Schiaccianoci dal 4 al 20 dicembre

Spettacolo liberamente tratto dal racconto di ETA Hoffmann e dal balletto di Cajkovskij
Musica di Pëtr Il'ic Cajkovskij
Prima rappresentazione a Palermo
Nuovo allestimento del Teatro Massimo

Direttore
Vito Lombardi
Regia, scene e costumi Manu Lalli
Elaborazioni musicali Claudia Gori
Luci Alessandro Carletti



Calendario
4 dicembre ore 17.00
5 dicembre ore 11.30 e ore 17.00
6 dicembre ore 11.30 e ore 17.00
7 dicembre ore 11.30 e ore 17.00
9 dicembre ore 11.30
11 dicembre ore 11.30 e ore 17.00
12 dicembre ore 11.30 e ore 17.00
13 dicembre ore 11.30 e ore 17.00
14 dicembre ore 11.30 e ore 17.00
15 dicembre ore 11.30 e ore 17.00
16 dicembre ore 11.30
18 dicembre ore 11.30 e ore 17.00
19 dicembre ore 11.30 e ore 17.00
20 dicembre ore 11.30 e ore 17.00


Durata
1 ora




Personaggi e interpreti
Schiaccianoci
Giulio Pelligra

Marie
Veronica Lima / Letizia Colajanni

Re dei Topi
Claudio Levantino

Drosselmeyer
Stefano Mascalchi

Orchestra e Coro di voci bianche del Teatro Massimo
Maestro del coro di voci bianche
Salvatore Punturo





Sullo spettacolo
La fiaba dello Schiaccianoci, più che semplice favola dal sapore natalizio, è un invito alla continua ricerca del mondo fantastico che ognuno di noi porta con sé. Si tratta di uno spettacolo per bambini che vede protagonisti, insieme ai solisti, i giovanissimi del coro di voci bianche ed un gruppo di piccoli ballerini che trascineranno il pubblico nel magico mondo del teatro. È una rappresentazione del tutto nuova, un balletto di repertorio che viene trasformato in opera lirica con momenti coreografici e recitati. Le parole del narratore-giocattolaio Drosselmeyer si frappongono alle arie degli altri tre personaggi principali (Marie, il re Topo e Schiaccianoci), scritte appositamente per questo spettacolo e cantate su brani scelti del repertorio di Cajkovskij.

Per il lavoro in classe
• Interpreti, argomento, spunti per la discussione e per i temi vi aspettano nella nostra scheda di approfondimento

• Qualche indovinello, un rebus, una filastrocca cui mancano alcune parole sono i piccoli giochi che abbiamo preparato per la scuola primaria

• La tradizione dello schiaccianoci in Germania e nel mondo, le leve di secondo genere, Norimberga la città dei giocattoli e gli orologi a cucù sono i temi dell'approfondimento per le scuole secondarie di primo grado]

• Infine perché non costruire in classe tanti piccoli schiaccianoci? Potete farlo con le nostre istruzioni per uno schiaccianoci di carta che può stare a bocca aperta o a bocca chiusa!



©2012 Fondazione Teatro Massimo piazza Verdi 90138 Palermo | p.iva 00262030828         Il Teatro Massimo è su        Vota il nostro sito su Google con


Credits
| Contatti | English Version |