Giulio Pelligra

Giulio Pelligra

Mi si chiede di scrivere un pensiero sul Teatro Massimo, ricordo la mia prima volta al Teatro Massimo emozionatissimo, andai a vedere la mia prima Opera, Elisir D'Amore, e tra me pensavo a quando avrei avuto la possibilità di calcare quel palcoscenico. Dopo qualche anno inaspettatamente ne ho avuto l'opportunità con I Predestinati, in seguito con Lucia di Lammermoor, Konig Kandaules, Nabucco e Don Giovanni tutte opere che hanno lasciato in me un ricordo bellissimo di questo magnifico Teatro, pieno di bella gente, grandi artisti e tutti di alto livello e grande professionalità.