Al Teatro Massimo “Romeo e Giulietta”: il balletto di Prokof'ev nella coreografia di Massimo Moricone con il Corpo di ballo del Teatro Massimo e due coppie di ballerini ospiti

Al Teatro Massimo “Romeo e Giulietta”: il balletto di Prokof'ev nella coreografia di Massimo Moricone con il Corpo di ballo del Teatro Massimo e due coppie di ballerini ospiti

17 Dic 2014

Palermo, Teatro Massimo, dal 18 al 23 dicembre 2014

Il 17 dicembre prova generale aperta per Medici Senza Frontiere

 

Giovedì 18 dicembre alle ore 20.30 andrà in scena al Teatro Massimo Romeo e Giulietta, balletto in tre atti su musica di Sergej Prokof’ev, nella premiata versione coreografica di Massimo Moricone con Letizia Giuliani e Alessandro Riga nelle vesti dei due protagonisti insieme al Corpo di Ballo del Teatro Massimo. L'impianto scenico – proveniente dal Teatro Nazionale Slovacco – è di Peter Janku, i costumi di Luca Dall'Alpi; sul podio dell’Orchestra del Alexander Polyanichko.

 

Mercoledì 17 dicembre 2014, il Teatro Massimo di Palermo con il patrocinio del Comune di Palermo, del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, e della Regione Siciliana, apre in via straordinaria la prova generale in favore dell’organizzazione medico-umanitaria Medici Senza Frontiere. Il ricavato della vendita dei biglietti sarà devoluto all'organizzazione premio Nobel per la pace nel 1999 in presente in 67 Paesi, impegnata in questi mesi in prima linea nella risposta all’emergenza Ebola in Africa (biglietti esauriti).

 

La storia d’amore degli infelici amanti di Verona, resa celeberrima dai versi shakespeariani, è sempre stata un soggetto favorito di compositori e coreografi. La partitura più popolare è quella di Prokof’ev, commissionata in occasione del 200° anniversario della Scuola di Ballo di Leningrado. Gli esordi furono piuttosto tumultuosi, sia per il cambiamento di gestione del teatro cui era destinato il balletto, sia per la difficoltà della messa in scena, tanto più che l’autore in un primo momento aveva pensato ad un lieto fine, duramente contestato dagli interpreti. Così l’opera vide la luce soltanto nel l938 a Brno in Cecoslovacchia con il finale tragico ripristinato e con la coreografia di Ivo Vá?a-Psota. La sua affermazione definitiva avvenne due anni dopo, al Kirov, nella versione di Leonid Lavrovskij, con la presenza di due protagonisti d’eccezione, Galina Ulanova e Konstantin Sergeyev: un vero trionfo, ma anche questa volta il debutto era stato a lungo contrastato sia dai ballerini che dagli orchestrali che trovavano la musica di Prokof’ev impossibile da danzare e ostica da suonare per la sua arditezza compositiva.

Le versioni più celebri della seconda metà del Novecento sono state quelle di Frederick Ashton per il Royal Danish Ballet nel l955, quella di John Cranko per il Teatro alla Scala nel l958, e quella di Kenneth MacMillan per il Royal Ballet che la mise in scena al Covent Garden nel l965 con la coppia Margot Fonteyn-Rudolf Nureyev, allora all’apice della celebrità, ma che – come racconta Massimo Moricone – aveva creato i ruoli con Lynn Seymour e Christopher Gable. Proprio a quest'ultimo celebre ballerino inglese, divenuto direttore del Northern Ballet Theatre, si deve la nascita di questa versione firmata da Moricone, al quale la commissionò nel 1990 e che è divenuta negli anni fra quelle più eseguite e premiate, con centinaia di repliche in tutto il mondo e trasmissioni sulla BBC. “Le tante edizioni – sottolinea Massimo Moricone – le più recenti delle quali a Globe Theater di Roma e a Bratislava nel 2013 – mi hanno permesso di rivedere la coreografia originale, preferendo una visione rinascimentale e di puro riferimento elisabettiano. Ho accettato con grande entusiasmo l’invito a riallestire il mio Romeo e Giulietta per il Corpo di Ballo del Teatro Massimo: è stato un ritorno graditissimo, dopo quasi trenta anni, quando con Vittorio Biagi allora Direttore del Ballo, presi parte da danzatore ad una stagione al Politeama. Ho ritrovato il Massimo in grande efficienza, operante in tutta la sua bellissima architettura e ho provato una certa emozione nel seguire progressivamente tutte le fasi di montaggio del balletto negli spazi di uno dei teatri più belli del mondo. È la prima volta che questa mia versione del balletto di Prokof'ev viene rappresentata da una compagnia italiana e sono particolarmente felice che ci siano quattro nostri danzatori ad interpretare i ruoli dei protagonisti: Letizia Giuliani, Michela Paolacci, Alessandro Riga e Orazio Di Bella. Quattro italiani, bravi e ciascuno con un profilo internazionale già ben delineato. Ventiquattro anni sono stati un tempo di attesa lunghissimo, ma non potevo sperare in una occasione migliore”.

 

Sul palcoscenico del Teatro Massimo, accanto a Letizia Giuliani e Alessandro Riga, ci saranno, Amilcar Moret Gonzales (Tebaldo), Orazio Di Bella (Mercuzio) e il corpo di ballo del Teatro Massimo. A loro si alterneranno nell’ordine Michela Paolacci, Orazio Di Bella, Daniele Chiodo e Alessandro Cascioli.

 

 

Costo dei biglietti: da euro 12 a euro 85, in vendita presso il botteghino del Teatro (aperto da martedì a domenica ore 9:30 – 18:00, tel. 0916053580 / fax 0916053391 / ), sul sito www.teatromassimo.it o nelle prevendite autorizzate in tutta Italia del circuito Charta-Vivaticket. Informazioni e prevendita 800 907080 (tutti i giorni dalle ore 10:00 alle ore 17:00). Teatro Massimo – piazza Verdi 1 – 90138 Palermo.

 

Segui il Teatro Massimo su Facebook, Twitter e Youtube.

Per ulteriori informazioni e fotografie, utilizzare l’indirizzo email: .

 

 

Romeo e Giulietta

Balletto op. 64

Musica di Sergej Prokof’ev

Coreografia, regia e luci Massimo Moricone

 

Direttore Alexander Polyanichko

Progetto scenico Peter Janku

Costumi Luca Dall’Alpi

Assistente alla coreografia Steven Wheeler

Maestro d’armi Sandro Maria Campagna

Assistente del maestro d’armi Valentina Calandriello

 

Giulietta

Letizia Giuliani (18, 20 ore 16:00, 21, 23) / Michela Paolacci (19, 20 ore 21:30)

Romeo

Alessandro Riga (18, 20 ore 16:00, 21, 23) / Orazio Di Bella (19, 20 ore 21:30)

Mercuzio

Orazio Di Bella (18, 21, 23) / Alessandro Cascioli  (19, 20 ore 16:00 e ore 21:30)

Tebaldo

Amilcar Moret Gonzales (18, 20 ore 16:00, 21, 23) / Daniele Chiodo  (19, 20 ore 21:30)

Paride

Giacomo Castellana (18, 20 ore 16:00, 21, 23) / Riccardo Riccio (19, 20 ore 21:30)

Benvolio

Manuel Barzon (18, 20 ore 16:00, 21, 23) / Vito Bortone (19, 20 ore 21:30)

Nutrice

Elisa Arnone (18, 20 ore 16:00, 21, 23) / Monica Piazza (19, 20 ore 21:30)

Padre Capuleti

Steven Wheeler

Madre Capuleti

Soimita Lupu (18, 20 ore 16:00, 21, 23) / Floriana Zaja (19, 20 ore 21:30)

Frate Lorenzo

Giuseppe Bonanno (18, 20 ore 16:00, 21, 23) / Fabio Correnti (19, 20 ore 21:30)

Padre Montecchi

Fabio Correnti (18, 20 ore 16:00, 21, 23) / Giuseppe Rosignano (19, 20 ore 21:30)

Il Principe di Verona

Giuseppe Bonanno (18, 20 ore 16:00, 21, 23) / Fabio Correnti (19, 20 ore 21:30)

Amiche di Giulietta

Lucia Ermetto, Alessia Pollini, Jessica Tranchina, Giorgia Calenda

 

Orchestra e Corpo di ballo del Teatro Massimo

 

Allestimento del Teatro Nazionale Slovacco

 

giovedì 18 dicembre 2014, Turno Prime - ore 20:30

venerdì 19 dicembre 2014,  Turno S2 - ore 18:30

sabato 20 dicembre 2014,  Turno B 16:00

sabato 20 dicembre 2014, Turno F 21:30

domenica 21 dicembre 2014, Turno D 17:30

martedì 23 dicembre 2014, Turno C - ore 18:30

 

 

 

Palermo, 16 dicembre 2014 (f.t.)