Concerto del 7 novembre al Teatro Massimo

Concerto del 7 novembre al Teatro Massimo

6 Nov 2007

L’omaggio del Teatro Massimo ai compositori siciliani del Novecento prosegue dopo la pausa estiva con un concerto dedicato a due pagine sinfoniche del palermitano Salvatore Sciarrino, considerato tra i più celebri compositori oggi in attività. Will Humburg dirigerà l’Orchestra del Teatro Massimo in Shadow of Sound e Il suono e il tacere. La prima, eseguita per la prima volta a Tokyo nel 2005, è “una partitura innervata da figure dense, di forte rilievo dinamico, generate dal movimento del suono come geometrie viventi, immerse in una trama orchestrale fatta di impulsi, vibrazioni, risonanze, che suggerisce un nuovo tipo tipo di ascolto”; il secondo brano invece, composto nel 2004, “suggerisce già nelle prime battute il ritmo silenzioso del respiro e del battito cardiaco”.
Salvatore Sciarrino, nato a Palermo nel 1947, è apprezzato per il suo personalissimo mondo sonoro, ineffabile, di frontiera fra suono e silenzio, nel quale anche soffi, suggestioni sonore altre, risonanze, costituiscono precipui vocaboli compositivi.
Nonostante Sciarrino non si sia formato in accademie tradizionali ma grazie ad alcuni importanti contatti con l’ambiente musicologico e della composizione, primi fra tutti Antonino Titone e Turi Belfiore, egli è essenzialmente autodidatta. Talento precosissimo ha debuttato nel 1962 nell’ambito delle Settimane Nuova Musica di Palermo, quindi ha intrapreso la sua traiettoria artistica traendo spunto direttamente dall’operato dei compositori antichi e moderni. Queste le premesse per un linguaggio musicale di assoluta originalità espressiva, premiato oggi da un vasto consenso internazionale di pubblico e critica, nonché da numerosi premi internazionali tra cui l’ambito Salzburg Muzik Prize nel 2006. Il catalogo delle sue composizioni è vastissimo e include tutti i generi musicali e teatrali. Dal 1974 al 1996 ha insegnato nei conservatori di Milano, Perugia e Firenze e ha speso molte energie anche nella produzione saggistica alla quale appartengono importanti volumi come Le figure della musica da Beethoven a oggi (Ricordi, 1998) e Carte da suono (Cidim /Editrice Novecento, 2001).
 
Il concerto è completato, nella prima parte, dalla celebre Rhapsodie espagnole di Maurice Ravel, lavoro sinfonico del 1907, nella seconda invece dai tre schizzi sinfonici che compongono La mer di Claude Debussy, datata 1903–1905.
 
WILL HUMBURG ha compiuto i suoi studi ad Amburgo, sua città natale, con Horst Stein e Christoph von Dohnányi. Maestro suggeritore ed assistente al Theater am Goetheplatz di Brema, vi debutta dirigendo L’Olandese Volante di Wagner. Nel 1988 viene nominato direttore artistico del Teatro Comunale di Alessandria, dove diventa responsabile del Festival del “Laboratorio Lirico”. Sale sul podio per le prime esecuzioni italiane delle opere: Jakob Lenz di Rihm, Die Weise von Liebe und Tod des Cornets Christoph Rilke di Matthus e The Martyrdom of St. Magnus di Maxwell Davies. Nominato Direttore Musicale Generale dell’Orchestra e del Teatro Comunale di Münster, realizza una lunga serie di acclamate produzioni. Nel 2000 esegue con grande successo la tetralogia wagneriana al Teatro dell’Opera di Roma, sostituendo Giuseppe Sinopoli per Sieg fried e per Il crepuscolo degli dei. Dirige regolarmente al Teatro alla Scala, al Maggio Musicale Fiorentino, alla Semperoper di Dresda, alla Deutsche Oper di Berlino e all’Accademia di Santa Cecilia. La sua ormai ventennale collaborazione artistica con il compositore Azio Corghi lo lega a ben quattro opere del maestro torinese, tra cui Divara e Tat’jana. Nel 2008 dirigerà al Teatro Massimo The Rake’s Progress di Igor Stravinsky.
 
Info al numero verde 800907080 (10–17 tutti i giorni) e www.teatromassimo.it
biglietti: 8–25 Euro. Riduzioni per under 28 e over 65 e per altre categorie ammesse secondo convenzione.
 
Per ulteriori informazioni e fotografie, utilizzare l’indirizzo email: oppure tel. 0916053504 – 0916053206.
 
Palermo, 6 novembre 2007