8 novembre 2008: ultimo concerto della stagione 2008

8 novembre 2008: ultimo concerto della stagione 2008

6 Nov 2008

Giuseppe Andaloro è considerato dalla critica internazionale uno dei più interessanti pianisti dell’ultima generazione. Nato a Palermo nel 1982 si è diplomato al Conservatorio di Milano con il massimo dei voti, la lode e la menzione, affermandosi successivamente in importanti concorsi internazionali, fra cui il “Busoni” di Bolzano. Ospite delle più note sale da concerto del mondo (dalla Queen Elisabeth Hall di Londra alla Salle Gaveau di Parigi, dal Mozarteum di Salisburgo alla Pablo Casals Hall di Tokyo), Giuseppe Andaloro torna a Palermo con il celebre Concerto n. 2 in do minore op. 18 di Sergej Rachmaninov al fianco dell’Orchestra del Teatro diretta da Lothar Koenigs; nella seconda parte del concerto l’Orchestra sarà impegnata nella Sinfonia n. 2  in do maggiore op. 61 di Robert Schumann: si configura quindi un programma bifronte con un concerto per pianoforte scritto da un virtuoso “mitologico” di questo strumento come Rachmaninov e una sinfonia scritta da un compositore romantico – Schumann – che del virtuosismo pianistico aveva fatto la sua ossessione.

LOTHAR KOENIGS, nato ad Aquisgrana, ha studiato al Conservatorio di Colonia perfezionandosi con Leonard Bernstein e Seiji Ozawa a Tanglewood. Ha svolto una lunga carriera di Kapellmeister in diversi teatri tedeschi, come quello di Osnabrück dove è stato Direttore Generale fino al 2003, dirigendo un vasto repertorio sinfonico e più di quaranta opere. È stato inoltre Direttore Musicale dell’Orchestra Sinfonica del Cile; ha diretto alla Komische Oper e alla Deutsche Oper di Berlino, nonché le orchestre sinfoniche della Beethovenhalle di Bonn, della Radio di Colonia e della Bruckner Orchester di Linz. Nel 2001 ha debuttato alla Staatsoper di Amburgo e all’Opera di Roma; ha quindi diretto l’Orchestra della Toscana, l’Orchestra Sinfonica Siciliana, l’Orchestra della WDR di Colonia, l’Orchestre Philharmonique du Luxembourg e ha debuttato alla Fenice di Venezia. Nelle successive stagioni ha diretto anche la Yomiuri Nippon Orchestra, la Deutsche Kammerphilharmonie, l’Orchestra della RAI di Torino e l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia a Roma. Ha diretto produzioni operistiche all’Opéra di Lione, alla Semperoper di Dresda, alla Staatsoper di Colonia e all’Opéra di Montecarlo, al Teatro di San Carlo di Napoli.

GIUSEPPE ANDALORO, nato a Palermo nel 1982, si è formato con Sergio Fiorentino e Vincenzo Balzani e, nel 2000 si è diplomato al Conservatorio di Milano, ottenendo di seguito primi premi in concorsi pianistici di assoluto prestigio internazionale, fra cui: “Venezia Teatro la Fenice”, “Casella” di Napoli, “Cidade do Porto”, “Sendai Piano”, “World London” e “Ferruccio Busoni”. In dieci anni di carriera si è esibito, fra l’altro, in festival come quello di Salisburgo, della Ruhr, di Spoleto, di Ravello, e in prestigiose sale da concerto come la Royal Festival Hall, la Queen Elizabeth Hall, l’Auditorium Parco della Musica, la Salle Gaveau. Ha registrato per diverse emittenti, come Radio3–Rai, Radio France, NHK–BS2 Tokyo, Radio Portoguesa, RTSI Lugano, German–Radio SWR2, WRR Radio Classical di Dallas, Classic FM Radio di Joaennesburg, e inciso per Suonare Records, Fontec e Naxos. Ha eseguito tournée con importanti orchestre internazionali e collaborato con direttori come Gianandrea Noseda, Donato Renzetti, Andrew Parrot, e solisti cone Sarah Chang, Sergej Krylov, Gabriele Cassone e molti altri. Membro della giuria in vari concorsi, tiene corsi di perfezionamento in Italia e all’estero ed è anche attivo anche come compositore e direttore d’orchestra.

Costo dei biglietti da euro 8 a euro 22, in vendita al botteghino del Teatro (tutti i giorni ore 10–15 tranne il lunedì) o su internet. Sconto del 50% per gli studenti sotto i 25 anni. Informazioni e prevendita 800 907080.
La campagna abbonamenti per la Stagione di concerti 2009 prosegue sino al 30 gennaio 2009.

Palermo, 5 novembre
Per ulteriori informazioni, fotografie, video e richieste di accredito rivolgersi al seguente indirizzo email: document.write('stampatm@teatromassimo.'+'it');">