Procedura per l’affidamento del servizio di accoglienza e visite guidate della Fondazione Teatro Massimo

Procedura per l’affidamento del servizio di accoglienza e visite guidate della Fondazione Teatro Massimo

PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO TRIENNALE DEL SERVIZIO DI ACCOGLIENZA E VISITE GUIDATE DELLA FONDAZIONE TEATRO MASSIMO DI PALERMO” CIG 81799693F6
* * *

PREMESSE
Il presente Disciplinare e la relativa Documentazione allegata contengono le norme relative alle modalità di partecipazione alla procedura selettiva indetta dalla Fondazione Teatro Massimo di Palermo ed individua e indica:
- le modalità di compilazione e presentazione dell’offerta;
- i documenti da presentare a corredo della stessa;
- la procedura di aggiudicazione;
- le ulteriori informazioni relative all’appalto.

DOCUMENTAZIONE DI GARA ED ACQUISIZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE
Si precisa che, oltre al presente Disciplinare, è a disposizione dei concorrenti la seguente Documentazione:

DISCIPLINARE - [clicca per scaricare]
ALLEGATO 1 - Domanda di partecipazione - [clicca per scaricare]
ALLEGATO 2 - Verbale di sopralluogo - [clicca per scaricare]
ALLEGATO 3 - Patto d'integrità - [clicca per scaricare]
ALLEGATO 4 - Schema di offerta economica - [clicca per scaricare]
ALLEGATO 5 - Capitolato Speciale d’Appalto (CSA) - [clicca per scaricare]
ALLEGATO 6 - DUVRI - [clicca per scaricare]

Il plico, contenente l’offerta e la documentazione richiesta, dovrà pervenire, a pena di esclusione, a mezzo raccomandata a.r., ovvero tramite corriere, ovvero mediante consegna a mano, entro e non oltre il termine perentorio delle ore 12 del giorno 17/03/2020 all’attenzione del Responsabile del Procedimento al seguente indirizzo: Fondazione Teatro Massimo Ufficio Acquisti, piazzetta Aragonesi snc, 90138 Palermo.

Richieste di chiarimenti

Quesito n.1 del 7 febbraio 2020
Nel caso di partecipante Società Cooperativa a mutualità prevalente, regolarmente iscritta all’Albo nazionale delle Società Cooperative a mutualità prevalente, e senza scopo di lucro – quale è la scrivente - il requisito di cui al Disciplinare di gara, Art. 8 – PROCEDURA DI GARA, SOGGETTI AMMESSI E REQUISITI, punto 8.2 “B – Requisito speciale di capacità tecnico-professionale, lettere (iii) e (iv)” può essere dimostrato allegando elenco soci in possesso di attestato di “primo soccorso” e “Antincendio – rischio elevato”, nonché della certificazione B2 per quanto riguarda le lingue straniere?

Risposta al quesito n.1 del 7 febbraio 2020
La risposta è affermativa.

Quesito n.2 del 13 febbraio 2020
Si richiedono chiarimenti sulla base di quanto richiesto nel disciplinare di gara, in particolare all’art. 8.2 lettera B – punti (iii) e (iv), dove si richiede all’azienda l’elenco dei dipendenti che saranno impiegati nei servizi oggetto dell’appalto (iii) e l’elenco dei dipendenti con la conoscenza delle lingue straniere e relative certificazioni (iv). In virtù di una limitazione e vincolo di partecipazione alla gara delle imprese europee, degli obiettivi alla normativa comunitaria in materia di appalti pubblici, del principio di concorrenza e del “favor partecipationis”; potendo esclusivamente la ditta uscente ottemperare a quanto richiesto dalla SA..

si chiede:
1)    se è possibile autocertificare l’impegno aziendale di assunzione personale con certificazione antincendio rischio elevato e personale con le certificazioni linguistiche richieste in caso di aggiudicazione;
2)    In caso di risposta affermativa, ai fini dell’offerta tecnica come verranno definiti i punteggi e la relativa valutazione sia sui titoli di studio che sulle certificazioni linguistiche, non potendo le aziende allegare detta documentazione.

Risposta al quesito n.2 del 13 febbraio 2020
Il disciplinare, all’articolo 8.2 sopra riportato nonché all’art. 14, è chiaro ed esaustivo nel richiedere, ai fini della partecipazione, i requisiti speciali di capacità tecnico professionale ivi indicati.

Quesito n.3 del 14 febbraio 2020
In relazione alla procedura di cui all'oggetto, con la presente si chiedono cortesemente i seguenti chiarimenti:

a)    la denominazione dell'attuale gestore dei servizi;
b)    la tariffa oraria attualmente riconosciuta;
c)    ai fini della clausola sociale richiamata dall'art. 20 del Capitolato, si chiede l'elenco non nominativo degli operatori attualmente impiegati nell'appalto, il CCNL applicato e il livello contrattuale, l'anzianità di servizio e la data del prossimo scatto, eventuali benefit riconosciuti.

Risposta al quesito n.3 del 14 febbraio 2020
a)    tale richiesta non risulta essere determinante ai fini della partecipazione alla gara;
b)    attesa la differenza di servizio richiesto, il dato non sarebbe attendibile ed, inoltre, l’offerta deve essere tarata sulle indicazioni fornite solo per la presente procedura;
c)    è in corso di redazione il documento richiesto da parte dell’Appaltatore uscente. Tale documento verrà pubblicato, non appena ricevuto, nella sezione dedicata alla precedente procedura nel sito della Fondazione.

Quesito n.4 del 15 febbraio 2020
In riferimento alla procedura riportata in oggetto, con la presente si richiede il seguente chiarimento in merito all Art. 8 – Sezione B – Requisiti speciali – Capacità tecnico-professionale (ii) del Disciplinare di Gara:
 …
 E’ necessario produrre fatture emesse ad un unico soggetto per lo stesso servizio o, in alternativa, è possibile produrre più fatture indirizzate a soggetti diversi ma riferite allo stesso servizio?
 
Risposta al quesito n.4 del 15 febbraio 2020
Si ribadisce che il disciplinare è chiaro nel richiedere di aver svolto, oltre ai servizi di cui al punto (i) per il fatturato medio indicato, almeno un servizio cd. “di punta” di “natura analoga a quello in oggetto della prestazione principale della presente gara di importo (destinato ad edifici storici e artistici, quali musei, teatri, gallerie, esposizioni e mostre), prestato negli ultimi tre anni solari (dal 1 gennaio 2017 al 31 dicembre 2019), non inferiore a € 180.000,00 (euro centottantamila/00) con l’indicazione di importo e data”, con relativa possibilità di comprova anche per mezzo della dichiarazione del concorrente contenente: l’oggetto del contratto, il CIG con il relativo importo, il nominativo del contraente/i pubblico/i e la data di stipula del contratto stesso unitamente a copia conforme delle fatture relative al periodo richiesto; ciò con la specifica, di tutta evidenza, che si tratti di un unico servizio per il suddetto importo.

Quesito n.5 del 18 febbraio 2020
Con riferimento alla gara in oggetto si rappresenta i seguente quesiti:

a)    Può essere superato il requisito di cui al Disciplinare di gara, Art. 8 – PROCEDURA DI GARA, SOGGETTI AMMESSI E REQUISITI, punto 8.2 “B – Requisito speciale di capacità tecnico-professionale, lettere (iii)”, considerato che la ditta scrivente ad oggi annovera tra i propri amministratori e collaboratori n.8 unità tra coloro che hanno effettuato ai sensi dell’art. 37 Dlgs. 81/2008 la formazione per “Addetti antincendio in attività a rischio di incendio medio” e coloro che hanno sostenuto il corso di “Primo soccorso”?

b)    La progettazione, organizzazione e gestione di un evento annuale (Mostra) che – come noto – prevede la vendita di spazi espositivi, nonché la gestione di biglietteria e cassa, che abbia ottenuto entrate per un importo complessivo decisamente superiore a quanto richiesto dal bando di gara e che, quindi, sebbene per lo stesso Oggetto, risulta fatturato ad una moltitudine di clienti, è valido per superare i il requisito di cui al Disciplinare di gara, Art. 8 – PROCEDURA DI GARA, SOGGETTI AMMESSI E REQUISITI, punto 8.2 “B – Requisito speciale di capacità tecnico-professionale, lettere (i) e (ii)”?

Risposta al quesito n.5 del 18 febbraio 2020
a)    Il disciplinare è chiaro a chiedere come requisito l’attestato “antincendio – rischio elevato”. Quanto al numero degli addetti si precisa che, a prescindere dal numero dei dipendenti inseriti nell’organizzazione aziendale, e salvo il rispetto di quanto previsto nell’art. 2 del Capitolato Speciale d’appalto, tutti i soggetti utilizzati per i servizi oggetto dell’appalto, devono essere in possesso di attestato “primo soccorso” e “antincendio – rischio elevato”.
b)    L’appalto ha ad oggetto “«Servizi di accoglienza», CPV: 79992000-4 e «Visite guidate», CPV: 92521000-9”, cosi come indicato all’art. 3 del Disciplinare, nonché meglio specificato negli artt. 1 e 3 del Capitolato Speciale d’Appalto e non, invece, “la vendita di spazi espositivi, nonché la gestione di biglietteria e cassa”.