Comunicati stampa della Fondazione Teatro Massimo
Il Teatro Massimo conquista per la terza volta consecutiva il premio Abbiati dell’Associazione Nazionale Critici Musicali

Un nuovo prestigioso traguardo per la produzione artistica del Teatro Massimo: l’Associazione Nazionale Critici Musicali ha assegnato allo spagnolo Calixto Bieito il 31° Premio della critica musicale “Franco Abbiati” per la regia dell’opera “Carmen” di Georges Bizet vista in prima italiana al Teatro Massimo nel novembre 2011, spettacolo che ha registrato un enorme afflusso di pubblico in ogni recita.

 

Si tratta del terzo riconoscimento annuale consecutivo ottenuto dal Teatro Massimo, una serie di successi mai ottenuta fino ad oggi.

 

Questa la motivazione del Premio Abbiati a Calixto Bieito: “Ambientata in una malfamata terra di confine tra Spagna e Africa, la “Carmen” messa in scena da Bieito con scene di Alfons Flores e costumi di Mercè Paloma al Teatro Massimo di Palermo (coproduzione con i teatri di Barcellona, Torino e Venezia) restituisce al capolavoro di Bizet la sua teatralità ruvida, svelata da istantanee vitali e a volte scioccanti che si susseguono in sintonia con i momenti cruciali della partitura componendo uno strepitoso racconto”.

 

Grande soddisfazione è stata espressa dal sovrintendente Antonio Cognata per questo nuovo ambito riconoscimento che nel premiare il regista Bieito sottolinea anche la qualità delle scelte artistiche del Massimo e la loro realizzazione: “Siamo veramente felici di condividere questa gioia con Calixto Bieito, la cui lettura della “Carmen” cruda e al contempo fortemente poetica ed emozionante, ha lasciato un segno forte in tutti gli spettatori. Speriamo di poter presentare presto un nuovo spettacolo di Bieito qui a Palermo. Dopo un premio alle attività per gli studenti (“Bianco Rosso e Verdi”, migliore iniziativa del 2009) e uno alla regia di un’opera “rara” che annualmente caratterizza la nostra programmazione (Graham Vick, miglior regia 2010 per “Die Gezeichneten”), arriva ora un riconoscimento per l’opera più celebre e rappresentata nel mondo. Essere premiati per “Carmen” vuol dire che lo spettacolo del Teatro Massimo ha convinto la giuria rispetto ad altri numerosi e storici allestimenti. Il favore riscosso da questo spettacolo è ulteriormente significativo perché, trattandosi di una coproduzione internazionale che ha avuto a Palermo il suo debutto italiano, sancisce l’importanza e il prestigio guadagnati dal Massimo nel più ampio contesto dei teatri di tutto il mondo. Occorre infine sottolineare che la presenza del nostro teatro per il terzo anno consecutivo fra le scelte dell’Associazione Nazionale Critici Musicali è il segno tangibile di un cammino importante, virtuoso e di alta qualità fortemente sostenuto da tutto il management e dai lavoratori del Teatro, con i quali vanno condivisi l’orgoglio e la soddisfazione per la conquista di questo nuovo Premio”.

 

Fra i premiati nelle altre categorie figurano inoltre artisti ospiti del Teatro Massimo di recente: il direttore Roberto Abbado, i cantanti Sonia Ganassi e Dmitri Korchak, il direttore Daniel Harding (premiato anche per la tournée con la Swedish Radio Orchestra ospitata anche a Palermo), la violinista Isabelle Faust (protagonista del concerto inaugurale della stagione 2011).

 

Il Premio Abbiati è considerato fra i più importanti e qualificati riconoscimenti del mondo della musica internazionale, vanto per artisti e teatri che agiscono in Italia. Dal 2007 gode del patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, e dal 2008 dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. La cerimonia di consegna avrà luogo a Bergamo (Teatro Donizetti), venerdì 25 maggio alle ore 17, in collaborazione col Festival pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo.

 

Il Premio Nazionale della Critica Musicale “Franco Abbiati” è stato istituito nel 1981, col patrocinio dell’amministrazione comunale di Bergamo e per l’appassionata volontà progettuale di Filippo Siebaneck allora presidente dell’Azienda Autonoma di Turismo, come momento di riflessione e di analisi sulla vita musicale italiana. Intitolato al bergamasco Franco Abbiati per quarant’anni titolare della rubrica musicale del Corriere della sera, il Premio “Franco Abbiati” è un riconoscimento attribuito ai protagonisti delle singole annualità artistiche. Numerosi i pluripremiati nell’albo d’oro: oltre ai teatri, i direttori Claudio Abbado, Semyon Bychkov, Riccardo Muti, Zubin Mehta, Danielel Gatti, i registi Luca Ronconi e Graham Vick, i registi-scenografi Pier Luigi Pizzi e Hugo De Ana, i pianisti Radu Lupu e Maurizio Pollini, i cantanti Anna Caterina Antonacci e Samuel Ramey, gruppi cameristici e compositori per la “novità italiana assoluta”. Le scelte rigorose e indipendenti della giuria hanno fatto guadagnare al Premio Abbiati crescente credibilità. Accanto alle segnalazioni di merito assoluto il Premio ha svolto un ruolo attivo nella segnalazione di giovani talenti e di iniziative di particolare significato politico-culturale. Così i critici italiani hanno sottolineato, e talvolta svelato, il ruolo di piccole realtà locali, autentica ricchezza della vita musicale italiana, e si sono impegnati a segnalare il lavoro spesso isolato e silenzioso di personaggi non riconosciuti. Dando voce a operatori artistici, didatti, editori, maestri (non solo di musica), fatti e manifestazioni che pur non avendo ruoli istituzionali hanno saputo indirizzare in senso autenticamente culturale la vita musicale del nostro paese.

L’Associazione Nazionale Critici Musicali è nata nel 1986, tra i musicologi e i professionisti dell’informazione musicale che dal 1980 si raccoglievano in libera assemblea per il Premio della critica musicale “Franco Abbiati”. L’Associazione, autofinanziata, conta oggi circa cento iscritti: alla presidenza si sono avvicendati Duilio Courir (dal 1987 al 1993), Leonardo Pinzauti (dal 1993 al 1996) e Angelo Foletto. http://criticimusicali.org

 

Per ulteriori informazioni utilizzare l’indirizzo email: stampa@teatromassimo.it

 

 

Palermo, 17 aprile 2012 (f.t.)

 

 

Floriana Tessitore

responsabile

ufficio stampa ed editoria

Teatro Massimo

piazza Verdi 1

90138 Palermo

 


©2014 Fondazione Teatro Massimo piazza Verdi 90138 Palermo | p.iva 00262030828         Il Teatro Massimo è su            


Credits
| Contatti | English Version |