Comunicato stampa - CdA del 30 aprile 2008

Comunicato stampa - CdA del 30 aprile 2008

30 Apr 2008

Questa mattina si è riunito il Consiglio di Amministrazione del Teatro Massimo per discutere, fra l’altro, dell’attuale stato di agitazione.
Il Consiglio di Amministrazione, nel ribadire la propria estraneità istituzionale ad intrattenere rapporti con le Organizzazioni Sindacali accreditate, ha espresso la massima fiducia nei confronti del sovrintendente, del direttore artistico e dell’intero progetto gestionale e culturale messo in atto in questi anni.
Il Consiglio di Amministrazione ha quindi incaricato il sovrintendente affinché promuova tutte le iniziative necessarie ad acquisire una proposta di accordo con le OO.SS. in linea con le condizioni apposte dall’Autorità vigilante, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Quest’ultimo, ribadendo che “dai dati contabili desumibili dal bilancio della Fondazione a oggi non risultano sussistere i requisiti prescritti dalla norma” per dar corso ad un accordo economico con i lavoratori, lascia tuttavia aperta una porta alla contrattazione. Infatti, qualora la Fondazione produca “una proposta tecnica dalla quale risultino evincibili nuovi ed accertati rilevanti aumenti di produttività”, il Ministero “si riserva la possibilità di valutare l’applicabilità della norma previa verifica del mantenimento dell’equilibrio economico–finanziario”.
Il Consiglio di Amministrazione sottolinea inoltre che la disponibilità a trattare con le Organizzazioni Sindacali accreditate, nei limiti previsti dalla legge, è subordinata all’immediata sospensione di ogni forma di protesta da parte delle Organizzazioni Sindacali stesse.
 
 
Palermo, 30 aprile 2008