Al McKay al Teatro di Verdura. Earth Wind & Fire Experience

Al McKay al Teatro di Verdura. Earth Wind & Fire Experience

28 Lug 2003

AL Mc KAY AL TEATRO DI VERDURA Con una band All Stars il chitarrista che nel ‘73 si unì agli Eart Wind & Fire proporrà un concerto di brani della storica band come “Getaway”, “Sunshine”, “You cant hide love”, “Evil love’s holiday” Martedì 29 luglio, alle ore 21, al Teatro di Verdura del Parco di Villa Castelnuovo sarà di scena la formazione Earth Wind & Fire Experience guidata da Al Mc Kay. La formazione, guidata dal chitarrista statunitense che dal ’73 all’81 fece parte degli Earth Wind & Fire, sarà così composta: Devere Duckett, Tim Owens, Claude Woods (voce), Ed Wynne (sassofono), Michael Harris ed Enzo Villaparedes (tromba), Wendell Kelly (trombone), Ben Dowling, Bryan Loren Hudson (tastiera), Bruce Conte (chitarra), Hussain Jiffry (basso elettrico), Michael Shapiro (batteria), Joey Deleon (percussioni). Quando, nel 1973, Al McKay si unì agli Earth Wind & Fire, il chitarrista statunitense aveva da anni incominciato a raccogliere i consensi che gli avrebbero poi fruttato i dischi d’oro dei quali è orgoglioso. Come è noto a tutti i suoi nostalgici appassionati, durante quell’ormai lontano '73 l’ensemble era stato rifondato dai fratelli Maurice e Verdine White. E Al Mc Kay era da parecchi mesi nel gruppo quando il loro Open your eyes diventò disco d’oro, con brani come Mighty Mighty e Kalimba Story che avevano ogni requisito per rendere l’EWF sound uno dei più originali degli anni '70. S’intende, con speciale riguardo al Funk più splendido e al più coinvolgente Rhythm 'n' Blues. Da allora, fino al 1981, Mc Kay condivise l’enorme popolarità del gruppo che arrivò con successi da vertigine come le composizioni della colonna sonora di That’s way of the world e quelle del doppio Lp Gratitude. E per merito di hits ormai davvero leggendarie quali Getaway, Sunshine, You can’t hide love, Evil Love’s holiday, Fantasy. Al ebbe la parte del leone nella creazione del sound immediatamente riconoscibile degli Earth, Wind & Fire mentre la sua leggenda di compositore resta legata alle tracks che scrisse o delle quali fu coautore e che divennero le sigle del gruppo. Per tutte è sufficiente ricordare September e Sing a song, due perennial che Al compose insieme a Maurice White. Dopo un lungo periodo di assenza dalle scene musicali, Al Mc Kay potè realizzare il suo sogno. Tanti spettacoli dal vivo, in diretto contatto col pubblico che vuol conoscere ogni sfaccettatura della sua personalità artistica. Per questo gli sono state d’immenso aiuto certe sue grandi formazioni come L.A. All Stars e la Al Mc Kay Stars. Splendidi cast di professionisti con i quali ha esplorato a fondo i nuovi territori della musica senza, tuttavia, smettere di continuare a narrare la bella storia della sua esperienza con gli Earth Wind & Fire. E il concerto che Al Mc Kay terrà al Teatro di Verdura, per l’Estate del Massimo, insieme ad una formazione di All Stars, confermerà - nel ricordo dei momenti più straordinari vissuti insieme ai fratelli White - verso quali vertici di classifica egli sia tornato ad avviarsi. Da autentico showman della musica che ora punta tantissimo anche sul più recente album Al Dente con il quale per la prima volta racconta da solo la sua leggenda. L’Ufficio StampaPalermo, 28 luglio 2003