Eleonora Abbagnato è Cassandra, protagonista dell'omonimo balletto di Luciano Cannito

Eleonora Abbagnato è Cassandra, protagonista dell'omonimo balletto di Luciano Cannito

3 Lug 2008

Sul palcoscenico salirà attesissima la palermitana Eleonora Abbagnato, prima ballerina dell’Opéra di Parigi, che darà vita al controverso personaggio di Cassandra, mitologica profetessa inascoltata della cultura classica. Al suo fianco, nel ruolo di Enea, il ballerino spagnolo Ivan Gil Ortega – componente del Balletto della Deutsche Oper di Berlino e di Stoccarda – per presentare Cassandra uno degli spettacoli più applauditi di Luciano Cannito, direttore del Corpo di Ballo del Massimo, presentato con successo sui palcoscenici di tutto il mondo.

Negli altri ruoli principali Carmen Marcuccio (Hellen), Manuel Paruccini (Paride), Vito Pansini (Ulisse), Ettore Valsellini (Priamo), Carla Livio (Ecuba) e il Corpo di Ballo del Teatro Massimo. Le musiche originali sono di Marco Schiavoni e contengono anche brani di Sergei Prokof’ev, Camille Saint–Saëns ed Elvis Presley. La regia e la coreografia sono di Luciano Cannito sono riprese da Luigi Neri; i costumi sono di Elena Cicorella, le luci di Carlo Cerri.

Ispirato all’omonimo racconto di Christa Wolf, il balletto Cassandra è una trasposizione in chiave moderna della guerra di Troia ambientata nella Sicilia degli anni Cinquanta: Priamo, padre di Cassandra, è il sindaco di un paese dell’entroterra siculo; Paride è il fratello emigrato in cerca di fortuna che torna dall’America con la moglie strappata a un miliardario. In questo lavoro, come ha sottolineato la critica, Cannito riesce ad amalgamare abilmente una varietà di stili, classico, moderno e folk, per meglio definire i diversi personaggi e dare spessore all’ambientazione.


Cassandra

Balletto in due atti di Luciano Cannito dall’omonimo racconto di Christa Wolf
Musiche originali di Marco Schiavoni e brani di Sergei Prokof’ev, Camille Saint–Saëns ed Elvis Presley
Regia e Coreografia di Luciano Cannito ripresa da Luigi Neri
Costumi Elena Cicorella
Luci Carlo Cerri

Interpreti principali Eleonora Abbagnato (Cassandra), Ivan Ortega (Enea), Carmen Marcuccio (Hellen), Manuel Paruccini (Paride), Vito Pansini (Ulisse), Ettore Valsellini (Priamo), Carla Livio (Ecuba) e il Corpo di Ballo del Teatro Massimo.

LUCIANO CANNITO I suoi lavori sono stati rappresentati nei più prestigiosi teatri e festival del mondo, tra cui il Metropolitan di New York, La Scala di Milano, il San Carlo di Napoli, l’Orange County Performing Arts Center di Los Angeles,il Place des Artes di Montreal, l’Opera di Roma, il Grand Theatre de Bordeaux, l’Opera di Tel Aviv, il Sistina di Roma, il Teatro Nazionale dell’Estonia, il Roma Europa Festival, il Comunale di Bologna. Tra le sue 42 creazioni, Marco Polo, Cassandra, Amarcord, Five Seasons, Mare Nostrum, Barbie’s World e Carmen, hanno raggiunto riconoscimenti e circuitazioni internazionali. È stato Direttore Artistico e Coreografo Principale del Balletto di Napoli, del Balletto di Roma e, dal 1998 al 2002 del Corpo di Ballo del San Carlo di Napoli. Oltre all’attività di coreografo, lavora regolarmente come regista ed autore di musical, lirica e prosa. Nel 2004 ha realizzato il suo primo film per il cinema, dal titolo La lettera. Da aprile 2006 è Direttore Artistico della Biennale Danza e Italia di Pesaro. Eletto nel 2007 nell’Assemblea della Direzione della siae, dal settembre 2005 è Direttore del Corpo di Ballo del Teatro Massimo di Palermo, per il quale ha creato nel 2007 il balletto “Franca Florio” e nel 2008 “I have a dream”.

BIGLIETTI: sono in vendita presso il botteghino del Teatro Massimo (martedì–domenica, ore 10–15), al botteghino del Teatro di Verdura la sera degli spettacoli a partire da un’ora prima dall’inizio; n. verde 800907080 e sul sito www.teatromassimo.it

Per ulteriori informazioni, fotografie, video e richieste di accredito rivolgersi a document.write('stampatm@teatromassimo.'+'it');">

Palermo, 2 luglio 2008

L’Ufficio Stampa