Chaplin Tribute - una serata di cinema d'altri tempi con colonna sonora originale dal vivo

Chaplin Tribute - una serata di cinema d'altri tempi con colonna sonora originale dal vivo

18 Lug 2008

Sul grande schermo montato per l’occasione sul palcoscenico del Teatro di Verdura scorreranno le immagini di uno dei più amati capolavori di Charlie Chaplin, "City Lights", film muto da lui interpretato, diretto e prodotto, proiettato la prima volta il 30 gennaio del 1931 al Los Angeles Theater di Los Angeles. Considerato "Il capolavoro" di Chaplin, nel 1991 è stato scelto per la preservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.

La proiezione della pellicola restaurata di City Lights (“Luci della città”, 1931) – classico del cinema muto degli anni Trenta, comico ma al contempo drammatico lavoro di Charles Chaplin – sarà accompagnata dall’esecuzione dal vivo della colonna sonora originale dello stesso Chaplin (eccetto la Violetera di José Padilla) interpretata dall’Orchestra del Teatro Massimo diretta da Timothy Brock, autore anche della ricostruzione della partitura originale.

Da alcuni anni, storici del cinema e musicisti appassionati del genere si sono impegnati nella riproposta al pubblico di alcuni capolavori assoluti del cinema dei primi del Novecento. Timothy Brock compositore e direttore d’orchestra statunitense, è diventato così in pochi anni un nome di riferimento per gli appassionati di cinema muto, perché si è dedicato con passione alla ricostruzione di colonne sonore originali, anche attingendo a materiali d’archivio inediti.

«Esilarante. Stupefacente. Una delle migliori pellicole della cinematografia mondiale. Film capace di sviscerare le emozioni degli spettatori in brevi ed intensi passaggi di scena. Si ride, si riflette, ci si commuove». Questa la trama: Charlot, povero vagabondo dall’animo sensibile e pieno di generose aspirazioni, acquista una rosa da una giovane fioraia cieca che per un equivoco lo scambia per un milionario. Vagabondando per la città, Charlot arriva sul molo dove salva dal suicidio un vero milionario, in vena di generosità solo quando è ubriaco. Deciso ad aiutare la fioraia di cui si è innamorato, bisognosa di una costosa operazione chirurgica che le potrebbe restituire la vista, Charlot fa mille mestieri tra i quali lo spazzino e il pugile, prima di reincontrare il milionario da cui riceve finalmente il denaro sufficiente per l’operazione. Charlot però finisce per un equivoco in prigione e dopo un anno ritrova finalmente la ragazza guarita e ora proprietaria di un negozio di fiori, che lo riconosce solo nel momento in cui gli prende la mano per fargli l’elemosina.

City Lights (“Luci della città”, 1931 – 81 minuti)

The Tramp Charles Chaplin – The Blind Girl Virginia Cherrill – Her Grandmother Florence Lee – The Millionaire Harry Myers – Boxer Hank Mann – Referee Eddie Baker – Butler Allan Garcia – Mayor / Janitor Henry Bergman – Street Cleaner / Burglar Albert Austin – Burglar Joe Van Metter – Newsboys Robert Parrish & Charlie Hammond – Man on lift Tiny Ward – Flower shop assistant Mrs. Hyams – Cop Harry Ayers – Woman who sits on cigar Florence Wicks – Extra in restaurant scene Jean Harlow – Extra in restaurant scene Mrs Pope, Jean Harlow’s mother – Boxer Tom Dempsey – Boxer who leaves in a hurry Eddie McAuliffe – Boxer Willie Keeler – Knocked out boxer Victor Alexander – Victorious boxer, later knocked out Tony Stableman

Production Chaplin – United Artists – Producer/Director/Scenario/editing Charles Chaplin – Photography Roland Totheroh – Cameramen Mark Marlatt, Gordon Pollock – Assistant Directors Harry Crocker, Henry Bergman, Albert Austin – Art Director Charles D Hall – Production manager Alf Reeves

BIGLIETTI: da 10 a 25 euro sono in vendita presso il botteghino del Teatro Massimo (martedì–domenica, ore 10–15), al botteghino del Teatro di Verdura la sera degli spettacoli a partire da un’ora prima dall’inizio; n. verde 800907080 e sul sito www.teatromassimo.it

Per ulteriori informazioni, fotografie, video e richieste di accredito rivolgersi a document.write('stampatm@teatromassimo.'+'it');%20">

Palermo, 18 luglio 2008
L’Ufficio Stampa