Ampia risonanza a Londra per la presentazione della Stagione 2009 del Teatro Massimo

Ampia risonanza a Londra per la presentazione della Stagione 2009 del Teatro Massimo

10 Ott 2008

Apprezzamenti e vive congratulazioni sono stati espressi a Londra dall’Ambasciatore Giancarlo Aragona al Sindaco di Palermo Diego Cammarata, al sovrintendente Antonio Cognata e al direttore artistico del Teatro Massimo Lorenzo Mariani, nella capitale del Regno Unito per presentare giovedì 8 ottobre la stagione di opere, balletti e concerti 2009 della Fondazione lirica palermitana.
Spirito dell’iniziativa, su espresso invito dell’Istituto Italiano di Cultura di Londra, è stato instaurare un rapporto continuativo di scambio turistico e culturale fra le due città, favorito dal crescente numero di collegamenti aerei diretti.
Tale rapporto, ha sottolineato il Sindaco di Palermo, è stato favorito dal successo delle proiezioni cinematografiche del Mefistofele inaugurale della Stagione 2008 e, ha proseguito il Sovrintendente, va nella medesima direzione dell’impegno avviato con la tournée in Giappone del 2007, riconfermato con il prossimo invito a Savonlinna in Finlandia nell’estate 2009, dunque nella convinzione che il Teatro Massimo possa avere all’estero un ruolo non episodico.
Le relazioni internazionali, prosegue Cammarata, quando sono intrattenute grazie a progetti culturali di eccellenza, costituiscono un duplice patrimonio per la città: patrimonio di esperienze professionali per i nostri artisti e attraente strumento di promozione di quel turismo d’élite che contraddistingue la presenza straniera a Palermo.
Alla colazione offerta dall’Ambasciatore in onore del Teatro Massimo, sono stati invitati anche i rappresentanti dell’ENIT e i più importanti tour operator britannici fortemente interessati all’organizzazione di viaggi a Palermo in coincidenza dei principali appuntamenti musicali della Stagione 2009: l’inaugurazione con il Lohengrin, gli appuntamenti estivi nella cornice del Teatro di Verdura con Cavalleria Rusticana e Pagliacci, la ricca stagione concertistica che affianca ai concerti dell’Orchestra del Teatro Massimo con la direzione di James Conlon e Sir Jeffrey Tate le ospitalità della Filarmonica di San Pietroburgo e quella di Israele dirette rispettivamente da Jurij Temirkanov e da Riccardo Muti. Su tutte queste date sono state immediatamente effettuate delle opzioni per l’acquisto di lotti di biglietti da destinare ai turisti inglesi.
Per la presentazione ufficiale della Stagione 2009 i saloni dell’Istituto Italiano di Cultura di Londra erano gremiti da oltre 200 spettatori, fra operatori turistici, giornalisti delle più importanti testate e riviste specializzate, esponenti dell’ambiente musicale londinese, primi fra tutti il direttore della Royal Opera House – Covent Garden di Londra Elaine Padmore e il gruppo dei Friends of the Royal Opera House guidati da Susan Fisher.
La signora Padmore ha espresso le sue congratulazioni per l’ottima programmazione proposta, e per la cura degli allestimenti realizzati dal Teatro stesso, prospettando ipotesi di collaborazione fra i due teatri. A Londra la proiezione cinematografica del Mefistofele, proprio in una sala nei pressi del Covent Garden, ha suscitato notevole interesse e reazioni positive nei confronti del teatro palermitano e delle sue maestranze.
La manifestazione si è conclusa con un concerto del soprano Dimitra Theodossiou, fra le interpreti più frequenti sul palcoscenico del Massimo, che ha fra l’altro eseguito l’aria di Margherita dal Mefistofele di Boito, “Casta Diva” da Norma di Bellini e “Vissi d’arte” da Tosca di Puccini.
Palermo, 10 ottobre 2008