Alessandro Cascioli

Alessandro Cascioli



Nasce a Roma, dove si diploma presso la Scuola di danza del Teatro dell’Opera. Nel 2010 vince la XX edizione del Rieti Danza Festival. Intraprende il suo percorso professionale presso il Teatro dell’Opera di Roma. Lavora presso l’Opéra National de Bordeaux e presso il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, interpretando ruoli solistici in coreografie di Ventriglia, Foniadakis, Kylian, Balanchine, Chalmer, Linke, Forsythe, Bournonville, Polyakov, De Candia, Mohovich. Partecipa alle produzioni per giovani coreografi Short Time I e Short Time II in qualità di ballerino e coreografo. Vince la seconda edizione del Premio Danza Capri International come talento emergente. Nel 2013 entra a far parte del corpo di ballo del Teatro Massimo di Palermo dove interpreta ruoli da primo ballerino; tra gli altri, Fritz e Don José rispettivamente nei balletti Lo schiaccianoci e Carmen, coreografia di Amedeo Amodio, Mercuzio in Romeo e Giulietta con coreografia di Massimo Moricone e Coppelius in Coppelia di Amedeo Amodio. Ha partecipato come primo ballerino nel ruolo di Nataniele al tour di Coppelia di Amodio. Negli ultimi anni ha danzato in Orphée et Eurydice di Frédéric Flamand e Hans Op de Beeck, ha lavorato con la Martha Graham Dance Company interpretando capisaldi del repertorio della grande coreografa, in Trittico contemporaneo (“Sechs Tänze” di Jiri Kylian e The Brown Man in “Walking Mad” di Johan Inger), in Giselle di Ricardo Nuñez a fianco dell’étoile Svetlana Zacharova, in La bella addormentata con la coreografia di Matteo Levaggi, Duende di Nacho Duato e If to Leave is to Remember di Carolyn Carlson.