Daniela Dessì e Francesco Renga con l'Orchestra del Teatro Massimo inaugurano la Stagione di concerti 2010

Daniela Dessì e Francesco Renga con l'Orchestra del Teatro Massimo inaugurano la Stagione di concerti 2010

26 Gen 2010

28 gennaio 2010, ore 20.30

Si tratta di un appuntamento insolito che ha la sua origine nel duetto che i protagonisti hanno realizzato lo scorso anno al Festival di Sanremo in occasione della partecipazione alla gara del cantautore bresciano con la canzone “Uomo senza età” dedicata la mondo della lirica. La commistione fra la musica cosiddetta classica e quella leggera ha origini antiche, seppur è un fenomeno “codificato” nel Novecento soprattutto con l’avvento del disco.

Il programma alterna alcune celebri romanze da salotto di Francesco Paolo Tosti come “Non t’amo più” o “Malia” e più rari fogli d’album di Puccini (arrangiati da Cristiano Serino) affidati alla voce di Daniela Dessì a grandi successi “popular” dagli anni Sessanta a oggi, da Battisti e Mogol per arrivare a Francesco Renga, pezzi diventati con il tempo forse più “classici” che “leggeri”, pagine non trascurabili di storia della canzone italiana incluse nel suo ultimo album, Orchestraevoce, che ha ottenuto in poche settimane il disco di platino.

Un inedito percorso in un repertorio meno convenzionale al quale da alcuni anni il Teatro Massimo dedica con successo alcuni appuntamenti della propria programmazione concertistica.

Il programma dettagliato del concerto:

Zappatini / Renga Uomo senza età [dr]
Mariano / Don Backy / Mogol L’immensità [r]
Isola / Mogol / Limiti La voce del silenzio [r]
Pallavicini / Donaggio Io che non vivo (senza te) [r]
Tosti / D’Annunzio ‘A vucchella [d]
Tosti / Errico Non t’amo più [d]
Tosti / Pagliara Malia [d]
Tosti / D’Annunzio L’alba separa dalla luce l’ombra [d]
Leoncavallo Mattinata [d]
Rota Suite da “Il Gattopardo”
Gastaldon / Flick Flock Musica proibita [dr]
De Curtis / Furnò Non ti scordar di me [dr]
Fontana / Del Monaco L’ultima occasione [r]
Battisti / Mogol La mente torna [r]
Aznavour / Kretzmer Lei [r]
Zappatini / Renga Angelo [r]
Puccini / Panzacchi Terra e mare [d]
Puccini / Adami Morire [d]
Puccini / Illica Canto d’anime [d]
Leoncavallo / De Curtis Torna a Surriento [d]
Rota La passerella d’addio da “8 1/2”
Rota Nadia da “Rocco e i suoi fratelli”
Rota Galop da “Prova d’orchestra”
Ferilli / Maggio Un amore così grande [dr]

Daniela Dessì
Soprano di fama internazionale, Daniela Dessì vanta una carriera ormai trentennale che l’ha vista trionfare sui maggiori palcoscenici del mondo. Memorabile nel 2009 il suo recital al Teatro alla Scala di Milano, dove è stata osannata dal pubblico e dalla critica (che proprio nel 2009 le ha tributato il prestigioso Premio Abbiati) con un programma coronato da una lunga serie di bis. Si è esibita, in oltre settanta ruoli differenti in un vastissimo repertorio che, da Monteverdi a Prokof’ev, l’ha accostata ai più grandi compositori (Mozart, Rossini, Bellini, Donizetti, Verdi, Puccini) e l’ha portata a trionfare in tutti i più prestigiosi teatri lirici e con i più grandi direttori e registi. Nel 2009 è stata invitata da Francesco Renga come partner per la serata dei duetti al Festival di Sanremo, per proporre insieme la sua canzone in gara “Uomo senza età”.

Francesco Renga
La storia professionale di Francesco Renga inizia con l’incontro con i Precious Time, rock band che prenderà in seguito il nome di Timoria, sodalizio che si è interrotto nel 1998. Nel 2000 Renga ha quindi debuttato con un album omonimo, partecipando anche al Festival di Sanremo con “Raccontami”, brano che ha ottenuto il Premio della Critica. Il secondo disco, Tracce, è stato preceduto da “Tracce di Te” canzone in gara nella categoria “Big” al Festival di Sanremo del 2002. Il 2004 è l’anno dell’album Camere con vista, mentre il 2005 vede Francesco Renga protagonista del panorama musicale italiano con la vittoria al Festival di Sanremo della canzone “Angelo”. Nel 2007 pubblica l’album Ferro e cartone e nel dicembre dello stesso anno si esibisce in un concerto al Datchforum di Assago, anteprima del “Ferro e Cartone Tour 2008”. Nel 2009 partecipa al Festival di Sanremo con “Uomo senza Età” cantato insieme a Daniela Dessì e alla fine di quell’anno esce sul mercato italiano e internazionale il nuovo album Orchestraevoce che ottiene in poco tempo il disco di platino.

Marco Boemi
Pianista e direttore, si è esibito in tutto il mondo collaborando con interpreti storici della vocalità come Pavarotti, Taddei, Kabaivanska, Bruson, Gasdia e moltissimi altri. Ha diretto in molti importanti teatri di tutto il mondo fra cui l’Opera di Roma, il San Carlo di Napoli, il Teatro Massimo, la Suntory Hall di Tokyo, il Musikverein di Vienna, la Konzerthaus di Berlino, il Concertgebouw di Amsterdam, l’Opera Bastille di Parigi, il Royal Festival Hall di Londra; dirigendo orchestre come i Virtuosi di S. Cecilia, l’Orchestra “Giuseppe Verdi” di Milano, la Filarmonica di Zagabria, la Philharmonia Orchestra, eseguendo un ampio repertorio che spazia dal Classicismo al Novecento. Tiene masterclass in tutto il mondo e si dedica alla vocalità da camera, che lo ha visto recentemente debuttare insieme a Daniela Dessì alla Scala. La sua attività è documentata su dischi TDK, Universal e Decca. Ultimamente ha debuttato alla Bayerische Staatsoper dirigendo Lucrezia Borgia di Donizetti.

La stagione sinfonica 2010 è ancora più ricca di appuntamenti di quella dell’anno scorso: ancora una volta si è cercato di concentrare l’attenzione sui grandi direttori e i grandi interpreti del panorama internazionale impegnati in un repertorio il più possibile ampio e coinvolgente. All’Orchestra del Teatro Massimo guidata da direttori quali Roberto Abbado per il Requiem di Verdi e Srboljub Dinic per i Carmina Burana di Orff, Christian ArmingGünter Neuhold,, Stefan Anton Reck, si alterneranno poi due compagini internazionali come l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo diretta da Yuri Temirkanov (22 marzo) e la London Symphony diretta da sir John Eliot Gardiner con la violinista Viktoria Mullova (19 dicembre). Da segnalare la serata dedicata a Beethoven di cui il pianista Rudolph Buchbinder con l’Orchestra del Teatro eseguirà i Concerti n. 4 e n. 5 (4 febbraio). Il 1° marzo Omaggio a Eliodoro Sollima, compositore e didatta di cui si ricordano i dieci anni dalla morte, con un concerto cameristico che coinvolgerà tra gli altri anche il figlio Giovanni e il pianista Giuseppe Andaloro. Un concerto è fissato anche al Teatro di Verdura (25 giugno) diretto da Srboljub Dinic con un programma sinfonico–corale tratto da opere di Giuseppe Verdi

La disponibilità dei biglietti può essere costantemente verificata tramite la vendita online sul sito www.teatromassimo.it oppure tramite il call center nazionale al numero 800 90 70 80 (+39 06 48078400). È possibile acquistare i biglietti anche presso le rivendite autorizzate del circuito Amit–vivaticket www.vivaticket.it

Il botteghino del Teatro è aperto tutti i giorni tranne il lunedì dalle ore 10 alle ore 15.

Costo dei biglietti: da euro 8 a euro 80 (esclusi diritti di prevendita). Oltre alle consuete categorie che usufruiscono dei biglietti ridotti, per la Stagione concertistica 2010, gli studenti sotto i 25 anni possono acquistare i biglietti del settori 5, 6 e 7 con uno sconto del 50% sull’intero.

Per ulteriori informazioni, fotografie, video e richieste di accredito rivolgersi al seguente indirizzo email: 


Palermo, 26 gennaio 2010 f.t.