianoforte ed archi. Ha debuttato come direttore d'orchestra proponendo con la Deutsche Kammerorchester Frankfurt un programma dedicato a Mozart e Schubert. Le prossime stagioni lo vedranno impegnato con le orchestre di Philadelphia, Pittsburg, Los Angeles, Atlanta, Indianapolis e Baltimora. Nel maggio del 2003, al Teatro delle Muse di Ancona, dirigerà l'Orchestra Filarmonica Marchigiana nella prima esecuzione della sua Sinfonia.