Dall’8 al 20 ottobre la sesta edizione di Nuove musiche

Dall’8 al 20 ottobre la sesta edizione di Nuove musiche

7 Ott 2019

La sesta edizione del Festival Nuove Musiche del Teatro Massimo si svolgerà dall’8 al 20 ottobre, con inaugurazione in occasione dell’ultima recita di Winter Journey, l’opera di Ludovico Einaudi su libretto di Colm Tóibín e con la regia di Roberto Andò in prima rappresentazione assoluta, nuova commissione della Fondazione Teatro Massimo. Nuove Musiche si presenta quest’anno affidando “carta bianca” a Francesco La Licata, compositore, direttore e pianista che ha stilato un programma che offre concerti sinfonici e da camera, ensemble, solisti, performers e video, realizzati in collaborazione con il Conservatorio di Palermo e con l’Orchestra Sinfonica Siciliana, con un appuntamento ospitato anche dal Museo Salinas.
Questa sesta edizione di Nuove Musiche, per Francesco La Licata vuole «offrire il più possibile uno spaccato della creatività internazionale, proporre prime italiane e autori poco eseguiti a Palermo, ma tessere anche una fitta trama di connessioni utili e stimolanti occasioni d’ascolto, per meglio orientarsi nel panorama frammentato delle espressioni musicali contemporanee, dove spesso la stessa nozione di contemporaneo finisce per essere assai riduttiva. Più che una rassegna a tema (il tema sta proprio nelle relazioni fra alcuni contenuti) la programmazione è stata concepita con lo stesso criterio con il quale si allestirebbero le stanze di una mostra. Convinti che, secondo un pensiero molto caro a Berio, è la nostra capacità di ascolto che ci aiuta a comprendere la modernità di un’opera di qualsiasi epoca ed estetica, le suggestioni utili a favorire un approccio  consapevole di queste stanze musicali sono di diversa natura e si muovono su diverse stratificazioni storiche. Le filiazioni presenti fra pensieri compositivi diversi, tra brani di uno stesso autore, con il Novecento, con la nostra storia culturale e umanistica, e persino con la musica antica, sono flussi di idee che la storia ha tracciato per condurci fino alle forme espressive più avanzate di oggi. Nell'epoca della fine delle appartenenze e dei flussi migratori, anche le idee diventano migranti. Movimenti culturali, solo in apparenza distanti da noi, ci aiutano a soffermarci con più interesse e curiosità nei riguardi di esperienze creative che si muovono anche fuori dal sistema dell'industria della musica».
 
Dopo l’apertura con Winter Journey, secondo appuntamento giovedì 10 ottobre alle ore 20.30 sempre nella Sala Grande del Teatro Massimo per un concerto con l’Orchestra del Teatro Massimo diretta da Maxime Pascal. In programma tre autori sensibili al fascino dell’antichità come Stravinsky, Messiaen e Debussy e in conclusione il wagneriano Siegfried-Idyll. La pianista Sinforosa Petralia sarà la solista per Oiseaux exotiques di Messiaen, composizione che coniuga i richiami di uccelli esotici con i ritmi della metrica greca e indiana, mentre di nuovo suggestioni del mondo classico si colgono nelle Symphonies d’instruments à vents di Stravinsky, nella versione del 1947, e nelle Danses sacré et profane di Debussy, con l’arpa solista di Francesca Luppino.
Biglietti: da 30 a 15 euro presso la biglietteria del Teatro Massimo.
 
Sabato 12 ottobre alle ore 18.00 al Politeama Garibaldi l’Orchestra Sinfonica Siciliana diretta da Gabriele Bonolis eseguirà L’esequie della luna di Francesco Pennisi, suite dall'opera su testi di Lucio Piccolo, con il soprano Sabrina Cortese, il mezzosoprano Chiara Osella, Luigi Sini alla chitarra e Andrea Biagini al flauto. Il concerto viene realizzato, in collaborazione con il Corso di laurea magistrale in Musicologia e Scienze dello Spettacolo dell’Università degli Studi di Palermo e con la Fondazione Lucio Piccolo, in occasione del cinquantenario della morte del poeta, e sarà preceduto da una conversazione con Graziella Seminara e Dario Oliveri, mentre i brani di Lucio Piccolo saranno letti di Aurelio Pes.
Biglietti: 5 euro presso la biglietteria del Politeama Garibaldi
 
Domenica 13 ottobre, ore 20.30 nella Sala degli Stemmi del Teatro Massimo Tonino Battista dirigerà l’Orchestra del Teatro Massimo in un programma che si apre con un dialogo ideale tra Per Luciano Berio di Peter Eötvös (il compositore ungherese che a novembre dirigerà un concerto al Teatro Massimo, suo unico appuntamento italiano per il 2019) e Requies (in memoriam Cathy Berberian) di Berio. In programma anche un altro brano di Eötvös, Kosmos, per pianoforte solo (solista sarà Carmelo Mantione) e musiche di Fausto Romitelli, Missy Mazzoli ed Emanuele Casale. Il concerto sarà preceduto da una conversazione introduttiva con Marco Crescimanno.
Biglietti: 5 euro presso la biglietteria del Teatro Massimo
 
Sarà realizzato in collaborazione con il Conservatorio di Palermo il concerto di lunedì 14 ottobre alle ore 20.30 nella sala ONU del Teatro Massimo. Il titolo Beat Suite: musica e parole dal tempo del fuoco e delle fiamme, con voci, suoni e immagini raccoglie “divagazioni musicali” di Mattia Camuti, Salvatore Passantino, Fabio Pecorella, Marco Salvaggio, Massimiliano Seggio, Davide Spina liberamente ispirate a brani di Jefferson Airplane, Cathy Berberian, John Cage, Aaron Copland, Dizzy Gillespy, Jimi Hendrix, Frederic Rzewski. Ad eseguirle, con i reading di Luca Scarlini, l’Ensemble EMC del Conservatorio di Palermo diretto da Fabio Correnti, i collage video a cura di Fabrizio Lupo con il corso di Scenografia dell'Accademia di Belle Arti di Palermo
Biglietti: 5 euro presso la biglietteria del Teatro Massimo
 
Doppio appuntamento martedì 15 ottobre: alle ore 18.00 nell’Agorà del Museo Salinas la proiezione di Summer 82. When Zappa came to Sicily, il documentario, presentato fuori concorso alla Mostra di Venezia, che Salvo Cuccia ha dedicato al concerto palermitano di Frank Zappa.
Ingresso libero fino a esaurimento posti
 
Sempre martedì 15 ottobre alle ore 20.30 nella Sala degli Stemmi del Teatro Massimo si svolgerà il concerto Uno sguardo a Est, diretto da Francesco La Licata, con la voce di Valentina Coladonato e Franco Venturini al pianoforte. Dedicato a compositori dell'Europa dell’Est e del vicino oriente, il concerto permette di ascoltare anche alcune interessanti compositrici, come Betty Olivero, Doina Rotaru e Georgia Koumará, insieme a Saad Haddad, Horatiu Radulescu, Fausto Romitelli. Il concerto sarà introdotto da una conversazione con Marco Crescimanno.
Biglietti: 5 euro presso la biglietteria del Teatro Massimo
 
Lo scrigno magico è quello che schiuderà il flautista Antonio Politano, mercoledì 16 ottobre alle ore 20.30 nella Sala ONU del Teatro Massimo. In programma composizioni di Giorgio Netti, Maurizio Azzan, Luciano Berio, Emanuele Casale, Lorenzo Romano, Francesco La Licata e Paolo Perezzani, alcune delle quali in prima esecuzione italiana, composte appositamente per Politano, straordinario strumentista che usa tanto il flauto dolce che il flauto Paetzold. Il concerto sarà introdotto da una conversazione con Gabriele Garilli.
Biglietti: 5 euro presso la biglietteria del Teatro Massimo
 
Giovedì 17 ottobre alle ore 20.30 sempre nella Sala ONU del Teatro Massimo la violinista Elicia Silverstein eseguirà un programma che accosta brani barocchi per violino solo di Antonio Montanari, Heinrich Ignaz Franz Biber e Johann Sebastian Bach a composizioni di Goffredo Petrassi, Salvatore Sciarrino e Luciano Berio. Il concerto sarà introdotto da una conversazione con Monika Prusak.
Biglietti: 5 euro presso la biglietteria del Teatro Massimo
 
L’appuntamento di venerdì 18 ottobre alle ore 18.00 nella Sala ONU del Teatro Massimo avrà un taglio particolare: al pianoforte siederanno infatti sei compositori che si racconteranno in musica, suonando ciascuno un paio di pagine, una delle quali propria. A dialogare con il pubblico e tra di loro saranno Virginia Guastella, Giovanni D’Aquila, Giovanni Damiani, Ornella Cerniglia, Franco Venturini e Giacomo Cuticchio.
Biglietti: 5 euro presso la biglietteria del Teatro Massimo
 
Sabato 19 ottobre alle ore 18.00 secondo e ultimo concerto in collaborazione con l’Orchestra Sinfonica Siciliana al Politeama Garibaldi: con la partecipazione dell'Ensemble di percussioni del Conservatorio Scarlatti  di Palermo saranno eseguite, sotto la direzione di Fabio Maestri e con Roberto Fabbriciani solista al flauto, composizioni di Marcello Filotei, Aldo Clementi, Francesco Pennisi, Franco Donatoni e Gyorgy Ligeti.
Biglietti: 5 euro presso la biglietteria del Politeama Garibaldi
 
Concerto conclusivo con i giovanissimi domenica 20 ottobre alle ore 20.30 

In Teatro

20 nov 19:30

Concerto e proiezione di Schritten

In occasione dei 25 anni dalla costituzione del Coro di voci bianche del Teatro Massimo Nel giorno del trentesimo...
Sala Onu
22 nov 18:00

Presentazione di My fair lady

Conferenza di presentazione dell'opera My fair lady di Friedrick Loewe dal 26 novembre al 3 dicembre - organizzata...
Sala Onu
  • Iscriviti alla nostra newsletter