Giovani per il Teatro Massimo

Giovani per il Teatro Massimo

L’Associazione "Giovani per il Teatro Massimo", fondata il 12 Dicembre 2012, è nata da un gruppo di giovani appassionati di teatro musicale, con differenti background. Quasi tutti si sono conosciuti frequentando il Teatro Massimo, chi come tirocinante, chi come abbonato: con la loro amicizia è cresciuta anche l’idea di fondare un’associazione che possa fare da tramite fra il Teatro e i giovani. La maggior parte di loro ha preso parte allo stage Ambasciatori del Teatro Massimo, durante il quale hanno imparato a divulgare il linguaggio della musica e dell'opera con iniziative pensate da ragazzi per i ragazzi.
Nel 2013 hanno così deciso di tracciare un percorso più ampio di coinvolgimento degli Under30 nelle attività musicali del Teatro Massimo, anche attraverso una serie di attività collaterali e offrendo facilitazioni per assistere a opere, concerti e i balletti.

Assumendo come motto l’epigrafe incisa sul frontone del Teatro Massimo, l'Associazione si prefigge lo scopo essenziale di “rinnovare l’avvenire” della lirica, proponendo ai giovani un repertorio musicale che viene poco frequentato.
Per vivere in un modo diverso l'opera, si organizzano ad esempio una serie di aperitivi in compagnia del "vicino di palco" prima che cominci lo spettacolo o, ancora, tè pomeridiani per commentare l'evento, nonché cicli di conferenze e incontri con gli interpreti.
L'intento dei Giovani del Teatro Massimo è dunque quello di contribuire alla composizione di un pubblico più giovane, sensibile e curioso, che possa trovare nel teatro un luogo di ritrovo autentico e sorprendente. La sfida più grande è quindi quella di fornire un’alternativa reale ai “soliti giri” del sabato sera.

I soci fondatori

Cinzia Bennardo, Martina Montanari, Nicoletta Nicosia, Salvatore Perrino, Maria Linda Piccione, Vincenzarita Prisinzano
Walter Vitale (Presidente)